User Tag List

Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 101
  1. #1
    de-elmettizzato.
    Data Registrazione
    29 Jul 2009
    Località
    Piave
    Messaggi
    50,276
     Likes dati
    13,971
     Like avuti
    22,669
    Mentioned
    231 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    Era facile per gli apostoli, avevano Gesù in carne ed ossa. Ma noi oggi? Come facciamo? Questa domanda è importantissima, perché se oggi non potessimo incontrare davvero Gesù e stare con Lui, tutto resterebbeSe il Vangelo fosse soltanto il racconto di una storia chiusa duemila anni fa sarebbe solo un “Antico Testamento aggiornato”: una specie di nuova edizione, riveduta e corretta, con insegnamenti più profondi e istruzioni per l’uso più dettagliate. Niente di più. Il vecchio metodo, appunto. inutile. Tutto quello che insegna il cristianesimo resterebbe vero, importantissimo, storicamente rivoluzionario. Ma inutile. Cioè senza peso sulla nostra vita quotidiana. Senza effetti.Gesù, invece, ha fatto un’altra cosa. Ci ha dato un modo per seguirlo identico a quello che avevano i discepoli, o quelli che lo hanno visto sulle strade della Palestina duemila anni fa. Lo stesso, identico modo, altrettanto semplice: l’incontro con una realtà umana. Fatta di uomini. Gente che mangia, beve, ride, prega. Gente che si può vedere e toccare. Con cui si può stare insieme. E’ la Chiesa.Ma quando nasce la Chiesa? Negli Atti degli apostoli si legge: «Erano assidui nell’ascoltare l’insegnamento degli apostoli e nell’unione fraterna, nella frazione del pane e nelle preghiere. Un senso di timore era in tutti e prodigi e segni avvenivano per opera degli apostoli. Tutti coloro che erano diventati credenti stavano insieme e tenevano ogni cosa in comune; chi aveva proprietà e sostanze le vendeva e ne faceva parte a tutti, secondo il bisogno di ciascuno. Ogni giorno tutti insieme frequentavano il tempio e spezzavano il pane a casa prendendo i pasti con letizia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo la simpatia di tutto il popolo. Intanto il Signore ogni giorno aggiungeva alla comunità quelli che erano salvati» (At 2, 42-48). Un gruppo di amici che stava insieme per un motivo: Gesù. La Chiesa, in fondo, è sopratutto questo. Un’amicizia, una compagnia di uomini e donna che stanno insieme e vivono in un certo modo. Gesù diventò qualcosa di concreto, di visibile, di toccabile, attraverso di loro, quelle persone.La Chiesa è proprio questo: è il modo che Gesù ha stabilito per rendersi incontrabile anche oggi.E’ Lui stesso che l’ha voluta così, anzitutto chiamando gli apostoli e tenendoli con sé tre anni, tutti i giorni, per far loro acquisire quella certezzache a un certo punto fa dire: “Signore, da chi andremo? Tu solo hai parole di vita eterna” (Gv 6,60). Poi, tra loro ha scelto un capo, un punto di riferimento stabile: Pietro. Glielo aveva preannunciato subito, la prima volta che lo aveva visto, quando gli aveva addirittura cambiato nome:«Fissando lo sguardo su di lui, disse: “Tu sei Simone, figlio di Giovanni: ti chiamerai Cefa (che vuol dire Pietro)”» (Gv 1,42). Pietro, cioè “roccia”. Proprio come doveva essere il carattere di quell’uomo, che in un attimo si è visto descritto fino al fondo di sé, ma ancora non immaginava quale sarebbe stato il suo destino. Poi la scelta divenne esplicita: «Essendo giunto Gesù nella regione di Cesarèa di Filippo, chiese ai suoi discepoli: “La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?”. Risposero: “Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti”. Disse loro: “Voi chi dite che io sia?”. Rispose Simon Pietro: “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente”. E Gesù: “Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli. E io ti dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli» (Mt 16, 13-19).Il primato di Pietro, cioè l’idea del papato, emerge lì. Ma c’è un altro momento in cui la Chiesa viene già annunciata nella forma che prenderà dopo.«Andate: ecco io vi mando come agnelli in mezzo ai lupi […]. Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato» (Lc 10,1-20). E ancora: Gesù ha istituito l’Eucarestia e i sacramenti, che sono proprio i segni della sua presenza. Ha inviato lo Spirito Santo, che «dà forza alla Chiesa, le dà vita, ne rende certo il cammino», come dice il Catechismo. Per questo la Pentecoste, quando lo Spirito scende sugli apostoli, è l’inizio della Chiesa. Sopratutto, ha assicurato la sua presenza tra di loro: «Dove due o tre si sono riuniti nel mio nome, io sarò in mezzo a loro» (Mt 18,20). Due o tre, proprio perché la Chiesa si fonda sull’unità tra i fedeli. E poi: «Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che io vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo» (Mt 28, 19-20). Non dice: “sarà come se ci fossi anch’io”, ma “sono con voi”, sono lì, presente. E’ una presenza vera.Ecco, nella Chiesa Gesù c’è veramente. E attraverso la Chiesa si rende incontrabile dall’uomo di tutte le epoche e di tutti i luoghi. La Chiesa, quel gruppo di persone convocate, messe insieme da Gesù attraverso il Battesimo, è il modo in cui Cristo mi fa compagnia oggi, entra nella mia vita ora. E lo fa in carne ed ossa, cioè secondo una realtà umana, qualcosa che posso capire e abbracciare. Proprio come era Gesù: un uomo, qualcuno con cui mangiavano, bevevano, andavano in giro. Non qualcosa da immaginare, ma uno da seguire.Se è vero che a un certo punto della storia Dio decide di farsi uomo ed entrare nella storia, e se è vero che il metodo che sceglie per rimanere nella storia e nella vita dell’uomo è la Chiesa, allora da quel momento in poi la strada è segnata. «Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato» (Mt 10,40). Per questo san Cipriano, un grande vescovo e martire del III secolo, diceva: «Non può avere Dio per padre chi non ha la Chiesa come madre». E’ proprio questo che, di solito, ci dà fastidio della Chiesa: la sua pretesa di essere madre. Cioè maestra di vita. Di voler insegnare (che letteralmente vuol dire “mostrare”) all’uomo la verità. A noi sembra un atto di superbia inconcepibile. E lo sarebbe davvero, sarebbe una pretesa folle se la Chiesa fosse solo una realtà umana, un gruppo di persone che seguono l’insegnamento di Gesù. Lui, Gesù, era un grande uomo, dicono in molti. Ma i preti? E gli altri cattolici? Sono uomini come me, sbagliano come me. A volte, di più. Che titolo hanno per insegnarmi qualcosa? Non possono essermi maestri.Solo che facendo così non si prende la Chiesa per quello che dice di essere: la prosecuzione di Gesù nella storia. Bisogna distinguere tra Chi la fa essere (Dio) e chi la compone (l’umano), la Chiesa è santa e peccatrice insieme. Ma la santità arriva tutta da Dio. E il fatto che passi attraversol’umano, attraverso persone che sbagliano e peccano, paradossalmente è una conferma ulteriore di questa grandezza. La Chiesa pretende di essere madre perché mostra la stessa cosa che mostrava Gesù, e mostrandola la rende possibile: un metodo, una strada, per essere se stessi. Per non dimenticare nulla di sé. Il famoso centuplo. E la strada, la via, è Cristo stesso. La Chiesa tramanda questa possibilità nella storia. Così che da Pietro e gli apostoli la fede è passata a quelli che li incontravano, e poi ad altri e ad altri ancora nella storia. Fino ad arrivare a me e a te, oggi. Questo fenomeno si chiama “tradizione”. Accade attraverso uomini, ma è salvaguardia di un fattore divino: lo Spirito Santo. E a custodirla ci sono i pastori: i vescovi e, sopratutto, il Papa, che lo Spirito Santo assiste in maniera particolare.
    di Davide Perillo, tratto da La fede spiegata a mio figlio (Piemme 2007, p. 91-100)
    Preferisco di no.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,952
     Likes dati
    8,038
     Like avuti
    2,485
    Mentioned
    120 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    bellissima
    e c'è ormai chi dice che la Chiesa nasce con Costantino, senza andare a spiegare cosa c'era nei primi tre secoli
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  3. #3
    de-elmettizzato.
    Data Registrazione
    29 Jul 2009
    Località
    Piave
    Messaggi
    50,276
     Likes dati
    13,971
     Like avuti
    22,669
    Mentioned
    231 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    Citazione Originariamente Scritto da Haxel Visualizza Messaggio
    bellissima
    e c'è ormai chi dice che la Chiesa nasce con Costantino, senza andare a spiegare cosa c'era nei primi tre secoli
    Il successo del Codice da Vinci.
    Rendere la gente ancora più ignorante illudendola di averla resa più colta.
    Preferisco di no.

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    6,065
     Likes dati
    1,026
     Like avuti
    794
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    con Costantino nasce la commistione col potere politico , non la Chiesa ( nel senso : Costantino ebbe l'intuizione dell'uso politico della nuova religione ) . La Chiesa c'era prima ed e' sopravissuta a Costantino .


    Inviato da Anthos

  5. #5
    de-elmettizzato.
    Data Registrazione
    29 Jul 2009
    Località
    Piave
    Messaggi
    50,276
     Likes dati
    13,971
     Like avuti
    22,669
    Mentioned
    231 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    Citazione Originariamente Scritto da Anthos Visualizza Messaggio
    con Costantino nasce la commistione col potere politico , non la Chiesa ( nel senso : Costantino ebbe l'intuizione dell'uso politico della nuova religione ) . La Chiesa c'era prima ed e' sopravissuta a Costantino .


    Inviato da Anthos
    Se la politica è una delle espressioni irrinunciabili dell'uomo (e lo è, perchè tutto è politica in senso di atto pubblica), la Chiesa nasce politica già con Cristo , che predica un qualcosa che non può non interfacciarsi con la realtà a questi circostante.
    Preferisco di no.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 Oct 2013
    Messaggi
    4,967
     Likes dati
    751
     Like avuti
    1,074
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    Citazione Originariamente Scritto da Anthos Visualizza Messaggio
    con Costantino nasce la commistione col potere politico , non la Chiesa ( nel senso : Costantino ebbe l'intuizione dell'uso politico della nuova religione ) . La Chiesa c'era prima ed e' sopravissuta a Costantino .


    Inviato da Anthos
    La religione cristiana si è incrociata con la storia romana, per questo è stata interessata dal potere politico sia nel bene (Costantino) che nel male (Diocleziano per esempio).
    Si dice a torto che Costantino abbia scelto la religione cristiana per convenienza...ma quale? Non era la maggioranza il cristianesimo nè nell'esercito nè a Roma.
    ϟ qualis vibrans


  7. #7
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,952
     Likes dati
    8,038
     Like avuti
    2,485
    Mentioned
    120 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    Citazione Originariamente Scritto da Miles Visualizza Messaggio
    Il successo del Codice da Vinci.
    Rendere la gente ancora più ignorante illudendola di averla resa più colta.
    il successo della teoria protestante e dalle nostri parti quella valdese( e viene usata anche dai TdG)
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  8. #8
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,952
     Likes dati
    8,038
     Like avuti
    2,485
    Mentioned
    120 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    Citazione Originariamente Scritto da Parsifal Corda Visualizza Messaggio
    La religione cristiana si è incrociata con la storia romana, per questo è stata interessata dal potere politico sia nel bene (Costantino) che nel male (Diocleziano per esempio).
    Si dice a torto che Costantino abbia scelto la religione cristiana per convenienza...ma quale? Non era la maggioranza il cristianesimo nè nell'esercito nè a Roma.
    e di paro passa cresceva anche il mitraismo
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  9. #9
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,952
     Likes dati
    8,038
     Like avuti
    2,485
    Mentioned
    120 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    l'obiettivo di Costantino almeno inizialmente era quello di pacificare le religioni nell'Impero per non creare disordini
    cosa penso che sia anche saggia in un contesto politico
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    6,065
     Likes dati
    1,026
     Like avuti
    794
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: A cosa serve la Chiesa? Non bastano i Vangeli?

    Citazione Originariamente Scritto da Parsifal Corda Visualizza Messaggio
    La religione cristiana si è incrociata con la storia romana, per questo è stata interessata dal potere politico sia nel bene (Costantino) che nel male (Diocleziano per esempio).
    Si dice a torto che Costantino abbia scelto la religione cristiana per convenienza...ma quale? Non era la maggioranza il cristianesimo nè nell'esercito nè a Roma.
    il fatto che non fosse maggioranza non rileva



    Inviato da Anthos

 

 
Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-02-13, 20:13
  2. Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 31-03-12, 20:15
  3. Ecco a cosa serve la Chiesa
    Di Laico nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 61
    Ultimo Messaggio: 08-03-11, 18:00
  4. Vangeli canonici e vangeli apocrifi
    Di Cuordy nel forum Cattolici
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-04-09, 20:15
  5. Quiz:Cosa e' ed a cosa serve?
    Di DD nel forum L'Osteria
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 03-10-06, 20:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •