User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24
  1. #1
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
     Likes dati
    3,543
     Like avuti
    657
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Nella massima trasparenza, ecco alcune proposte per completare il testo della mozone di Socialismo Tricolore, in attesa del testo definitivo

    Tutti gli interessati si esprimano !

    -Innalzamento dell’aliquota massima IRPEF dal 48% al 50%, e contestuale diminuzione delle aliquote IRPEF del 33 e 23% rispettivamente al 30 e al 20%. Imposizione del principio di progressività per le addizionali regionali di tassazione
    -Introduzione di una tassa ecologica sul consumo di terreno, aria, acqua, risorse energetiche e sostanze inquinanti, il cui gettito sia indirizzato prioritariamente alla contestuale riduzione dell’IRAP, a partire dalle piccole e medie imprese.
    - Dual Income Tax per gli investimenti in ricerca e sviluppo, modernizzazione degli impianti, collaborazione inter-aziendale e sicurezza sul lavoro, con cogestione dei fondi così concessi tra azienda e rappresentanti dei lavoratori.
    -Introduzione di un meccanismo di Negative Income Tax che unifichi pensioni minime, ammortizzatori e aiuti sociali, cassa integrazione ordinaria, e che sia concesso in servizi e aiuti monetari diretti a chi perda il proprio lavoro e accetti la riqualificazione professionale, agli studenti, ai pensionati e a chi abbia un reddito inferiore a 6000 euro annui, ‘per raggiungere tale soglia minima di mantenimento
    - Defiscalizzazione totale dei ricavi e delle buste paga per le nuove imprese aperte in tutto il territorio nazionale che abbiano meno di 15 dipendenti per un periodo di 3 anni, defiscalizzazione parziale e progressivamente minore in base alla grandezza per le imprese con più di 15 dipendenti, purché sia comprovato e verificato il completo rispetto delle normative in materia di sicurezza sul luogo di lavoro e sull'inquinamento.
    - Nuovi finanziamenti per il rinnovo dell'edilizia pubblica sia popolare che scolastica, di competenza regionale e provinciale.
    - Introduzione di una normativa per legare gli aiuti pubblici alle grandi imprese in difficoltà ad accordi circa la permanenza della produzione (quindi dei posti di lavoro) sul territorio per un tempo indeterminato o comunque molto ampio. Concessione di fondi per la sola internazionalizzazione delle attività.
    - Lotta risoluta all'evasione fiscale, si tratti di grandi o piccoli evasori su tutto il territorio nazionale, ripristinando i punti del precedente Decreto Bersani e imponendo transazioni telematiche per importi superiori a 100 euro.
    - Riforme del sistema televisivo pubblico sul modello spagnolo e francese, mantendone il carattere pubblico.
    - Istituzione di un ente nazionale per il rinnovo e la ristrutturazione del sistema dei trasporti nazionali, il cui finanziamento e la gestione siano affidati in maniera condivisa a regioni e stato centrale, con quest'ultimo rappresentato dal ministro dei trasporti.
    - Riforme del settore scolastico: salvaguardia dell’eccellenza nella scuola elementare, riduzione e progressiva abolizione della scuola media, sul modello della Riforma De Mauro: scuola elementare, avviamento comune quadriennale agli studi superiori, triennio formativo più specializzato, per impedire la svalutazione di materie e capacità. Valutazione dei docenti con test nazionali. Tetto massimo di 15-20 alunni per classe.
    -Riforme del settore universitario: 50% del FFO concesso su criteri meritocratici, insegnamenti triennali a crediti liberi e accesso libero, insegnamenti specialistici professionalizzanti, con verifica delle capacità all’accesso, abolizione del valore legale e degli ordini professionali, contratti unici della docenza e della ricerca con stabilizzazione progressiva, revisione dei criteri di valutazione attuale delle università. Costituzione di poli universitari regionali, limite massimo di 40 000 studenti in una singola sede.
    -Tassazione patrimoniale dello 0,5% sui patrimoni superiori a 5 milioni di euro, ripristino della tassa di successione per capitali della medesima portata, uniformare la tassazione delle rendite finanziarie alla media europea.
    -Affido a cooperative sociali o di utenti, o all’azionariato popolare, di servizi pubblici locali, mantenendone il carattere solidale e popolare.
    - Normative che favoriscano sia attraverso una debuocratatizzazione sia tramite la leva fiscale l'acquisto delle imprese a rischio fallimento da parte di cooperative composte dai dipendenti dell'impresa stessa.
    - Normative che favoriscano tramite incentivi ed esoneri fiscali la co-partecipazione alla gestione, ai ricavi ed alle perdite dei dipendenti delle imprese.
    - Incentivi fiscali alle imprese di qualsiasi grandezza che creino un asilo aziendale.
    - Introduzione di meccanismi meritocratici presso le PA. Introduzione di meccanismi che aumentino il salario del dipendente capace in base ad una valutazione il più imparziale ed impersonale possibile della produttività e della capacità del dipendente pubblico.
    - Introduzione del contratto unico di lavoro e di un meccanismo di assicurazione contro la disoccupazione sul modello bonus /malus, aggiuntivo rispetto alla negative income tax..
    - Finanziamenti della ricerca pubblica in materia energetica, sia del nucleare che di fonti alternative.
    - Mantenimento delle quote governative nelle aziende strategiche, nazionalizzazione della rete elettrica, telefonica e energetica per garantire la concorrenza.
    - Considerevoli aumenti delle percentuali di PIL impiegati nel campo della ricerca, fino ad arrivare ad un limite minimo del 3% del PIL totale.
    - Normative di controllo delle quote del mercato dell'editoria radio-televisiva. Potranno essere controllate fino ad un massimo del 15% delle quote complessive. Va reso impossibile il ricrearsi di anomalie politico-mediatiche, che la concorrenza onesta impediscano questa evenienza.

    Legalità e moralità nella politica

    - Introduzioni di speciali normative contro la corruzione a tutti i livelli della PA con sanzioni riguardanti sia il mantenimento del posto di lavoro sia il risarcimento dei soldi pubblici sottratti.
    - Introduzione di una norma, sul modello americano, circa il conflitto di interessi. Chi possiede grandi o piccole concentrazioni di imprese NON deve poter entrare in politica a meno che non affidi ad un blind trust il controllo di queste concentrazioni.
    - Normative sull'utilizzo delle intercettazioni nelle indagini.
    - Opposizione senza se e senza ma a qualsiasi condono fiscale in qualsiasi forma lo si voglia o possa presentare.
    -Arresto immediato per l’utilizzo di lavoro nero, con favoreggiamento dell’immigrazione clandestina aggravante.
    - Introduzione di normative circa l'assenteismo dei nostri rappresentanti politici, sia a livello nazionale che regionale. In caso di ripetute assenze o conclarata improduttività non giustificate verrà ridotto lo stipendio fino ad un massimo del 90%.
    - Eliminazione del meccanismo privilegiato circa il pensionamento dei parlamentari.
    - Riduzione dello stipendio dei nostri rappresentati a qualsiasi livello fino a portarlo ai due terzi dello stipendio di un giudice di cassazione.
    -Norma Salvi-Villone sulle consulenze.
    - Normative riguardanti la limitazione dell'uso delle auto blu e dei voli di stato.
    - Introduzione di normative circa la candidabilità dei cittadini. Coloro che in passato hanno subito condanni di terzo grado per corruzione, truffa o concorso mafioso e reati simili NON possono essere candidabili per un periodo di 15 anni.
    - Eliminazione totale e complessiva dei finanziamenti ai giornali di partito.
    - Introduzione di accordi bilaterali per far si che i residenti non italiani sia legalmente che illegalmente scontino le pene per i reati comessi sul territorio nazionale nei paesi di origine.
    - Normative che pongano un tetto massimo ai salari dei dirigenti degli enti pubblici.
    - Normative che creino maggiore trasparenza circa le aste pubbliche di assegnazione degli appalti pubblici.
    - Regolamentazione della vendita delle frequenze televisive pubbliche secondo parametri di libera concorrenza, trasparenza e correttezza sia a livello locale che nazionale.

    Riforme istituzionali

    - Introduzione di un sistema federale alla tedesca.
    - Riforma della legge elettorale in senso proporzionale tedesco o spagnolo.

    Diritti civili, integrazione e società

    - Introduzione di normative circa il fine vita, in maniera tale che non si verifichino più polemiche simili a quelle a cui abbiamo assistito durante il caso englaro. Lo Stato dovrà assicurare che la volontà del cittadino incapace di esprimesi al momento venga rispettata.
    - Introduzione di normative che riconoscano presso lo Stato le coppie di fatto (CO.CI: coppie civiche) e che attribuiscano ai partner diritti e doveri reciproci ben delimitati e definiti.
    - Introduzione di un’ora di educazione civica a fianco di una di storia delle religioni.
    - Liberalizzazione parziale delle droghe, facendo una distinzione ben netta tra droghe leggere e droghe pesanti.
    - Finanziamenti per il completamento della rete internet WiFi a livello nazionale, in maniera tale da garantire a tutti i cittadini l'accesso gratuito ad internet.
    - Normative in tutela della libertà di informazione, sia su internet che sulla carta stampata.
    - Tutela della legge 194 circa l'aborto. Il Diritto delle Cittadine è sacrosanto e lo Stato deve tutelarlo.
    -Riorientamento burocratico: spostamento di competenze burocratiche attualmente affidate alla polizia di Stato agli enti comunali, contestuale abolizione di province, micro comuni e comunità montane “sospette”, blocco delle assunzioni contestuale al riassorbimento delle eccedenze e mobilità settoriale e geografica dei dipendenti pubblici.

    Immigrazione

    Rafforzare la distinzione tra lavoratori occasionali / temporanei e chi ha intenzione di costruire una vita nel nostro Paese è fondamentale, come fondamentale è contrastare lo sfruttamento.
    -Già citata norma sul lavoro nero.
    -Modifica della Bossi-Fini per ammettere sindacati, associazioni e singoli, tramite apposite cauzioni, come sponsor; portabilità dei benefici pensionistici.
    -Introduzione di un permesso di ricerca lavoro della durata di un anno.
    -Progressiva abolizione dei decreti flussi e regolarizzazione degli extracomunitari attualmente presenti sul territorio italiano.
    -Concessione dei benefici welfaristici agli immigrati residenti da più di due anni e mezzo che oltre ai corsi di lingua italiana si impegnino a seguire corsi di diritto e Costituzione.
    -Meccanismo di libera chiamata della manodopera straniera, attraverso enti appositi che andranno costituiti nelle ambasciate dei paesi a maggiore intensità di emigrazione, gestiti dal nostro corpo diplomatico, da rappresentanti sindacali e delle associazioni di categoria nazionali e locali.
    -No ai respingimenti in mare.
    -Divisione tra Centri di Permanenza Temporanea, in cui alloggiare extracomunitari in attesa di identificazione o rimpatrio, e gestiti da associazioni di solidarietà, e Centri di Espulsione, gestiti dalle forze dell’Ordine per i criminali in attesa di espulsione.
    -Concessione dela Cittadinanza in seguito a domanda di apertura del procedimento, a cui seguirà un periodo di 5 anni di corsi di lingua, diritto e Costituzione intensivi, con esame finale.
    -Tetto massimo del 20% di alunni extracomunitari non nati in Italia nelle classi, sedute di potenziamento della lingua.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    93,833
     Likes dati
    19,127
     Like avuti
    32,839
    Mentioned
    996 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Notevole lavoro che si può condividere in alcuni punti. I miei camerateschi auguri per il tuo tentativo al congresso.
    "Io nacqui a debellar tre mali estremi: / tirannide, sofismi, ipocrisia"


    IL DISPUTATOR CORTESE

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

  3. #3
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
     Likes dati
    2,983
     Like avuti
    6,454
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Manfr, ma anche te....
    Anziché fare la mozione nuova indicavi le proposte extra e le inserivo volentieri nel mio programma...
    La base è simile.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  4. #4
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
     Likes dati
    3,543
     Like avuti
    657
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Dimenticavo,

    DEBITO PUBBLICO: tassa sui profitti bancari sul modello ungherese; valorizzazione del patrimonio demaniale pubblico tramite una holding incaricata di gestirne l'affitto e, in casi eccezionali, la vendita.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  5. #5
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
     Likes dati
    3,543
     Like avuti
    657
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    Manfr, ma anche te....
    Anziché fare la mozione nuova indicavi le proposte extra e le inserivo volentieri nel mio programma...
    La base è simile.
    Non ho mai partecipato alla stesura di una mozione, era ora di iniziare

    Scherzi a parte, credo che la terza mozione si incuneerà efficacemente come collante tra le posizioni più liberal e quelle più vetero all'interno del partito, e questa è la sua fondamentale funzione equilibrio e bilanciamento delle opposte spinte tra Stato e Mercato !
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  6. #6
    Basileus ton Romaion
    Data Registrazione
    28 Mar 2006
    Località
    Neà Ròmi
    Messaggi
    17,929
     Likes dati
    52
     Like avuti
    187
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Terza Mozione unica opposizione.
    Questa è l'Italia del futuro: un Paese di musichette mentre fuori c'è la Morte

  7. #7
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,767
     Likes dati
    3,474
     Like avuti
    4,270
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    Nella massima trasparenza, ecco alcune proposte per completare il testo della mozone di Socialismo Tricolore, in attesa del testo definitivo
    Proviamo a dire la mia. Come sempre, i miei commenti in rosso.
    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    -Innalzamento dell’aliquota massima IRPEF dal 48% al 50%, e contestuale diminuzione delle aliquote IRPEF del 33 e 23% rispettivamente al 30 e al 20%. Imposizione del principio di progressività per le addizionali regionali di tassazione
    Yes, we can. Anche se devo dire che ritoccherei verso l'alto le scansioni reddituali.

    -Introduzione di una tassa ecologica sul consumo di terreno, aria, acqua, risorse energetiche e sostanze inquinanti, il cui gettito sia indirizzato prioritariamente alla contestuale riduzione dell’IRAP, a partire dalle piccole e medie imprese.
    Non capisco: così formulata sembra essere una "tassa sull'aria che respiriamo". È diretta alle attività industriali? In tal caso limiterei i settori a quelli maggiormente inquinanti, per non castrare la produzione industriale.

    - Dual Income Tax per gli investimenti in ricerca e sviluppo, modernizzazione degli impianti, collaborazione inter-aziendale e sicurezza sul lavoro, con cogestione dei fondi così concessi tra azienda e rappresentanti dei lavoratori.
    Dual Income Tax = ? Se sono agevolazioni fiscali su ricerca, sviluppo, sicurezza e modernizzazioni, sono d'accordo. La collaborazione inter-aziendale non rischia di costringere le PMI a fondersi?

    -Introduzione di un meccanismo di Negative Income Tax che unifichi pensioni minime, ammortizzatori e aiuti sociali, cassa integrazione ordinaria, e che sia concesso in servizi e aiuti monetari diretti a chi perda il proprio lavoro e accetti la riqualificazione professionale, agli studenti, ai pensionati e a chi abbia un reddito inferiore a 6000 euro annui, ‘per raggiungere tale soglia minima di mantenimento
    Parla come mangi Anzi, come parlerebbe chi non ha fatto nulla di politica fiscale. In linea generale sarei contrario ad unificare la CGO con le pensioni minime.

    - Defiscalizzazione totale dei ricavi e delle buste paga per le nuove imprese aperte in tutto il territorio nazionale che abbiano meno di 15 dipendenti per un periodo di 3 anni, defiscalizzazione parziale e progressivamente minore in base alla grandezza per le imprese con più di 15 dipendenti, purché sia comprovato e verificato il completo rispetto delle normative in materia di sicurezza sul luogo di lavoro e sull'inquinamento.
    Completamente d'accordo. Le PMI sono la salvezza d'Italia.

    - Nuovi finanziamenti per il rinnovo dell'edilizia pubblica sia popolare che scolastica, di competenza regionale e provinciale.
    Anche qui, d'accordo, ma magari se si aggiunge che l'edilizia pubblica dovrebbe essere destinata alla proprietà agevolata forse è meglio.

    - Introduzione di una normativa per legare gli aiuti pubblici alle grandi imprese in difficoltà ad accordi circa la permanenza della produzione (quindi dei posti di lavoro) sul territorio per un tempo indeterminato o comunque molto ampio. Concessione di fondi per la sola internazionalizzazione delle attività.
    L'internazionalizzazione delle attività vuol dire delocalizzazione?

    - Lotta risoluta all'evasione fiscale, si tratti di grandi o piccoli evasori su tutto il territorio nazionale, ripristinando i punti del precedente Decreto Bersani e imponendo transazioni telematiche per importi superiori a 100 euro.
    100 euro sono pochi, alzerei fino a 1.000. Oppure bisognerebbe studiare un modo per evitare che le transazioni telematiche vadano solo ad ingrassare le banche.

    - Riforme del sistema televisivo pubblico sul modello spagnolo e francese, mantendone il carattere pubblico.
    Non sono Enrico Ma mi fido.

    - Istituzione di un ente nazionale per il rinnovo e la ristrutturazione del sistema dei trasporti nazionali, il cui finanziamento e la gestione siano affidati in maniera condivisa a regioni e stato centrale, con quest'ultimo rappresentato dal ministro dei trasporti.
    Bien

    - Riforme del settore scolastico: salvaguardia dell’eccellenza nella scuola elementare, riduzione e progressiva abolizione della scuola media, sul modello della Riforma De Mauro: scuola elementare, avviamento comune quadriennale agli studi superiori, triennio formativo più specializzato, per impedire la svalutazione di materie e capacità. Valutazione dei docenti con test nazionali. Tetto massimo di 15-20 alunni per classe.
    Si toglierebbe un anno di scuola, misura francamente evitabile. Piuttosto sarebbe saggia una modifica consistente nella reintroduzione del Ginnasio, naturalmente senza che sia affiancato dall'avviamento professionale.
    Quindi un quinquennio di elementari, un quinquennio ginnasiale e un triennio intensamente specializzante.

    I 15-20 alunni per classe secondo me potrebbero essere pura utopia. 25 sono, a mio parere, un numero adeguato.
    Inoltre, sarà una mia ossessione, ribadirei l'attenzione per il Libro di Testo "unico" a lunga permanenza, scelto naturalmente in base a criteri oggettivi e non politici (è importante soprattutto nelle discipline storiche e filosofiche).

    -Riforme del settore universitario: 50% del FFO concesso su criteri meritocratici, insegnamenti triennali a crediti liberi e accesso libero, insegnamenti specialistici professionalizzanti, con verifica delle capacità all’accesso, abolizione del valore legale e degli ordini professionali, contratti unici della docenza e della ricerca con stabilizzazione progressiva, revisione dei criteri di valutazione attuale delle università. Costituzione di poli universitari regionali, limite massimo di 40 000 studenti in una singola sede.
    Alcuni ordini professionali li manterrei (medici e ingegneri). Sono d'accordo con le "Università Regionali", se costituite attraverso una federazione delle università esistenti, e non attraverso la loro soppressione.
    Quanto alla valutazione dell'università, suggerirei il meccanismo del Peer Review.


    -Tassazione patrimoniale dello 0,5% sui patrimoni superiori a 5 milioni di euro, ripristino della tassa di successione per capitali della medesima portata, uniformare la tassazione delle rendite finanziarie alla media europea.
    La patrimoniale non mi è mai piaciuta moltissimo, direi di alzare ulteriormente la soglia e di aumentare leggermente la percentuale. In fin dei conti son pur sempre risparmi.
    D'accordo sulla Successione e sulle rendite finanziarie.


    -Affido a cooperative sociali o di utenti, o all’azionariato popolare, di servizi pubblici locali, mantenendone il carattere solidale e popolare.
    Che ha di male la cara vecchia municipalizzata? Comunque sono d'accordo, anche se le municipalizzate hanno il grosso vantaggio di poter scaricare parte dei costi sulle tasse comunali.

    - Normative che favoriscano sia attraverso una debuocratatizzazione sia tramite la leva fiscale l'acquisto delle imprese a rischio fallimento da parte di cooperative composte dai dipendenti dell'impresa stessa.
    Palesemente d'accordo. Basta che siano reali cooperative, e non cooperative che poi diventano meri azionariati neanche tanto diffusi.

    - Normative che favoriscano tramite incentivi ed esoneri fiscali la co-partecipazione alla gestione, ai ricavi ed alle perdite dei dipendenti delle imprese.
    Palesemente d'accordo.

    - Incentivi fiscali alle imprese di qualsiasi grandezza che creino un asilo aziendale.
    Daje.

    - Introduzione di meccanismi meritocratici presso le PA. Introduzione di meccanismi che aumentino il salario del dipendente capace in base ad una valutazione il più imparziale ed impersonale possibile della produttività e della capacità del dipendente pubblico.
    Buono così.

    - Introduzione del contratto unico di lavoro e di un meccanismo di assicurazione contro la disoccupazione sul modello bonus /malus, aggiuntivo rispetto alla negative income tax.
    Contratto unico di lavoro? Non è sufficiente il CCN?

    - Finanziamenti della ricerca pubblica in materia energetica, sia del nucleare che di fonti alternative.
    Daje.

    - Mantenimento delle quote governative nelle aziende strategiche, nazionalizzazione della rete elettrica, telefonica e energetica per garantire la concorrenza.
    Concordo. Inoltre aziende come l'ENI dovrebbero essere riportate a un regime pubblicistico.

    - Considerevoli aumenti delle percentuali di PIL impiegati nel campo della ricerca, fino ad arrivare ad un limite minimo del 3% del PIL totale.
    Daje.

    - Normative di controllo delle quote del mercato dell'editoria radio-televisiva. Potranno essere controllate fino ad un massimo del 15% delle quote complessive. Va reso impossibile il ricrearsi di anomalie politico-mediatiche, che la concorrenza onesta impediscano questa evenienza.
    Tutto sommato non è centrale.

    Legalità e moralità nella politica

    - Introduzioni di speciali normative contro la corruzione a tutti i livelli della PA con sanzioni riguardanti sia il mantenimento del posto di lavoro sia il risarcimento dei soldi pubblici sottratti.
    Sacrosanto.

    - Introduzione di una norma, sul modello americano, circa il conflitto di interessi. Chi possiede grandi o piccole concentrazioni di imprese NON deve poter entrare in politica a meno che non affidi ad un blind trust il controllo di queste concentrazioni.
    Come già detto, eviterei di estendere la norma anche ai livelli più bassi della Politica.

    - Normative sull'utilizzo delle intercettazioni nelle indagini.
    Cioè? Una diversa regolamentazione? Una nuova regolamentazione? Un restringimento cainanesco?

    - Opposizione senza se e senza ma a qualsiasi condono fiscale in qualsiasi forma lo si voglia o possa presentare.
    Daje.

    -Arresto immediato per l’utilizzo di lavoro nero, con favoreggiamento dell’immigrazione clandestina aggravante.
    Assolutamente. E il lavoro autonomo in nero? Io lo distinguerei dal lavoro dipendente in nero.

    - Introduzione di normative circa l'assenteismo dei nostri rappresentanti politici, sia a livello nazionale che regionale. In caso di ripetute assenze o conclarata improduttività non giustificate verrà ridotto lo stipendio fino ad un massimo del 90%.
    Assai.

    - Eliminazione del meccanismo privilegiato circa il pensionamento dei parlamentari.
    Il vitalizio lo ridurrei sensibilmente, ma è assurdo che chi abbia servito la nazione per decenni non abbia diritto a nessun trattamento vitalizio anche cessato dal servizio.

    - Riduzione dello stipendio dei nostri rappresentati a qualsiasi livello fino a portarlo ai due terzi dello stipendio di un giudice di cassazione.
    No, sono abbastanza in disaccordo. Il Presidente della Repubblica, i Giudici di C. Cost., il Presidente del Consiglio e gli altri altissimi governanti dovrebbero avere di più.

    -Norma Salvi-Villone sulle consulenze.
    No Idea, ma mi fido. XD

    - Normative riguardanti la limitazione dell'uso delle auto blu e dei voli di stato.
    Daje.

    - Introduzione di normative circa la candidabilità dei cittadini. Coloro che in passato hanno subito condanni di terzo grado per corruzione, truffa o concorso mafioso e reati simili NON possono essere candidabili per un periodo di 15 anni.
    D'accordo.

    - Eliminazione totale e complessiva dei finanziamenti ai giornali di partito.
    Io allora rentrodurrei il finanziamento pubblico ai partiti e buona notte.

    - Introduzione di accordi bilaterali per far si che i residenti non italiani sia legalmente che illegalmente scontino le pene per i reati comessi sul territorio nazionale nei paesi di origine.
    D'accordo.

    - Normative che pongano un tetto massimo ai salari dei dirigenti degli enti pubblici.
    Riferite allo stipendio del Cons. di Cassazione? Why Not?

    - Normative che creino maggiore trasparenza circa le aste pubbliche di assegnazione degli appalti pubblici.
    Ancora maggiore? Ok!

    - Regolamentazione della vendita delle frequenze televisive pubbliche secondo parametri di libera concorrenza, trasparenza e correttezza sia a livello locale che nazionale.
    Se si vuole

    Riforme istituzionali

    - Introduzione di un sistema federale alla tedesca.
    Vedrei meglio un sistema alla Spagnuola.

    - Riforma della legge elettorale in senso proporzionale tedesco o spagnolo.
    A me la legge elettorale corrente con la Preferenza non sembra malissimo.

    Diritti civili, integrazione e società

    - Introduzione di normative circa il fine vita, in maniera tale che non si verifichino più polemiche simili a quelle a cui abbiamo assistito durante il caso Englaro. Lo Stato dovrà assicurare che la volontà del cittadino incapace di esprimesi al momento venga rispettata.
    Basta che la volontà sia previamente, liberamente e validamente espressa in forma scritta o comunque inalterabile.
    Gli interdetti (giudiziali), i minori e chi era comunque in condizione di incapacità di intendere e di volere sono fuori da questo spettro.


    - Introduzione di normative che riconoscano presso lo Stato le coppie di fatto (CO.CI: coppie civiche) e che attribuiscano ai partner diritti e doveri reciproci ben delimitati e definiti.
    Di nuovo, mi limiterei ad agire sul Codice Civile. A questo punto io le chiamerei Patti di Solidarietà, per aprire la strada anche a legami affettivi non amorosi.

    - Introduzione di un’ora di educazione civica a fianco di una di storia delle religioni.
    Mi piacerebbe che fosse educazione patriottica In ogni caso l'ora di "storia delle religioni" rasenta l'inutilità.

    - Liberalizzazione parziale delle droghe, facendo una distinzione ben netta tra droghe leggere e droghe pesanti.
    Contrario, per la "teoria della trasgressione". Se non "trasgredisci" più fumandoti lo spinello (che non ha effetti di sorta se non quello di farti sembrare una zecca), passi alla pista di coca.

    - Finanziamenti per il completamento della rete internet WiFi a livello nazionale, in maniera tale da garantire a tutti i cittadini l'accesso gratuito ad internet.
    Assolutamente.

    - Normative in tutela della libertà di informazione, sia su internet che sulla carta stampata.
    Se proprio son necessarie XDDD (attenzione: scherzo!)

    - Tutela della legge 194 circa l'aborto. Il Diritto delle Cittadine è sacrosanto e lo Stato deve tutelarlo.
    Io mirerei soprattutto a garantire le strade alternative all'aborto: è vergognoso che una madre abortisca perché non può mantenere il figlio. Inoltre, eviterei anche l'incoraggiamento dell'aborto, fatto salva la decisione ultima.

    -Riorientamento burocratico: spostamento di competenze burocratiche attualmente affidate alla polizia di Stato agli enti comunali, contestuale abolizione di province, micro comuni e comunità montane “sospette”, blocco delle assunzioni contestuale al riassorbimento delle eccedenze e mobilità settoriale e geografica dei dipendenti pubblici.
    Mamma mia quanta roba
    Alura.
    Le competenze burocratiche che individui quali sono? Pratiche immigratorie? Meglio trasferirle alle Prefetture-UTG che ai comuni o, al limite, alle Regioni. Se invece sono altre... On. Manfr, si spieghi!
    Sostengo l'opportunità dell'inserimento di una dimensione minima di comuni, province e regioni, sotto alla quale scatta l'accorpamento.
    Le Province si potrebbero abolire, al prezzo però di un radicale ripensamento dei confini delle Regioni.


    Immigrazione

    Rafforzare la distinzione tra lavoratori occasionali / temporanei e chi ha intenzione di costruire una vita nel nostro Paese è fondamentale, come fondamentale è contrastare lo sfruttamento.
    D'accordo.

    -Già citata norma sul lavoro nero.
    -Modifica della Bossi-Fini per ammettere sindacati, associazioni e singoli, tramite apposite cauzioni, come sponsor; portabilità dei benefici pensionistici.
    Sinceramente ne diffido. Anzi, tecnicamente una persona potrebbe operare discriminazioni razziali (che ne so, "importare" africani, asiatici o slavi) nella scelta delle persone da sponsorizzare.

    -Introduzione di un permesso di ricerca lavoro della durata di un anno.
    Anche di meno... un'ora? Scherzo! Mi sembra una cosa non molto necessaria.

    -Progressiva abolizione dei decreti flussi e regolarizzazione degli extracomunitari attualmente presenti sul territorio italiano.
    Senza decreti flussi? onf: Entrata "libera"?

    -Concessione dei benefici welfaristici agli immigrati residenti da più di due anni e mezzo che oltre ai corsi di lingua italiana si impegnino a seguire corsi di diritto e Costituzione.
    Due anni e mezzo e basta? onf: Secondariamente, mi duole assumere una posizione così poco di sinistra, ma... non è la Costituzione a fare l'Italia, nè costituisce (mi si perdoni il gioco di parole) la sua anima. Se uno supera un esamino di diritto costituzionale non è detto che abbia acquisito i valori dell'italianità (NO, non sono quelli dell'Impero e della pura razza ariana ). Anzi, sinceramente più uno apprende sulle leggi italiane e meno vuole integrarsi

    -Meccanismo di libera chiamata della manodopera straniera, attraverso enti appositi che andranno costituiti nelle ambasciate dei paesi a maggiore intensità di emigrazione, gestiti dal nostro corpo diplomatico, da rappresentanti sindacali e delle associazioni di categoria nazionali e locali.
    Basta che ci siano i sindacati a vigilare

    -No ai respingimenti in mare.
    :gluglu:

    -Divisione tra Centri di Permanenza Temporanea, in cui alloggiare extracomunitari in attesa di identificazione o rimpatrio, e gestiti da associazioni di solidarietà, e Centri di Espulsione, gestiti dalle forze dell’Ordine per i criminali in attesa di espulsione.
    Perché ho l'impressione che i CPT diverrebbero dei colabrodo? Forse sarebbe meglio affidare anche questi alle FFOO, facendo salva la distinzione.

    -Concessione dela Cittadinanza in seguito a domanda di apertura del procedimento, a cui seguirà un periodo di 5 anni di corsi di lingua, diritto e Costituzione intensivi, con esame finale.
    Come sopra. Qui si supera perfino lo ius soli. Mah.

    -Tetto massimo del 20% di alunni extracomunitari non nati in Italia nelle classi, sedute di potenziamento della lingua.
    Questo sì
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  8. #8
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
     Likes dati
    3,543
     Like avuti
    657
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    I primi due interventi riguardano risp. industrie (bene la distinzione sull'altamente inquinante) e incentivi, in pratica sconti di aliquota !

    -Introduzione di un meccanismo di Negative Income Tax che unifichi pensioni minime, ammortizzatori e aiuti sociali, cassa integrazione ordinaria, e che sia concesso in servizi e aiuti monetari diretti a chi perda il proprio lavoro e accetti la riqualificazione professionale, agli studenti, ai pensionati e a chi abbia un reddito inferiore a 6000 euro annui, ‘per raggiungere tale soglia minima di mantenimento

    In pratica è un reddito di cittadinanza vincolato a alcuni prerequisiti per non diventare reddito di fannullaggine !

    [B]L'internazionalizzazione delle attività vuol dire delocalizzazione?[/B
    ]Nu, vuol dire espandere la produzione all'estero senza toccare quella nazionale !

    Piuttosto sarebbe saggia una modifica consistente nella reintroduzione del Ginnasio, naturalmente senza che sia affiancato dall'avviamento professionale.
    Quindi un quinquennio di elementari, un quinquennio ginnasiale e un triennio intensamente specializzante.


    Buono !


    Alcuni ordini professionali li manterrei (medici e ingegneri). Sono d'accordo con le "Università Regionali", se costituite attraverso una federazione delle università esistenti, e non attraverso la loro soppressione.
    Quanto alla valutazione dell'università, suggerirei il meccanismo del Peer Review.


    Oki

    Contratto unico di lavoro? Non è sufficiente il CCN?

    Si tratta di una forma contrattuale sostitutiv rispetto alla legge 30, con un contratto a tempo indeterminato ma licenziabilità dietro indennizzo per i primi tre anni ! Sul CCN, anzichè incentivare il secondo livello aziendale, io sarei per incentivare contratti riguardanti la medesima filiera produttiva!

    - Normative sull'utilizzo delle intercettazioni nelle indagini.
    Cioè? Una diversa regolamentazione? Una nuova regolamentazione? Un restringimento cainanesco?


    Io sanzionerei l'uso giornalistico di notizie non connesse al reato prima che il processo sia partito !

    Assolutamente. E il lavoro autonomo in nero? Io lo distinguerei dal lavoro dipendente in nero.

    Concordo !! In che forma ??


    No, sono abbastanza in disaccordo. Il Presidente della Repubblica, i Giudici di C. Cost., il Presidente del Consiglio e gli altri altissimi governanti dovrebbero avere di più.

    Sì, era per parlamentari e consiglieri regionali !

    -Norma Salvi-Villone sulle consulenze.
    No Idea, ma mi fido. XD


    Dirigenti non esterni, e tagli prioritari a incarichi e consulenze in caso di necessità !

    Io allora rentrodurrei il finanziamento pubblico ai partiti e buona notte. Concordo "!

    - Introduzione di un sistema federale alla tedesca.
    Vedrei meglio un sistema alla Spagnuola.


    Lo spagnolo più per le regioni a Statuto Speciale (tra cui va assolutamente incluso il Veneto !).

    Di nuovo, mi limiterei ad agire sul Codice Civile. A questo punto io le chiamerei Patti di Solidarietà, per aprire la strada anche a legami affettivi non amorosi.

    Concordo : la genialità dei DICO imho stava nella loro apertura a situazioni non necessariamente affettive, ma di semplice convivenza, de facto rendedo "conveniente" la solidarietà, nella nostra società atomizzata !

    Io mirerei soprattutto a garantire le strade alternative all'aborto: è vergognoso che una madre abortisca perché non può mantenere il figlio. Inoltre, eviterei anche l'incoraggiamento dell'aborto, fatto salva la decisione ultima.

    D'accordo !

    Le competenze burocratiche che individui quali sono? Pratiche immigratorie? E passaporti, tutte le cose ch ingolfano le questure

    Basta che ci siano i sindacati a vigilare

    Questo punto va letto in combinato con gli altri: nonostante flussi sempre più generosi e immancabili condoni, il numero dei clandestini non accenna a diminuire. Questo perchè la domanda rimane alta e la BossiFini, imponendo all'imprenditore di cercarsi lavoro in loco, incentiva a importare clandestini, più semplice, e poi al più fargli il contratto a distanza di tempo, magari approfittando della sanatoria. Questo meccansmo invece permetterebbe: a chi ha il contratto scaduto una proroga sulla scadenza del permesso di soggiorno per cercarsi un altro lavoro, senza darsi alla macchia; agli immigrati con un gruzzolo di venire da sè in Italia anzichè darlo agli scafisti; e sopratutto di far gestire l'immigrazione a enti multilaterali cui partecipino i sindacati, per controllare il più possibile la situazione. Quindi l'impreditore si può rivolgere a chi è già sul mercato, o chiamarne altri dietro rigoroso controllo, o chiamare clandestini e rischiare di finire in galera !

    Perché ho l'impressione che i CPT diverrebbero dei colabrodo? Forse sarebbe meglio affidare anche questi alle FFOO, facendo salva la distinzione.

    Opportuno direi, facciamoli cogestire !

    Come sopra. Qui si supera perfino lo ius soli. Mah.

    Mi son espresso assai confusamente, l'idea era unire corsi di lingua, cittadinanza a punti, jus soli e non automaticità del percorso. Nel senso, uno arriva, decide che vuole diventare cittadino, fa domanda.Da quel momento, 5 anni in cui deve rigare diritto e partecipare ai corsi. Al quinto anno, test.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  9. #9
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
     Likes dati
    3,394
     Like avuti
    1,746
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    Nella massima trasparenza, ecco alcune proposte per completare il testo della mozone di Socialismo Tricolore, in attesa del testo definitivo

    Tutti gli interessati si esprimano !

    -Innalzamento dell’aliquota massima IRPEF dal 48% al 50%, e contestuale diminuzione delle aliquote IRPEF del 33 e 23% rispettivamente al 30 e al 20%. Imposizione del principio di progressività per le addizionali regionali di tassazione

    condivisibile

    -Introduzione di una tassa ecologica sul consumo di terreno, aria, acqua, risorse energetiche e sostanze inquinanti, il cui gettito sia indirizzato prioritariamente alla contestuale riduzione dell’IRAP, a partire dalle piccole e medie imprese.

    ne so poco,a chi verrebbe imposta questa tassa ?

    - Dual Income Tax per gli investimenti in ricerca e sviluppo, modernizzazione degli impianti, collaborazione inter-aziendale e sicurezza sul lavoro, con cogestione dei fondi così concessi tra azienda e rappresentanti dei lavoratori.

    d'accordo

    -Introduzione di un meccanismo di Negative Income Tax che unifichi pensioni minime, ammortizzatori e aiuti sociali, cassa integrazione ordinaria, e che sia concesso in servizi e aiuti monetari diretti a chi perda il proprio lavoro e accetti la riqualificazione professionale, agli studenti, ai pensionati e a chi abbia un reddito inferiore a 6000 euro annui, ‘per raggiungere tale soglia minima di mantenimento

    la soglia dei 6000 è troppo bassa ma la proposta sembra interessante

    - Defiscalizzazione totale dei ricavi e delle buste paga per le nuove imprese aperte in tutto il territorio nazionale che abbiano meno di 15 dipendenti per un periodo di 3 anni, defiscalizzazione parziale e progressivamente minore in base alla grandezza per le imprese con più di 15 dipendenti, purché sia comprovato e verificato il completo rispetto delle normative in materia di sicurezza sul luogo di lavoro e sull'inquinamento.

    non è un pò troppo lungo 3 anni ? soprattutto se si tratta di defiscalizzazione totale

    - Nuovi finanziamenti per il rinnovo dell'edilizia pubblica sia popolare che scolastica, di competenza regionale e provinciale.

    bene,almeno non proponi commissari speciali

    - Introduzione di una normativa per legare gli aiuti pubblici alle grandi imprese in difficoltà ad accordi circa la permanenza della produzione (quindi dei posti di lavoro) sul territorio per un tempo indeterminato o comunque molto ampio. Concessione di fondi per la sola internazionalizzazione delle attività.

    su questo sono molto d'accordo

    - Lotta risoluta all'evasione fiscale, si tratti di grandi o piccoli evasori su tutto il territorio nazionale, ripristinando i punti del precedente Decreto Bersani e imponendo transazioni telematiche per importi superiori a 100 euro.

    favorevolissimo,anzi io abbasserei a 80 sinceramente e renderei pubblici i redditi

    - Riforme del sistema televisivo pubblico sul modello spagnolo e francese, mantendone il carattere pubblico.

    se puoi darmi una infarinata su questi modelli

    - Istituzione di un ente nazionale per il rinnovo e la ristrutturazione del sistema dei trasporti nazionali, il cui finanziamento e la gestione siano affidati in maniera condivisa a regioni e stato centrale, con quest'ultimo rappresentato dal ministro dei trasporti.

    un ente inutile,basta il ministero dei trasporti e gli assessorati specifici regionali,semmai maggior collaborazione tra questi (e maggior poteri alla regioni sul settore trasporti)

    - Riforme del settore scolastico: salvaguardia dell’eccellenza nella scuola elementare, riduzione e progressiva abolizione della scuola media, sul modello della Riforma De Mauro: scuola elementare, avviamento comune quadriennale agli studi superiori, triennio formativo più specializzato, per impedire la svalutazione di materie e capacità. Valutazione dei docenti con test nazionali. Tetto massimo di 15-20 alunni per classe.

    interessante

    -Riforme del settore universitario: 50% del FFO concesso su criteri meritocratici, insegnamenti triennali a crediti liberi e accesso libero, insegnamenti specialistici professionalizzanti, con verifica delle capacità all’accesso, abolizione del valore legale e degli ordini professionali, contratti unici della docenza e della ricerca con stabilizzazione progressiva, revisione dei criteri di valutazione attuale delle università. Costituzione di poli universitari regionali, limite massimo di 40 000 studenti in una singola sede.

    bene per i poli regionali,non ho capito "a crediti liberi e accesso libero"

    -Tassazione patrimoniale dello 0,5% sui patrimoni superiori a 5 milioni di euro, ripristino della tassa di successione per capitali della medesima portata, uniformare la tassazione delle rendite finanziarie alla media europea.

    lo 0,5% è pochissimo,spiccioli,alziamo la percentuale e abbassiamo il patrimonio,sennò non si prende nulla,le rendite finanziarie vanno tassate sopra il 20% perchè questi han fatto i nababbi fino ad adesso,bisogna far pagare gli arretrati,poi magari forse in futuro si possono riabbassare al 20%,ma almeno il 24-25% è doveroso per anni di prese in giro di chi ozia verso chi produce

    -Affido a cooperative sociali o di utenti, o all’azionariato popolare, di servizi pubblici locali, mantenendone il carattere solidale e popolare.

    giusto

    - Normative che favoriscano sia attraverso una debuocratatizzazione sia tramite la leva fiscale l'acquisto delle imprese a rischio fallimento da parte di cooperative composte dai dipendenti dell'impresa stessa.

    giusto,e ne so qualcosa a livello familiare

    - Normative che favoriscano tramite incentivi ed esoneri fiscali la co-partecipazione alla gestione, ai ricavi ed alle perdite dei dipendenti delle imprese.
    - Incentivi fiscali alle imprese di qualsiasi grandezza che creino un asilo aziendale.

    giusto

    - Introduzione di meccanismi meritocratici presso le PA. Introduzione di meccanismi che aumentino il salario del dipendente capace in base ad una valutazione il più imparziale ed impersonale possibile della produttività e della capacità del dipendente pubblico.

    sperando che la valutazione sia veramente imparziale altrimenti si aggiungono solo ingiustizie e trattamenti di favore

    - Introduzione del contratto unico di lavoro e di un meccanismo di assicurazione contro la disoccupazione sul modello bonus /malus, aggiuntivo rispetto alla negative income tax..

    sul contratto unico devo informarmi

    - Finanziamenti della ricerca pubblica in materia energetica, sia del nucleare che di fonti alternative.
    - Mantenimento delle quote governative nelle aziende strategiche, nazionalizzazione della rete elettrica, telefonica e energetica per garantire la concorrenza.

    SI!

    - Considerevoli aumenti delle percentuali di PIL impiegati nel campo della ricerca, fino ad arrivare ad un limite minimo del 3% del PIL totale.
    - Normative di controllo delle quote del mercato dell'editoria radio-televisiva. Potranno essere controllate fino ad un massimo del 15% delle quote complessive. Va reso impossibile il ricrearsi di anomalie politico-mediatiche, che la concorrenza onesta impediscano questa evenienza.

    giusto

    Legalità e moralità nella politica

    - Introduzioni di speciali normative contro la corruzione a tutti i livelli della PA con sanzioni riguardanti sia il mantenimento del posto di lavoro sia il risarcimento dei soldi pubblici sottratti.

    non solo della PA

    - Introduzione di una norma, sul modello americano, circa il conflitto di interessi. Chi possiede grandi o piccole concentrazioni di imprese NON deve poter entrare in politica a meno che non affidi ad un blind trust il controllo di queste concentrazioni.

    si decisamente

    - Normative sull'utilizzo delle intercettazioni nelle indagini.

    quali normative ? va bene com'è adesso,chi è onesto non ha paura di farsi intercettare

    - Opposizione senza se e senza ma a qualsiasi condono fiscale in qualsiasi forma lo si voglia o possa presentare.

    ci mancherebbe altro

    -Arresto immediato per l’utilizzo di lavoro nero, con favoreggiamento dell’immigrazione clandestina aggravante.

    sicuro

    - Introduzione di normative circa l'assenteismo dei nostri rappresentanti politici, sia a livello nazionale che regionale. In caso di ripetute assenze o conclarata improduttività non giustificate verrà ridotto lo stipendio fino ad un massimo del 90%.

    giusto ma bisogna anche vedere nel merito le assenze prolungate,ci sono deputati con impegni internazionali

    - Eliminazione del meccanismo privilegiato circa il pensionamento dei parlamentari.
    - Riduzione dello stipendio dei nostri rappresentati a qualsiasi livello fino a portarlo ai due terzi dello stipendio di un giudice di cassazione.
    -Norma Salvi-Villone sulle consulenze.
    - Normative riguardanti la limitazione dell'uso delle auto blu e dei voli di stato.
    - Introduzione di normative circa la candidabilità dei cittadini. Coloro che in passato hanno subito condanni di terzo grado per corruzione, truffa o concorso mafioso e reati simili NON possono essere candidabili per un periodo di 15 anni.

    l'abc

    - Eliminazione totale e complessiva dei finanziamenti ai giornali di partito.

    contrario,fortemente,poi finisce che i giornali vengono comprati per scalate politiche,come è successo con l'Unità e Soru che quando doveva diventare il messia del Pd aiutò il giornale in difficoltà economiche,presa la tranvata in Sardegna lo ha lasciato nella bufera,sono per una riduzione ma assolutamente contrario all'eliminazione totale

    - Introduzione di accordi bilaterali per far si che i residenti non italiani sia legalmente che illegalmente scontino le pene per i reati comessi sul territorio nazionale nei paesi di origine.

    si,giusto

    - Normative che pongano un tetto massimo ai salari dei dirigenti degli enti pubblici.
    - Normative che creino maggiore trasparenza circa le aste pubbliche di assegnazione degli appalti pubblici.

    si

    - Regolamentazione della vendita delle frequenze televisive pubbliche secondo parametri di libera concorrenza, trasparenza e correttezza sia a livello locale che nazionale.
    vendita delle frequenze pubblice in che senso ? svendere ai privati il servizio pubblico o intendi la proposta di Bersani sul digitale ? perchè per esempio sulla privatizzazione della rai sono contrario


    Riforme istituzionali

    - Introduzione di un sistema federale alla tedesca.
    - Riforma della legge elettorale in senso proporzionale tedesco o spagnolo.

    ottimo,proporzionale tedesco is the way!

    Diritti civili, integrazione e società

    - Introduzione di normative circa il fine vita, in maniera tale che non si verifichino più polemiche simili a quelle a cui abbiamo assistito durante il caso englaro. Lo Stato dovrà assicurare che la volontà del cittadino incapace di esprimesi al momento venga rispettata.
    - Introduzione di normative che riconoscano presso lo Stato le coppie di fatto (CO.CI: coppie civiche) e che attribuiscano ai partner diritti e doveri reciproci ben delimitati e definiti.
    - Introduzione di un’ora di educazione civica a fianco di una di storia delle religioni.
    - Liberalizzazione parziale delle droghe, facendo una distinzione ben netta tra droghe leggere e droghe pesanti.
    - Finanziamenti per il completamento della rete internet WiFi a livello nazionale, in maniera tale da garantire a tutti i cittadini l'accesso gratuito ad internet.
    - Normative in tutela della libertà di informazione, sia su internet che sulla carta stampata.
    - Tutela della legge 194 circa l'aborto. Il Diritto delle Cittadine è sacrosanto e lo Stato deve tutelarlo.
    -Riorientamento burocratico: spostamento di competenze burocratiche attualmente affidate alla polizia di Stato agli enti comunali, contestuale abolizione di province, micro comuni e comunità montane “sospette”, blocco delle assunzioni contestuale al riassorbimento delle eccedenze e mobilità settoriale e geografica dei dipendenti pubblici.

    no alla legalizzazione delle droghe,si ad una depenalizzazione dei reati minori riguardanti droghe "leggere",no all'abolizione delle province e no al "puntare il dito" contro le comunità montane,molte sono utilissime,sono più per l'accorpamento di comuni e regioni

    Immigrazione

    Rafforzare la distinzione tra lavoratori occasionali / temporanei e chi ha intenzione di costruire una vita nel nostro Paese è fondamentale, come fondamentale è contrastare lo sfruttamento.
    -Già citata norma sul lavoro nero.
    -Modifica della Bossi-Fini per ammettere sindacati, associazioni e singoli, tramite apposite cauzioni, come sponsor; portabilità dei benefici pensionistici.
    -Introduzione di un permesso di ricerca lavoro della durata di un anno.
    -Progressiva abolizione dei decreti flussi e regolarizzazione degli extracomunitari attualmente presenti sul territorio italiano.
    -Concessione dei benefici welfaristici agli immigrati residenti da più di due anni e mezzo che oltre ai corsi di lingua italiana si impegnino a seguire corsi di diritto e Costituzione.
    -Meccanismo di libera chiamata della manodopera straniera, attraverso enti appositi che andranno costituiti nelle ambasciate dei paesi a maggiore intensità di emigrazione, gestiti dal nostro corpo diplomatico, da rappresentanti sindacali e delle associazioni di categoria nazionali e locali.
    -No ai respingimenti in mare.
    -Divisione tra Centri di Permanenza Temporanea, in cui alloggiare extracomunitari in attesa di identificazione o rimpatrio, e gestiti da associazioni di solidarietà, e Centri di Espulsione, gestiti dalle forze dell’Ordine per i criminali in attesa di espulsione.
    -Concessione dela Cittadinanza in seguito a domanda di apertura del procedimento, a cui seguirà un periodo di 5 anni di corsi di lingua, diritto e Costituzione intensivi, con esame finale.
    -Tetto massimo del 20% di alunni extracomunitari non nati in Italia nelle classi, sedute di potenziamento della lingua.

    su quest'area più o meno d'accordo su tutto
    è un impianto positivo ,cosi come quello di Garat ma preferisco di gran lunga il mio :sofico:

    ma sul precariato non c'è nulla ? politica estera ?

    è una bozza giusto ?
    Ultima modifica di SteCompagno; 22-09-10 alle 10:39
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  10. #10
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,767
     Likes dati
    3,474
     Like avuti
    4,270
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Tavolo di Lavoro - Socialismo Tricolore

    Citazione Originariamente Scritto da SteDiessino Visualizza Messaggio
    è un impianto positivo ,cosi come quello di Garat ma preferisco di gran lunga il mio :sofico:

    ma sul precariato non c'è nulla ? politica estera ?

    è una bozza giusto ?
    La politica estera è già stata esposta se non erro, e consiste in quattro punti principali.
    Procedendo in ordine decrescente di larghezza di scala.
    1. Più legami con Russia, Cina e India, pace in Afghanistan con tutti gli schieramenti che diano garanzia di rispettare i diritti naturali e i diritti sociali dei lavoratori, potenziamento dei legami con l'ex-URSS.
    2. Meno NATO in Europa (e possibilmente meno SEATO e consimili)
    3. Europa a due velocità: una unione meramente economica e sovranazionale e una unione politica che cominci a superare gli Stati europei, senza porre in pericolo le identità nazionali, ma ripensandole in un'ottica della nazione europea.
    4. Nell'Europa "politica", maggiore democrazia, meno potere al Consiglio d'Europa, più potere al Parlamento Europeo e progressivo trasferimento dei poteri dagli Stati a un organo esecutivo democraticamente eletto.
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Tavolo di Lavoro su Pir City
    Di FalcoConservatore nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 08-12-11, 03:50
  2. Questioni sul Tavolo di lavoro 3
    Di Ronnie nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 19-10-09, 16:43
  3. Questioni sul tavolo di lavoro 4
    Di Ronnie nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 18-10-09, 20:39
  4. Commento al tavolo di lavoro PDL-FN
    Di albiy nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 24-07-09, 14:56
  5. Tavolo di lavoro per la federazione tra FL, PL e LDR
    Di denty nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 262
    Ultimo Messaggio: 18-03-07, 21:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •