User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Produttivismo realista
    Data Registrazione
    15 Jun 2014
    Località
    Città del Sole, Padova
    Messaggi
    632
     Likes dati
    55
     Like avuti
    212
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Tolleranza: tra la società aperta e il principio di esclusione

    La "Società aperta" è il principio-cardine dell'ideologia post-liberale di oggi. La sua teorizzazione risale ad Henri Bergson e a Karl Popper, che però ponevano una serie di sfide irrisolte, prima fra tutte le altre il problema della relazione con gli intolleranti. Chi si è occupato del "paradosso della tolleranza" fondato da Popper sostanzialmente sono John Rawls, Michael Rosenfeld e Michael Walzer. Tutti costoro, soprattutto Rawls e Rosenfeld, hanno affrontato il tema dell'esclusione. Ma l'esclusione implica l'esistenza di due gruppi, e soprattutto Bergson dice di tendere all'umanità, non alla città. Quali sono le conseguenze? Questo articolo cerca di rispondervi.

    Tollerare la tolleranza? La società aperta allo specchio


      
    «Crediamo nell’ assoluto politico che è l’ impero: aborriamo chi lo nomina invano».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista junior
    Data Registrazione
    30 Mar 2021
    Messaggi
    20
     Likes dati
    0
     Like avuti
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Tolleranza: tra la società aperta e il principio di esclusione

    Articolo interessante .
    Non mi è chiara in funzione del concetto di tolleranza e intolleranza la funzione della impossibilità di conoscenza della verità .
    A meno ovviamente che una effettiva conoscenza della verità precluda qualunque intolleranza nei confronti di chi è depositario della medesima .
    Comunque quanto mi risulta maggiormente oscura è la conclusione dell'articolo

    “E siamo sicuri che tra un ordine politico che si ammanta di libertà solo fino a quando la sua supremazia non è in pericolo e un altro ordine politico che fa a meno di questi infingimenti, ma che al contempo non esige di escludere in nome di una fumosa “umanità”, la scelta sarà sempre a favore del primo?”


    Non riesco ad identificare l'ordine politico che facendo a meno di infingimenti al contempo non esige di escludere in nome di una fumosa “umanità”

    O meglio una identificazione potrei anche averla ma non mi risulta sia un ordine politico che non esiga di escludere , magari non lo farà in nome di una fumosa umanità ma lo fà .

    Nel caso direi che l'eventuale scelta sia storicamente sempre stata in favore di questo secondo ordine politico .

 

 

Discussioni Simili

  1. Società aperta?
    Di Avanguardia nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29-05-13, 22:20
  2. Società Aperta (Enrico Cisnetto)
    Di lucifero nel forum Repubblicani
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 13-07-08, 15:16
  3. La comunità di destino, principio vitale delle società
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-12-06, 14:40
  4. La società aperta e i suoi nemici
    Di Red Shadow nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-07-06, 10:03
  5. La società aperta.
    Di nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-07-04, 09:47

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •