User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 58
  1. #1
    Noi siamo il vento
    Data Registrazione
    15 Sep 2002
    Località
    Roma Capitale
    Messaggi
    108,766
     Likes dati
    36,817
     Like avuti
    29,718
    Mentioned
    4135 Post(s)
    Tagged
    107 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    Si può suggerire a Bertolaso di farsi prestare da Zingaretti la piattaforma di prenotazione della Regione Lazio, che salvo due ore di stop all'avvio, funziona ancora perfettamente? Adesso oltre agli ultra 80enni si prenotano ultra 70enni e personale insegnante dai 18 ai 65 anni. Meno male che Draghi non ha accettato il consiglio di Salvini di nominare Bertolaso alla Protezione Civile. Speriamo non si parli più neppure del Sindaco di Roma. Aridatece er puzzone.

    Comunque evitiamo di parlare male della Lombardia.

    Vaccini Lombardia, ancora disservizi per gli over 80. Moratti cambia in corsa: per la fase successiva prenotazioni sulla piattaforma di Poste
    Anziani avvisati via sms di notte per l'appuntamento della mattina successiva, ultranovantenni spediti a oltre 30/40 chilometri da casa, comunicazioni sballate e tardive: anche il super consulente per il piano vaccinale Guido Bertolaso costretto ad ammettere le difficoltà. Il Pirellone corre ai ripari e annuncia l'esternalizzazione delle prenotazioni nella terza fase della campagna

    Ultranovantenni che ricevono sms nel cuore della notte con l’agognato appuntamento per il vaccino anti Covid fissato per il mattino dopo, a pochissime ore di distanza. Oppure persone anziane che da Vimodrone vengono mandati a Cesano Boscone per vaccinarsi, a più di 30 chilometri di distanza, dall’altra parte della provincia di Milano. Nella Lombardia a guida Fontana-Moratti succede anche questo. Tanto che oggi ha dovuto ammetterlo anche il super consulente per il piano vaccinale Guido Bertolaso che, tra i motivi per essere “avvilito e frustrato”, non ha messo solo le statistiche “estremamente preoccupanti” sui numeri dei contagi in regione, ma anche “il sistema di prenotazioni che continua a funzionare male”. E in conferenza stampa ha raccontato di aver ricevuto “una mail di una signora che ha trovato un sms arrivato alle 23.25 con appuntamento per oggi alle 14. Mi pare che questo dica come siamo messi. E non è l’unica mail: ci sono centri vaccinali che stanno conoscendo difficoltà e ritardi negli accessi, ci sono anziani che invece di essere mandati a vaccinarsi vicino a casa sono stati mandati a 30-40 chilometri di distanza e magari sono passati davanti a un centro vaccinale ma sono dovuti andare oltre”. Problemi di cui è consapevole anche l’assessora al Welfare e vice presidente Letizia Moratti, che oggi ha annunciato una nuova decisione della giunta: cambiare in corsa la piattaforma per le prenotazioni delle vaccinazioni. Per la fase “massiva” della campagna, il cui obiettivo è vaccinare entro giugno 6,6 milioni di lombardi, le prenotazioni non passeranno più per quella gestita dalla centrale acquisti regionale Aria, ma per quella di Poste Italiane, concessa “gratuitamente” ha specificato Moratti.

    Il mea culpa di Bertolaso è arrivato quando il bubbone era già scoppiato. Perché ormai le segnalazioni sul nuovo caos vaccinazioni arrivavano da più parti. “A Cesano Boscone, ieri sono iniziate le prime vaccinazioni agli over 80”, raccontava in mattinata Simone Negri, sindaco del Pd del comune alle porte di Milano. “Decine di anziani, molti con difficoltà di deambulazione, arrivavano da Vimodrone, Segrate e Opera. Mentre diversi cittadini di Cesano stanno ricevendo sms da Regione che li spedisce a Pieve Emanuele o Rozzano, dove arrivano anche cittadini provenienti da Segrate”. Contemporaneamente il consigliere regionale del Pd Carlo Borghetti denunciava in commissione Sanità al Pirellone il caso di una persona di 93 anni, non autonoma: “Ha ricevuto il messaggio all’1.46 di notte da Regione Lombardia che dà appuntamento per le 10.40 del mattino seguente a Bollate, cioè un centro vaccinale collocato a 25 chilometri dalla propria abitazione e per giunta in zona rossa. Risultato: quella persona è stata costretta a saltare la vaccinazione”. Disservizi che Lorenzo Gubian, direttore generale di Aria, spiega così a ilfattoquotidiano.it: “Per un errore materiale è stata configurata in modo errato l’agenda e un certo numero di sms sono partiti in ritardo”. I problemi alla piattaforma per le vaccinazioni seguono quelli registrati un mese fa dal “cruscotto regionale”, anch’esso gestito da Aria, che riportava numeri di contagi nei vari comuni sovrastimati e sballati. Così sia Massimo De Rosa del M5S che Pietro Bussolati del Pd parlano di “fallimento” della centrale acquisti.

    Intanto la campagna vaccinale procede col contagocce: ieri in Lombardia sono state somministrate in tutto 19.562 dosi, di cui 10.974 agli over 80. Dal 18 febbraio le dosi somministrate agli over 80 sono state in tutto 84.492 e sono solo 3.111 ad aver ricevuto entrambe le dosi, a fronte di 726mila ultraottantenni che vivono in Lombardia. Numeri che stridono con quelli promessi oggi dalla Moratti sulla fase “massiva” che riguarderà i 6,6 milioni di lombardi che rimarranno da vaccinare dopo gli operatori sanitari, gli over 80 e le altre categorie con precedenza: nei momenti di picco – ha annunciato l’assessora – si somministreranno 170mila dosi al giorno. Di queste, 140mila nei “centri vaccinali massivi” individuati dalla giunta, come l’area Mind di Expo. Mentre le restanti 30mila saranno suddivise tra strutture sanitarie private, farmacie, medici di famiglia, unità mobili. Quando inizierà tutto questo? “Dipende da quando arriveranno i vaccini”, la risposta. Da registrare infine, lo scontro a distanza tra Bertolaso e medici specializzandi: “La legge dice che gli specializzandi sono chiamati a fare vaccinazioni. Non è facoltativo, è un obbligo. Scriverò al prefetto di Milano e gli chiederò di chiedere per la seconda volta l’elenco degli specializzandi. La prima volta ha risposto un solo rettore”, ha detto il consulente per il piano vaccinale chiedendo in sostanza la precettazione degli specializzandi. E le loro associazioni replicano: “Non esitiamo a definire il mese di ‘formazione’ nella campagna vaccinale per ciò che è: sfruttamento di manodopera a costo zero. Non accettiamo che la cattiva programmazione di questa campagna vaccinale continui a riflettersi sulla popolazione e sui medici in formazione specialistica”.
    Sui cadaveri dei leoni festeggiano le iene credendo di aver vinto,
    ma i leoni rimangono leoni e le iene rimangono iene.

    Asinus asinum fricat.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    78,286
     Likes dati
    17
     Like avuti
    7,627
    Mentioned
    683 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    Da l'impressione di quello che 15 giorni fa ha detto "ghi mensi mi...."

    E 15 giorni dopo si rende conto di aver fatto il passo piu lungo della gamba!!!


  3. #3
    Noi siamo il vento
    Data Registrazione
    15 Sep 2002
    Località
    Roma Capitale
    Messaggi
    108,766
     Likes dati
    36,817
     Like avuti
    29,718
    Mentioned
    4135 Post(s)
    Tagged
    107 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    Purtroppo ne ha fatti tanti di passi più lunghi della gamba...
    Sui cadaveri dei leoni festeggiano le iene credendo di aver vinto,
    ma i leoni rimangono leoni e le iene rimangono iene.

    Asinus asinum fricat.

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    07 Feb 2015
    Messaggi
    4,561
     Likes dati
    7
     Like avuti
    673
    Mentioned
    30 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    notizia che passera' in sordina...ahime'...

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    29 Jul 2013
    Località
    Tegetthoffstraße
    Messaggi
    6,968
     Likes dati
    326
     Like avuti
    3,297
    Mentioned
    65 Post(s)
    Tagged
    57 Thread(s)

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    onesto
    Garante del tessuto democratico del Paese

  6. #6
    .
    Data Registrazione
    02 Mar 2004
    Messaggi
    72,978
     Likes dati
    6,692
     Like avuti
    13,605
    Mentioned
    689 Post(s)
    Tagged
    56 Thread(s)

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    Accanimento della stampa nei confronti della Lombardia
    Continuare a scrivere su TP e' collaborazionismo

  7. #7
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    19,643
     Likes dati
    2,670
     Like avuti
    6,182
    Mentioned
    121 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    il "piano bertolaso" che si vociferava tutto il mondo volesse adottare.

    un altro successo di guidone nostro

    adesso sparirà per un po', poi lo richiameranno per risolvere un problema.

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    20 May 2009
    Messaggi
    45,218
     Likes dati
    20,793
     Like avuti
    21,620
    Mentioned
    213 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    Citazione Originariamente Scritto da Dario Visualizza Messaggio
    Si può suggerire a Bertolaso di farsi prestare da Zingaretti la piattaforma di prenotazione della Regione Lazio, che salvo due ore di stop all'avvio, funziona ancora perfettamente? Adesso oltre agli ultra 80enni si prenotano ultra 70enni e personale insegnante dai 18 ai 65 anni. Meno male che Draghi non ha accettato il consiglio di Salvini di nominare Bertolaso alla Protezione Civile. Speriamo non si parli più neppure del Sindaco di Roma. Aridatece er puzzone.

    Comunque evitiamo di parlare male della Lombardia.

    Vaccini Lombardia, ancora disservizi per gli over 80. Moratti cambia in corsa: per la fase successiva prenotazioni sulla piattaforma di Poste
    Anziani avvisati via sms di notte per l'appuntamento della mattina successiva, ultranovantenni spediti a oltre 30/40 chilometri da casa, comunicazioni sballate e tardive: anche il super consulente per il piano vaccinale Guido Bertolaso costretto ad ammettere le difficoltà. Il Pirellone corre ai ripari e annuncia l'esternalizzazione delle prenotazioni nella terza fase della campagna

    Ultranovantenni che ricevono sms nel cuore della notte con l’agognato appuntamento per il vaccino anti Covid fissato per il mattino dopo, a pochissime ore di distanza. Oppure persone anziane che da Vimodrone vengono mandati a Cesano Boscone per vaccinarsi, a più di 30 chilometri di distanza, dall’altra parte della provincia di Milano. Nella Lombardia a guida Fontana-Moratti succede anche questo. Tanto che oggi ha dovuto ammetterlo anche il super consulente per il piano vaccinale Guido Bertolaso che, tra i motivi per essere “avvilito e frustrato”, non ha messo solo le statistiche “estremamente preoccupanti” sui numeri dei contagi in regione, ma anche “il sistema di prenotazioni che continua a funzionare male”. E in conferenza stampa ha raccontato di aver ricevuto “una mail di una signora che ha trovato un sms arrivato alle 23.25 con appuntamento per oggi alle 14. Mi pare che questo dica come siamo messi. E non è l’unica mail: ci sono centri vaccinali che stanno conoscendo difficoltà e ritardi negli accessi, ci sono anziani che invece di essere mandati a vaccinarsi vicino a casa sono stati mandati a 30-40 chilometri di distanza e magari sono passati davanti a un centro vaccinale ma sono dovuti andare oltre”. Problemi di cui è consapevole anche l’assessora al Welfare e vice presidente Letizia Moratti, che oggi ha annunciato una nuova decisione della giunta: cambiare in corsa la piattaforma per le prenotazioni delle vaccinazioni. Per la fase “massiva” della campagna, il cui obiettivo è vaccinare entro giugno 6,6 milioni di lombardi, le prenotazioni non passeranno più per quella gestita dalla centrale acquisti regionale Aria, ma per quella di Poste Italiane, concessa “gratuitamente” ha specificato Moratti.

    Il mea culpa di Bertolaso è arrivato quando il bubbone era già scoppiato. Perché ormai le segnalazioni sul nuovo caos vaccinazioni arrivavano da più parti. “A Cesano Boscone, ieri sono iniziate le prime vaccinazioni agli over 80”, raccontava in mattinata Simone Negri, sindaco del Pd del comune alle porte di Milano. “Decine di anziani, molti con difficoltà di deambulazione, arrivavano da Vimodrone, Segrate e Opera. Mentre diversi cittadini di Cesano stanno ricevendo sms da Regione che li spedisce a Pieve Emanuele o Rozzano, dove arrivano anche cittadini provenienti da Segrate”. Contemporaneamente il consigliere regionale del Pd Carlo Borghetti denunciava in commissione Sanità al Pirellone il caso di una persona di 93 anni, non autonoma: “Ha ricevuto il messaggio all’1.46 di notte da Regione Lombardia che dà appuntamento per le 10.40 del mattino seguente a Bollate, cioè un centro vaccinale collocato a 25 chilometri dalla propria abitazione e per giunta in zona rossa. Risultato: quella persona è stata costretta a saltare la vaccinazione”. Disservizi che Lorenzo Gubian, direttore generale di Aria, spiega così a ilfattoquotidiano.it: “Per un errore materiale è stata configurata in modo errato l’agenda e un certo numero di sms sono partiti in ritardo”. I problemi alla piattaforma per le vaccinazioni seguono quelli registrati un mese fa dal “cruscotto regionale”, anch’esso gestito da Aria, che riportava numeri di contagi nei vari comuni sovrastimati e sballati. Così sia Massimo De Rosa del M5S che Pietro Bussolati del Pd parlano di “fallimento” della centrale acquisti.

    Intanto la campagna vaccinale procede col contagocce: ieri in Lombardia sono state somministrate in tutto 19.562 dosi, di cui 10.974 agli over 80. Dal 18 febbraio le dosi somministrate agli over 80 sono state in tutto 84.492 e sono solo 3.111 ad aver ricevuto entrambe le dosi, a fronte di 726mila ultraottantenni che vivono in Lombardia. Numeri che stridono con quelli promessi oggi dalla Moratti sulla fase “massiva” che riguarderà i 6,6 milioni di lombardi che rimarranno da vaccinare dopo gli operatori sanitari, gli over 80 e le altre categorie con precedenza: nei momenti di picco – ha annunciato l’assessora – si somministreranno 170mila dosi al giorno. Di queste, 140mila nei “centri vaccinali massivi” individuati dalla giunta, come l’area Mind di Expo. Mentre le restanti 30mila saranno suddivise tra strutture sanitarie private, farmacie, medici di famiglia, unità mobili. Quando inizierà tutto questo? “Dipende da quando arriveranno i vaccini”, la risposta. Da registrare infine, lo scontro a distanza tra Bertolaso e medici specializzandi: “La legge dice che gli specializzandi sono chiamati a fare vaccinazioni. Non è facoltativo, è un obbligo. Scriverò al prefetto di Milano e gli chiederò di chiedere per la seconda volta l’elenco degli specializzandi. La prima volta ha risposto un solo rettore”, ha detto il consulente per il piano vaccinale chiedendo in sostanza la precettazione degli specializzandi. E le loro associazioni replicano: “Non esitiamo a definire il mese di ‘formazione’ nella campagna vaccinale per ciò che è: sfruttamento di manodopera a costo zero. Non accettiamo che la cattiva programmazione di questa campagna vaccinale continui a riflettersi sulla popolazione e sui medici in formazione specialistica”.

    Sei un fottuto genio..., a che cazzo serve prenotare se il vaccino non c'è???

    @Dario
    » Novella Maioriani 8, De reddito iure armorum, sul diritto a portare le armi

  9. #9
    Edge of a straight razor.
    Data Registrazione
    12 Sep 2004
    Località
    Unknown Pleasures by Joy Division
    Messaggi
    25,919
     Likes dati
    6,740
     Like avuti
    11,680
    Mentioned
    179 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    Continuo a non capire (pur con un ovvio supporto di ATS) per quale stramaledetto di motivo non si è lasciato dirigere il tutto ai medici di famiglia....da me gestiscono loro e la cosa funziona.

    Inizia a NON funzionare più un cazzo di niente, quando (come riflette perfettamente l'articolo) la gestione diviene estremamente confusionaria e PRIMA di essere avvisata (e gestiti a livello di priorità e selettività dei pazienti) dai sopracitati medici, ci si prenota "sul portale".
    « Il popolo non crede ai cultori delle cedole bancarie.Crede all'azione, a chi gli indica le vie del destino.Crede soprattutto a chi gli aprirà le strade vere della giustizia sociale. » Filippo Corridoni
    « Nec spe nec metu » Isabella d'Este

  10. #10
    Noi siamo il vento
    Data Registrazione
    15 Sep 2002
    Località
    Roma Capitale
    Messaggi
    108,766
     Likes dati
    36,817
     Like avuti
    29,718
    Mentioned
    4135 Post(s)
    Tagged
    107 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Bertolaso "avvilito e frustrato" per le prenotazioni vaccini COVID in Lombardia.

    Citazione Originariamente Scritto da scomunista Visualizza Messaggio
    Sei un fottuto genio..., a che cazzo serve prenotare se il vaccino non c'è???

    @Dario
    Serve per mandare un SMS alle 2 di notte per l'appuntamento alle 10 del mattino ad un novantenne a 30 chilometri da casa. E questo ha già avuto culo, è un esempio di buona organizzazione: c'è chi ha ricevuto l'SMS al pomeriggio per l'appuntamento al mattino dello stesso giorno.

    Poi queste domande falle a Bertolaso che si sente "avvilito e frustrato". Ma cosa vi inventerete pur di non riconoscere una disorganizzazione? Comunque vai a leggere i commenti all'articolo, ne scoprirai delle belle, per esempio che il numero verde per le prenotazioni è raggiungibile solo dalla Lombardia.

    Meno male! Per un momento s'è pensato che al posto di Gallera arrivasse uno bravo, ma nella Giunta Fontana avrebbe stonato troppo, per fortuna hanno scelto la Moratti...

    Sui cadaveri dei leoni festeggiano le iene credendo di aver vinto,
    ma i leoni rimangono leoni e le iene rimangono iene.

    Asinus asinum fricat.

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 225
    Ultimo Messaggio: 08-03-21, 11:09
  2. Zingaretti non riesce a governare nemmeno prenotazioni vaccini
    Di Nostradamus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 106
    Ultimo Messaggio: 03-02-21, 00:36
  3. Vaccini e Covid-19
    Di Entropia nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 29-04-20, 21:59
  4. Covid 19 parliamo di vaccini
    Di FrancoAntonio nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 126
    Ultimo Messaggio: 25-04-20, 08:00
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31-10-09, 04:41

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •