User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Speriamo non sia tardi
    Data Registrazione
    08 Mar 2006
    Località
    Quello che resta dell'Italia
    Messaggi
    21,282
     Likes dati
    1
     Like avuti
    24
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Dottrina Sarkozy, rotta verso l'Italia

    http://punto-informatico.it/2327124/...-Italia/p.aspx

    Dottrina Sarkozy, rotta verso l'Italia

    News
    venerdì 20 giugno 2008


    Roma - A brevissima distanza dall'avvio dell'iter parlamentare della Dottrina Sarkozy in Francia, se ne parlerà anche in Italia. Invitati dall'Associazione Italiana Editori (AIE), si ritroveranno a Roma alcuni dei rappresentanti dell'industria e della politica che da sempre lavorano su questo e simili fronti. Al centro, appunto, la diffusione di opere protette da diritto d'autore sulla rete.

    Il convegno è denominato formalmente Creatività e cultura nel web: opportunità o minaccia?. L'idea dichiarata dall'AIE è di dar vita ad una "analisi del tema della tutela del diritto d'autore delle opere sul web tra peer-to-peer (lo scambio via web di file relativi a opere protette), tutela dei contenuti, pirateria, rispetto della privacy". Al di là delle incertezze nella definizione di P2P, l'argomento centrale è evidentemente proprio quello che, come ben sanno i lettori di Punto Informatico, è anche al cuore della Dottrina Sarkozy.

    Secondo AIE il tema è "di grande attualità se si considera che oggi in Italia i fenomeni della sola pirateria fisica - dalla duplicazione di cd, Dvd, fotocopiatura illegale, ecc.. (escludendo quei fenomeni di più difficile misurazione economica come il peer to peer, ecc. che sappiamo, da molte indagini di mercato, in crescita da parte degli utenti della rete (dal mondo giovanile a quello delle professioni) - valgono almeno 1,2 miliardi di euro. Stiamo parlando di qualcosa come il 20,2% del mercato (a prezzo di vendita) di editoria libraria, musicale e del cinema registrato".
    Ad aprire i lavori sarà Denis Olivennes, già industriale della FNAC, oggi direttore del Nouvel Observateur nonché presidente della Commissione francese per lo sviluppo e la protezione delle opere culturali nella rete: Olivennes è l'autore di quel Rapporto Olivennes sul quale è stata forgiata la Dottrina promossa e voluta dal presidente francese.

    A parlare, oltre agli esponenti dell'AIE, sarà anche Giorgio Assumma, presidente della SIAE. Dopodiché in una tavola rotonda si confronteranno l'avvocato esperto di diritto d'autore Luciano Daffarra, il presidente FIMI Enzo Mazza, il vice presidente di Confindustria Sistemi Innovativi e Tecnologici Stefano Pileri e i membri della Commissione cultura Camera Gabriella Carlucci e Giuseppe Giulietti.

    A chiudere i lavori sarà Mauro Masi, ex commissario SIAE e delegato per la Proprietà intellettuale, segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

    L'incontro si terrà mercoledì, 25 giugno, alle 15 al Tempio di Adriano di Roma. Per partecipare è necessario registrarsi presso il sito di AIE

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    03 May 2006
    Messaggi
    38,303
     Likes dati
    0
     Like avuti
    19
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito


    http://www.rainews24.rai.it/ran24/ra...larete_145.asp



    17 giugno 2008
    Blog e manette


    La blogger Zeng Jinyan


    Dal 2003 sono state arrestate 64 persone nel mondo per aver espresso le proprie opinioni su internet, attraverso il proprio blog.


    La notizia è riportata dal World Information Access, il rapporto annuale dell'Universita' di Washington. Nel 2007 il numero degli arresti e' stato tre volte superiore all'anno precedente. Oltre la meta' degli arresti sono avvenuti in Cina, Egitto e Iran. I blogger avevano espresso contrasti verso un governo corrotto, denunciato abusi dei diritti umani e proteste soppresse nel sangue. I numeri degli arrestati e' secondo il rapporto del Wia e' una stima riduttiva proprio per la difficolta, in alcuni paesi, ad avere notizie ufficiali su chi e' arrestato e chi no e con quali capi di imputazione, con i dati il loro possesso i relatori del Wia hanno stabilito che il periodo medio di detenzione dei blogger e di 15 mesi con un massimo di 8 anni.

    Secondo quanto afferma il Wia le piu' frequenti cause di arresto sono: la denuncia della corruzione del governo, deunce di abusi o soppressione dei diritti umani. Secondo il documento del Wia, l'aumento della repressione e direttamente porporzionale all'aumento dell'ascolto dei blog stessi. Momento in cui e' piu' probabile essere arrestati e', secondo il rapporto nei pericoli di "incertezza politica" come durante le elezioni o ampi scontri sociali. Nella lista delle nazioni che imprigionano i blogger non ci sono solo paesi medio orientali o asiatici negli ultimi 4 anni, ricorda il rapporto della Wia, Gran Bretagna, Francia, Canada e Stati Uniti hanno arrestato dei blogger.

 

 

Discussioni Simili

  1. Navi italiane in rotta verso Tripoli
    Di Dottor Zoidberg nel forum Fondoscala
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 23-02-11, 12:27
  2. L'Iran fa rotta verso la Striscia di Gaza
    Di GNU-GPL nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-06-10, 12:59
  3. Al ministro Maroni non piace la dottrina Sarkozy
    Di Von Clausewitz nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-10-08, 21:32
  4. Europarlamento: affossata la Dottrina Sarkozy
    Di Alex il Rosso nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-09-08, 13:33
  5. Georgia, nave da guerra USA fa rotta verso Poti
    Di Abbott (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 239
    Ultimo Messaggio: 05-09-08, 19:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •