User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: Ricorsi alla Corte

  1. #1
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
     Likes dati
    18
     Like avuti
    35
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ricorsi alla Corte

    Il Presidente della Corte costituzionale di PIR

    Visto l'art. 2, comma 2, del proprio regolamento interno
    Visto l'art. 8 del medesimo
    con il presente

    APRE

    il thread dei Ricorsi alla Corte.


    DISPONE

    che quersto thread sia posto in rilievo e sia aperto a tutti i forumisti;
    che unicamente in questo thread siano postati, da chiunque vi abbia interesse, i propri ricorsi alla Corte.
    Oggi, addì 12.6.2010

    Il Presidente della Corte costituzionale di PIR


    Augustinus
    Ultima modifica di Augustinus; 12-06-10 alle 06:33

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,204
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Come richiesto dal nuovo Regolamento della Corte costituzionale riporto in questo thread i ricorsi già presentati e in attesa di giudizio.
    Ultima modifica di [email protected]; 12-06-10 alle 23:53

  3. #3
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,204
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Primo ricorso
    http://forum.politicainrete.net/tran...tuzionale.html
    In qualità di senatore eletto avvalendomi dell'articolo 61 dela costituzione di Transatlantico che attribuisce ad ogni singolo parlamentare la facoltà di presentare ricorsi per controversie relative al funzionamento del Forum Transatlantico

    Art. 61
    Possono presentare ricorso alla Corte Costituzionale, per controversie relative al funzionamento del Forum Transatlantico, dieci membri della comunità che abbiano raggiunto, al momento della sottoscrizione del ricorso, almeno 500 messaggi o i responsabili ufficiali di un partito. Possono, altresì, proporre ricorso i singoli parlamentari e il Presidente di Politicainrete.net.
    Presento alla Corte Costituzionale il seguente ricorso interpretativo:
    Si chiede alla Corte se

    Per costituire il governo del presidente non serve l'unanimità dei partiti ne il voto del parlamento
    La costituzione dice infatti

    Art. 34
    Se per tre volte consecutivamente un Primo Ministro, anche diverso di volta in volta, nominato dal Presidente di Politicainrete.net non ottiene la fiducia sia alla Camera che al Senato, il Presidente di Politicainrete.net assume lui stesso il ruolo di Capo del Governo e nomina un esecutivo di comune accordo con i partiti politici eletti in Parlamento cercando di riunire intorno a se la più ampia maggioranza trasversale possibile per garantire la continuità di governo fino alla conclusione della legislatura.
    Nel testo infatti ci sono le parole "cercando" e "maggioranza possibile" non l'unanimità
    In conclusione in base alla norma 34 della Costituzione il Presidente nomina un suo governo che non deve passare per il voto del parlamento ma si limita a chiedere l'approvazione di tutti i partiti cercando di arrivare al massimo accordo possibile ma poi se qualche partito non è d'accordo si va avanti lo stesso.
    Nelle considerazioni del mio ricorso faccio presente alla Corte ovviamente che anche la logica complessiva dell'impianto di tutta la Costituzione spinge ad una ed una sola possibile interpretazione:se serviva l'unanimità il governo del Presidente non avrebbe avuto il minimo senso in questa Costituzione altrimenti sarebbe stata una soluzione ancora piu impotente dei governi normali (tecnici o politici) a cui basta il semplice voto a maggioranza in parlamento.
    Invece il governo del Presidente è uno strumento previsto dalla Costituzione come valvola di sicurezza quando per ben tre volte al parlamento non si trova una semplice maggioranza che sorregga un governo.
    E' quindi illogico (nel senso che va contro la logica di tutta la stessa costituzione) che tale governo del presidente sia assurdamente un governo che richiede l'unanimità.
    Ultima modifica di [email protected]; 13-06-10 alle 00:00

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,204
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Secondo ricorso alla Corte Costituzionale
    http://forum.politicainrete.net/tran...tuzionale.html
    In qualità di senatore eletto avvalendomi dell'articolo 61 della costituzione di Transatlantico che attribuisce ad ogni singolo parlamentare la facoltà di presentare ricorsi per controversie relative al funzionamento del Forum Transatlantico


    Costituzione
    Art. 61
    Possono presentare ricorso alla Corte Costituzionale, per controversie relative al funzionamento del Forum Transatlantico, dieci membri della comunità che abbiano raggiunto, al momento della sottoscrizione del ricorso, almeno 500 messaggi o i responsabili ufficiali di un partito. Possono, altresì, proporre ricorso i singoli parlamentari e il Presidente di Politicainrete.net.



    Presento alla Corte Costituzionale il seguente ricorso interpretativo:
    Si chiede alla Corte se

    le leggi di politica nazionale di competenza del Senato quando si occupano di una argomento che non è mai stato disciplinato prima da nessuna legge di pir approvata dal senato partono dalla normativa nazionale italiana esistente (per poi modificarla) oppure partono da zero come se non esistesse nessuna norma sulla materia su cui il Senato dibatte al fine di varare una nuova legge


    La Costituzione afferma infatti all'articolo 21 che è competenza del senato la politica nazionale ovvero la politica della nazione quindi automaticamente rinvia alla legge nazionale (quella italiana) fino a quando non viene diversamente disciplinata dalle nuove leggi di Pir


    Art. 21
    Sono di esclusiva competenza legislativa del Senato tutti quei disegni di legge riguardanti la politica reale e in generale: la politica nazionale e internazionale, l' ordinamento della società, i temi etici, sociali, i diritti e i doveri civili.
    Ultima modifica di [email protected]; 13-06-10 alle 00:08

  5. #5
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    34,588
     Likes dati
    4,069
     Like avuti
    8,349
    Mentioned
    247 Post(s)
    Tagged
    36 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Come Presidente del Senato vi sottopongo il seguente ricorso interpretativo.

    Premesso che:



    Art. 11
    Ciascuna Camera modifica o adotta il proprio regolamento interno secondo voto a maggioranza dei 2/3 dei suoi componenti.

    Il regolamento emanato con decreto dai presidenti dei rispettivi rami del Parlamento deve conformarsi alle norme costituzionali.

    La Corte Costituzionale in caso di ricorso può giudicare la legittimità dei regolamenti.

    [...]
    Premesso inoltre che..

    Art. 20
    L' iniziativa delle leggi appartiene ai Senatori per quanto riguarda il Senato,e al Governo nelle modalità indicate nel regolamento interno del Senato.

    Vorrei chiedervi onorevoli giudici, se una tale proposta di modifica del regolamento interno del Senato si da ritenere o no incostituzionale:

    Citazione:
    Il voto a favore di un emendamento è possibile solo se si vota a favore del testo emndato altrimenti automaticamente il voto all'emndamento sarà interpretato come negativo

    Ve lo chiedo in quanto a mio avviso tale modifica va a cozzare contro il diritto costituzionale del Senatore di poter svolgere senza restrizioni il suo compito legislativo liberamente.


    In quanto con questo emendamento un Senatore non potrà presentare un emendamento migliorativo se non condivide e approva il testo inziale..

    In questo modo non potrà neppure provare a mettere una pezza anche solo parziale a leggi che non condivide in quanto a suo modo di vedere pessime..

    Ricordo che nel parlamento italiano votare a favore o contrario ad un emendamento.. non comporta per forza di cose essere costretti poi a votare a favore del testo finale.. se alla fine questo risulta non condivisibile..


    Grazie per l' attenzione.
    Ultima modifica di Supermario; 18-06-10 alle 13:27
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    A casa mia
    Messaggi
    8,389
     Likes dati
    0
     Like avuti
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Scusate per la mancanza di forma prima di tutto, vado subito alla questione:

    Nella seduta conclusasi oggi in merito alla proposta di modifica costituzionale dell'onorevole Laico, al momento della proclamazione dei risultati ho avuto dei dubbi sull'approvazione o meno dell'emendamento codino, che di norma dovrebbe risultare approvato, ma che al momento stesso è per l'appunto "emendamento" di una legge bocciata in quanto non ha raggiunto la maggioranza richiesta. Ora, avendo questo dubbio, chiedo a voi se devo procedere all'approvazione dell'emendamento o alla bocciatura dello stesso.
    grazie

    Popolare
    Presidente della Camera dei Deputati
    Antifascista, cattolico-democratico, contrario al principio "destro" di "limite e conservazione" e sostenitore del principio di "non appagamento", dunque, di centrosinistra!

  7. #7
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,030
     Likes dati
    33
     Like avuti
    88
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Citazione Originariamente Scritto da Popolare Visualizza Messaggio
    Scusate per la mancanza di forma prima di tutto, vado subito alla questione:

    Nella seduta conclusasi oggi in merito alla proposta di modifica costituzionale dell'onorevole Laico, al momento della proclamazione dei risultati ho avuto dei dubbi sull'approvazione o meno dell'emendamento codino, che di norma dovrebbe risultare approvato, ma che al momento stesso è per l'appunto "emendamento" di una legge bocciata in quanto non ha raggiunto la maggioranza richiesta. Ora, avendo questo dubbio, chiedo a voi se devo procedere all'approvazione dell'emendamento o alla bocciatura dello stesso.
    grazie

    Popolare
    Presidente della Camera dei Deputati
    chiedo di intervenire su questo tema, onde spiegare alla Corte come stanno realmente le cose...

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    A casa mia
    Messaggi
    8,389
     Likes dati
    0
     Like avuti
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Ritiro il ricorso presentato convalidando l'emendamento approvato.
    Antifascista, cattolico-democratico, contrario al principio "destro" di "limite e conservazione" e sostenitore del principio di "non appagamento", dunque, di centrosinistra!

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Sep 2009
    Messaggi
    1,032
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Ai sensi dell'art. 52 della Costituzione chiedo al Presidente della Corte Costituzionale di dichiarare la decadenza dall'incarico di giudice della Corte Costituzionale diegol22, la cui ultima partecipazione alle attività della Corte Costituzionale risale al 10 giugno 2010.

    jack
    Al ballottaggio vota: MANFR-BRUNIK 5:

  10. #10
    Radicalpignolo
    Data Registrazione
    16 Apr 2004
    Località
    www.radicalweb.it
    Messaggi
    18,344
     Likes dati
    13
     Like avuti
    56
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Rif: Ricorsi alla Corte

    Citazione Originariamente Scritto da jack Visualizza Messaggio
    Ai sensi dell'art. 52 della Costituzione chiedo al Presidente della Corte Costituzionale di dichiarare la decadenza dall'incarico di giudice della Corte Costituzionale diegol22, la cui ultima partecipazione alle attività della Corte Costituzionale risale al 10 giugno 2010.

    jack


    Faccio notare che tale richiesta, così come formulata all'interno del thread "RICORSI ALLA CORTE", è del tutto infondata, ed attesa la provenienza della stessa da parte di un magistrato, che dovrebbe conoscere la legge, fa addirittura rabbrividire.


    Art. 61
    Possono presentare ricorso alla Corte Costituzionale, per controversie relative al funzionamento del Forum Transatlantico, dieci membri della comunità che abbiano raggiunto, al momento della sottoscrizione del ricorso, almeno 500 messaggi o i responsabili ufficiali di un partito. Possono, altresì, proporre ricorso i singoli parlamentari e il Presidente di Politicainrete.net.


    Peraltro, proponendo la richiesta come ricorso nel thread istituzionalmente previsto, il Magistrato Jack non ha fatto altro che sbagliare due ulteriori volte, atteso che ai Magistrati non è consentito proporre ricorso ( le figure alle quali ciò è consentito sono ben altre e previste dall'art, 61 Cost.), ed inoltre ci mancherebbe soltanto che il ricorrente poi fosse chiamato anche a giudicare su quanto dal medesimo richiesto. Mai sentito parlare di conflitto di interessi?

    Il Magistrato Jack, pertanto, non avrebbe dovuto assolutamente presentare la richiesta come ricorso all'interno del thread istituzionale dedicato ai Ricorsi alla Corte Costituzionale. Avrebbe potuto, tranquillamente, aprire un semplice thread nel Forum Camera ed evitare questa figuraccia, chiedendo la decadenza.
    Oltretutto faccio notare che, se l'interpretazione di Jack è corretta, Diegol non è il solo Magistrato a dover essere dichiarato decaduto, atteso che il titolare delle funzioni di Pubblico Ministero, Giudice Mastrangelo, non partecipa dal 19 giugno alle attività della Corte.
    Dubito, in ogni caso, dell'interpretazione fornita da Jack, atteso che dal 1 luglio sono sospesi per legge tutti i termini, e che Diegol ha partecipato fino al 12 giugno. Alcuni soggetti, tra i quali 4 dei 5 magistrati, hanno dichiarato espressamente la volontà di continuare lo stesso, Diegol non l'ha mai fatto, non ha espressamente accettato nessuna proroga delle attività e può avvalersi della sospensione dei termini. Quindi, per legge, Diegol manca da 18 giorni ( dal 12 giugno al 1 luglio). Quanto sopra , vale anche per Giudice Mastrangelo, che si trova nella medesima situazione. Quando riapriranno i termini per legge cominceranno a decorrere anche quelli per la decadenza di Diegol, mancano ancora 12 giorni perchè venga dichiarato decaduto, mentre ne mancano 19 per Giudice Mastrangelo.
    Ultima modifica di LIBERAMENTE; 22-07-10 alle 09:59
    Dio perdona, LIBERAMENTE senza dubbiamente no.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ricorsi alla Corte Costituzionale
    Di Guy Fawkes nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 13-03-14, 21:13
  2. Ricorsi alla Corte Costituzionale
    Di Daniele nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 09-11-12, 11:28
  3. Avviso per i ricorsi alla Corte
    Di Augustinus nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 14-06-10, 17:18
  4. Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 17-01-09, 21:33
  5. Thread ufficiale Ricorsi alla Corte
    Di cristiano72 nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 406
    Ultimo Messaggio: 07-10-06, 23:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •