User Tag List

Pagina 14 di 44 PrimaPrima ... 413141524 ... UltimaUltima
Risultati da 131 a 140 di 435
  1. #131
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    120,183
     Likes dati
    18,136
     Like avuti
    25,787
    Mentioned
    628 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    @Uomodiscienza, te lo dico con le buone: i tuoi interventi non sono graditi. Gira al largo.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #132
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Dec 2020
    Messaggi
    753
     Likes dati
    103
     Like avuti
    199
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Giò Visualizza Messaggio
    @Uomodiscienza, te lo dico con le buone: i tuoi interventi non sono graditi. Gira al largo.
    E io sto facendo una domanda seria e ben argomentata: mettere al mondo uno storpio o crescerlo é una bestemmia contro la purezza e sanitá del volk. Cosa faceva la politica fascista? Io ero a favore e lo sono tutto ora dell AktionT4 nazista, é la cosa migliore che abbiano fatto e nn la facevano solo loro. PEr esempio se vai in Svezia vedi che sventole sono le svedesi, ma in Svezia hanno fatto un programma eugenetico dagli anni 30 agli anni 70. Se lo avessimo fatto anche noi avremmo piu fighe e meno cessi in giro tra le italiane, non credi?
    Quindi, tornando in topic: abortire uno storpio che ti va ad abbassare la qualitá genetica degli italiani deve essere permesso? Oppure lo mettiamo al mondo e lo sterilizziamo cosi nn propaga le sue tare genetiche?
    Io obbligherei le coppie che si sposano a fare screenng genetici e se sono portatori di tare varie li sterilizzerei, tempo 2-3 generazioni la nazione ne vede gli effetti positivi, vedi la Svezia

  3. #133
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    120,183
     Likes dati
    18,136
     Like avuti
    25,787
    Mentioned
    628 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Uomodiscienza Visualizza Messaggio
    E io sto facendo una domanda seria e ben argomentata: mettere al mondo uno storpio o crescerlo é una bestemmia contro la purezza e sanitá del volk. Cosa faceva la politica fascista? Io ero a favoro e lo sono tutto ora dell AktionT4 nazista, é la cosa migiore hce abbiano fatto e nn la facevano solo loro. PEr esempio se vai in Svezia vedi che sventole sono le svedesi, ma in Svezia hanno fatto un programma eugenetico dagli anni 30 agli anni 70. Se lo avessimo fatto anche noi avremmo piu fighe e meno cessi in giro tra le italiane, non credi?
    Quindi, tornando in topic: abortire uno storpio che ti va ad abbassare la qualitá genetica degli italiani deve essere permesso? Oppure lo mettiamo al mondo e lo sterilizziamo cosii nn propaga le sue tare genetiche?
    Io obbligherei le coppie che si sposano a fare screenng genetic e se sono portatori di tare verie li sterilizzerei, tempo 2-3 generazioni la nazione ne vede gli effetti positivi, vedi la Svezia
    Se vuoi sapere qual era la posizione del fascismo italiano sull'aborto ti basta aprire un libro di storia o, se preferisci, la prima edizione del Codice Rocco, alla voce "Dei delitti contro la integrità e la sanità della stirpe".
    Per il resto, le tue sono argomentazioni di basso livello e mere provocazioni. Peraltro, un elogio dell'Aktion T4 è ai limiti dell'apologia di reato. Vai altrove.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  4. #134
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Dec 2020
    Messaggi
    753
     Likes dati
    103
     Like avuti
    199
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Giò Visualizza Messaggio
    Se vuoi sapere qual era la posizione del fascismo italiano sull'aborto ti basta aprire un libro di storia o, se preferisci, la prima edizione del Codice Rocco, alla voce "Dei delitti contro la integrità e la sanità della stirpe".
    Per il resto, le tue sono argomentazioni di basso livello e mere provocazioni. Peraltro, un elogio dell'Aktion T4 è ai limiti dell'apologia di reato. Vai altrove.
    Graziedel suggerimento, ecco qui il testo, che perßo nn dice nulla contro gli aborti di storpi o di donne malate di mente
    Ho trovato e appena acquistato

    Molti, sani e forti
    L’eugenetica in Italia
    Di Francesco Cassata, lo conosci? È un buon testo per capire il dibattito sull eugenetica in Italia?


    LIBRO SECONDO
    DEI DELITTI IN PARTICOLARE

    TITOLO X
    Dei delitti contro la integrità e la sanità della stirpe (1)

    (1) Questo titolo è stato abrogato dall'art. 22, L. 22 maggio 1978, n. 194. Gli articoli così recitavano:"Art. 545. Aborto di donna non consenziente.
    Chiunque cagiona l'aborto di una donna, senza il consenso di lei, è punito con la reclusione da sette a dodici anni.
    Art. 546. Aborto di donna consenziente.
    Chiunque cagiona l'aborto di una donna, col consenso di lei, è punito con la reclusione da due a cinque anni.
    La stessa pena si applica alla donna che ha consentito all'aborto.
    Si applica la disposizione dell'articolo precedente:
    1) se la donna è minore degli anni quattordici, o, comunque, non ha capacità d'intendere o di volere;
    2) se il consenso è estorto con violenza, minaccia o suggestione, ovvero è carpito con inganno.
    Art. 547. Aborto procuratosi dalla donna.
    La donna che si procura l'aborto è punita con la reclusione da uno a quattro anni.
    Art. 548. Istigazione all'aborto.
    Chiunque fuori dei casi di concorso nel reato preveduto dall'articolo precedente, istiga una donna incinta ad abortire, somministrandole mezzi idonei, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.
    Art. 549. Morte o lesione della donna.
    Se dal fatto preveduto dall'articolo 545 deriva la morte della donna, si applica la reclusione da dodici a venti anni; se deriva una lesione personale, si applica la reclusione da dieci a quindici anni.
    Se dal fatto preveduto dall'articolo 546 deriva la morte della donna, la pena è della reclusione da cinque a dodici anni; se deriva una lesione personale, è della reclusione da tre a otto anni.
    Art. 550. Atti abortivi su donna ritenuta incinta.
    Chiunque somministra a una donna creduta incinta mezzi diretti a procurarle l'aborto, o comunque commette su lei atti diretti a questo scopo, soggiace, se dal fatto deriva una lesione personale o la morte della donna, alle pene rispettivamente stabilite dagli articoli 582, 583 e 584.
    Qualora il fatto sia commesso col consenso della donna, la pena è diminuita.
    Art. 551. Causa di onore.
    Se alcuno dei fatti preveduti dagli articoli 545, 546, 547, 548, 549 e 550 è commesso per salvare l'onore proprio o quello di un prossimo congiunto, le pene ivi stabilite sono diminuite dalla metà ai due terzi.
    Art. 552. Procurata impotenza alla procreazione.
    Chiunque compie, su persona dell'uno o dell'altro sesso, col consenso di questa, atti diretti a renderla impotente alla procreazione è punito con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da lire cinquantamila a duecentomila.
    Alla stessa pena soggiace chi ha consentito al compimento di tali atti sulla propria persona.
    Art. 553. Incitamento a pratiche contro la procreazione.
    Chiunque pubblicamente incita a pratiche contro la procreazione o fa propaganda a favore di esse è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a lire quattrocentomila.
    Tali pene si applicano congiuntamente se il fatto è commesso a scopo di lucro.
    Art. 554. Contagio di sifilide e di blenorragia.
    Chiunque, essendo affetto da sifilide e occultando tale suo stato, compie su taluno atti tali da cagionargli il pericolo di contagio, è punito, se il contagio avviene, con la reclusione da uno a tre anni.
    Alla stessa pena soggiace chi, essendo affetto da blenorragia e occultando tale suo stato, compie su taluno gli atti preveduti dalla disposizione precedente, se il contagio avviene e da esso deriva una lesione personale gravissima.
    In ambedue i casi il colpevole è punito a querela della persona offesa.
    Se il colpevole ha agito a fine di cagionare il contagio, si applicano le disposizioni degli articoli 583, 584 e 585.
    Art. 555. Circostanza aggravante e pena accessoria.
    Se il colpevole di uno dei delitti preveduti dall'articolo 545, dalla prima parte e dal secondo capoverso dell'articolo 546, dagli articoli 548, 549, 550, dalla prima parte dell'articolo 552 e dall'art. 553 è persona che esercita una professione sanitaria, la pena è aumentata.
    Nel caso di recidiva, l'interdizione dalla professione sanitaria è perpetua."

  5. #135
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    120,183
     Likes dati
    18,136
     Like avuti
    25,787
    Mentioned
    628 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Uomodiscienza Visualizza Messaggio
    Graziedel suggerimento, ecco qui il testo, che perßo nn dice nulla contro gli aborti di storpi o di donne malate di mente
    Ho trovato e appena acquistato

    Molti, sani e forti
    L’eugenetica in Italia
    Di Francesco Cassata, lo conosci? È un buon testo per capire il dibattito sull eugenetica in Italia?


    LIBRO SECONDO
    DEI DELITTI IN PARTICOLARE

    TITOLO X
    Dei delitti contro la integrità e la sanità della stirpe (1)

    (1) Questo titolo è stato abrogato dall'art. 22, L. 22 maggio 1978, n. 194. Gli articoli così recitavano:"Art. 545. Aborto di donna non consenziente.
    Chiunque cagiona l'aborto di una donna, senza il consenso di lei, è punito con la reclusione da sette a dodici anni.
    Art. 546. Aborto di donna consenziente.
    Chiunque cagiona l'aborto di una donna, col consenso di lei, è punito con la reclusione da due a cinque anni.
    La stessa pena si applica alla donna che ha consentito all'aborto.
    Si applica la disposizione dell'articolo precedente:
    1) se la donna è minore degli anni quattordici, o, comunque, non ha capacità d'intendere o di volere;
    2) se il consenso è estorto con violenza, minaccia o suggestione, ovvero è carpito con inganno.
    Art. 547. Aborto procuratosi dalla donna.
    La donna che si procura l'aborto è punita con la reclusione da uno a quattro anni.
    Art. 548. Istigazione all'aborto.
    Chiunque fuori dei casi di concorso nel reato preveduto dall'articolo precedente, istiga una donna incinta ad abortire, somministrandole mezzi idonei, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.
    Art. 549. Morte o lesione della donna.
    Se dal fatto preveduto dall'articolo 545 deriva la morte della donna, si applica la reclusione da dodici a venti anni; se deriva una lesione personale, si applica la reclusione da dieci a quindici anni.
    Se dal fatto preveduto dall'articolo 546 deriva la morte della donna, la pena è della reclusione da cinque a dodici anni; se deriva una lesione personale, è della reclusione da tre a otto anni.
    Art. 550. Atti abortivi su donna ritenuta incinta.
    Chiunque somministra a una donna creduta incinta mezzi diretti a procurarle l'aborto, o comunque commette su lei atti diretti a questo scopo, soggiace, se dal fatto deriva una lesione personale o la morte della donna, alle pene rispettivamente stabilite dagli articoli 582, 583 e 584.
    Qualora il fatto sia commesso col consenso della donna, la pena è diminuita.
    Art. 551. Causa di onore.
    Se alcuno dei fatti preveduti dagli articoli 545, 546, 547, 548, 549 e 550 è commesso per salvare l'onore proprio o quello di un prossimo congiunto, le pene ivi stabilite sono diminuite dalla metà ai due terzi.
    Art. 552. Procurata impotenza alla procreazione.
    Chiunque compie, su persona dell'uno o dell'altro sesso, col consenso di questa, atti diretti a renderla impotente alla procreazione è punito con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da lire cinquantamila a duecentomila.
    Alla stessa pena soggiace chi ha consentito al compimento di tali atti sulla propria persona.
    Art. 553. Incitamento a pratiche contro la procreazione.
    Chiunque pubblicamente incita a pratiche contro la procreazione o fa propaganda a favore di esse è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a lire quattrocentomila.
    Tali pene si applicano congiuntamente se il fatto è commesso a scopo di lucro.
    Art. 554. Contagio di sifilide e di blenorragia.
    Chiunque, essendo affetto da sifilide e occultando tale suo stato, compie su taluno atti tali da cagionargli il pericolo di contagio, è punito, se il contagio avviene, con la reclusione da uno a tre anni.
    Alla stessa pena soggiace chi, essendo affetto da blenorragia e occultando tale suo stato, compie su taluno gli atti preveduti dalla disposizione precedente, se il contagio avviene e da esso deriva una lesione personale gravissima.
    In ambedue i casi il colpevole è punito a querela della persona offesa.
    Se il colpevole ha agito a fine di cagionare il contagio, si applicano le disposizioni degli articoli 583, 584 e 585.
    Art. 555. Circostanza aggravante e pena accessoria.
    Se il colpevole di uno dei delitti preveduti dall'articolo 545, dalla prima parte e dal secondo capoverso dell'articolo 546, dagli articoli 548, 549, 550, dalla prima parte dell'articolo 552 e dall'art. 553 è persona che esercita una professione sanitaria, la pena è aumentata.
    Nel caso di recidiva, l'interdizione dalla professione sanitaria è perpetua."
    Non è che non dica niente, sic et simpliciter l'aborto era proibito in tutti i casi, senza eccezioni.
    Conosco quel testo che citi, ma ad ogni modo in Italia la maggioranza degli studiosi propugnava un'eugenetica molto diversa da quella diffusa nei paesi nordici ed anglosassoni perché escludeva il ricorso a mezzi come aborto, sterilizzazione et similia.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  6. #136
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Dec 2020
    Messaggi
    753
     Likes dati
    103
     Like avuti
    199
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Giò Visualizza Messaggio
    Non è che non dica niente, sic et simpliciter l'aborto era proibito in tutti i casi, senza eccezioni.
    Conosco quel testo che citi, ma ad ogni modo in Italia la maggioranza degli studiosi propugnava un'eugenetica molto diversa da quella diffusa nei paesi nordici ed anglosassoni perché escludeva il ricorso a mezzi come aborto, sterilizzazione et similia.
    Secondo te come mai il dbattito sull eugenetica in IT era diverso da quello nord EU? FOrse l influenza della chiesa cattolica rispetto a quelle protestanti?
    Alla fin fine i paesi che hanno fatto politiche eugenetiche ne hanno tratto benefici, chi non le ha fatte invece é rimasto al palo

  7. #137
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    120,183
     Likes dati
    18,136
     Like avuti
    25,787
    Mentioned
    628 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Uomodiscienza Visualizza Messaggio
    Secondo te come mai il dbattito sull eugenetica in IT era diverso da quello nord EU? FOrse l influenza della chiesa cattolica rispetto a quelle protestanti?
    Alla fin fine i paesi che hanno fatto politiche eugenetiche ne hanno tratto benefici, chi non le ha fatte invece é rimasto al palo
    L'Italia era una nazione cattolica ed era ovvio che certe teorie faticassero a circolare. Peraltro, l'eugenetica intesa come ricorso alla sterilizzazione e all'aborto è particolarmente aberrante ed i suoi supposti benefici sono tutt'altro che dimostrati.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  8. #138
    Forumista senior
    Data Registrazione
    02 Oct 2017
    Messaggi
    1,148
     Likes dati
    0
     Like avuti
    79
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Uomodiscienza Visualizza Messaggio
    E io sto facendo una domanda seria e ben argomentata: mettere al mondo uno storpio o crescerlo é una bestemmia contro la purezza e sanitá del volk. Cosa faceva la politica fascista? Io ero a favore e lo sono tutto ora dell AktionT4 nazista, é la cosa migliore che abbiano fatto e nn la facevano solo loro. PEr esempio se vai in Svezia vedi che sventole sono le svedesi, ma in Svezia hanno fatto un programma eugenetico dagli anni 30 agli anni 70. Se lo avessimo fatto anche noi avremmo piu fighe e meno cessi in giro tra le italiane, non credi?
    Quindi, tornando in topic: abortire uno storpio che ti va ad abbassare la qualitá genetica degli italiani deve essere permesso? Oppure lo mettiamo al mondo e lo sterilizziamo cosi nn propaga le sue tare genetiche?
    Io obbligherei le coppie che si sposano a fare screenng genetici e se sono portatori di tare varie li sterilizzerei, tempo 2-3 generazioni la nazione ne vede gli effetti positivi, vedi la Svezia
    Effettivamente hai ragione.

  9. #139
    Forumista senior
    Data Registrazione
    02 Oct 2017
    Messaggi
    1,148
     Likes dati
    0
     Like avuti
    79
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Giò Visualizza Messaggio
    L'Italia era una nazione cattolica ed era ovvio che certe teorie faticassero a circolare. Peraltro, l'eugenetica intesa come ricorso alla sterilizzazione e all'aborto è particolarmente aberrante ed i suoi supposti benefici sono tutt'altro che dimostrati.
    Visti i danni cagionati dal cattolicesimo?

  10. #140
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Feb 2014
    Messaggi
    3,578
     Likes dati
    287
     Like avuti
    248
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Aborto - il più grande dei genocidi.

    Citazione Originariamente Scritto da Vero Socialismo Visualizza Messaggio
    Visti i danni cagionati dal cattolicesimo?
    Che danni?

 

 
Pagina 14 di 44 PrimaPrima ... 413141524 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 13-11-20, 18:32
  2. Grande manifestazione contro l'aborto
    Di FalcoConservatore nel forum Conservatorismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-11-09, 22:09
  3. Grande Obama: Sì ad aborto e matrimoni gay
    Di Romamor80 nel forum Politica Estera
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 25-06-08, 01:17
  4. Genocidi USA: più di 90.000.000 di morti!!
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-07-04, 09:30
  5. Democrazia delegata & Genocidi
    Di Affus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28-09-03, 17:56

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •