User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Neutrino NO-TUNNEL
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    35,811
     Likes dati
    372
     Like avuti
    1,152
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Post Analisi politica: ecco perchè l'america non vuole vincere la sua guerra

    Premetto che quanto sto per scrivere non esprime la mia opinione politica, ma esprime semplicemente quello che direi e farei se stessi dalla perte e/o nei panni di chi decide la politica estera americana; faccio questo artifizio logico per evidenziare delle contraddizioni nell'attuale gestione della cosiddetta "guerra al terrorismo" americana, contraddizioni che forse sono sfuggite a molti

    allora, iniziamo dal principio: la maggior parte degli analisti politici concorda su un fatto: dagli inizi del 900 in poi sono esistite quattro grandi guerre: la prima guerra mondiale, la seconda guerra mondiale, la terza guerra mondiale(la lunga epoca della guerra fredda) e l'attuale guerra, che vede impegnata, secondo gli ideologi del modo americano di condurre questa guerra, l'america e i suoi alleati contro il terrorismo e contro il fondamentalismo islamico in generale.
    è anche altresì noto e acclarato, che è sbagliato combattere una guerra con i mezzi della guerra precedente, e direi anche, più in generale, delle precedenti: questo lo si sta notando sempre di più nella gestione di questa guerra, mi spiego meglio: sarebbe sbagliato applicare a questa guerra l'ottica della guerra fredda, perchè la contrapposizione ideologica fra "noi" e "loro" favorirebbe solo i fondamentalisti, anzi questo è proprio quello che vogliono: ed è sbagliato anche agire come si agì nella seconda guerra mondiale, cioè bombe + democratizzazione: si sta vedendo in Iraq e in Afghanistan che questa strategia sta fallendo.
    E allora come agire contro questo nemico? Intelligenza vorrebbe che anche per questa guerra gli americani inventassero una tecnica nuova e un approccio nuovo e diverso da quello usato dalle guerre precedenti, ma questo almeno finora non è stato fatto: ma qual'è la tecnica nuova, l'arma segreta che gli americani potrebbero usare per vincere questa guerra? In realtà quest'aarmaa è semplice, è l'uovo di colombo e mi stupisce che finora nessuno abbia finora nemmeno iniziato ad attuare questa soluzioneer vincere la guerra contro il terrorismo e il fondamentalismo islamico bisogna uscire dalla dipendenza dal petrolio e dal gas
    è molto semplice: quasi la metà del petrolio mondiale vine prodotto da paesi arabi o islamici, che sono fondamentalisti o sono a rischio di fondamentalismo islamico, è un fatto: prendiamo l'Iran ad esempio, i petrolio costituisce più della metà del PIL, senza il petrolio sarebbe alla miseria: stessa condizione, anzi peggio, per il Sudan: il petrolio e il gas costituiscono la quasi totalitàdell'export dei paesi arabi e islamici, senza di questi loro sarebbero allo stesso livello economico dell'africa: infine anche gruppi non-statali come quelli terroristici, senza petrolio avrebbero molti meno soldi e quindi molta meno possibilità di comprare i mezzi per combattere la loro guerra.
    Non solo, il discorso non si ferma ai paesi arabi e islamici: la Russia di Putin sta tornando ad essere una potenza grazie al petrolio e al gas, le nuove esperienze di governi progressisti latinoamericani(come Chavez o Morales) si stanno affrancando dal dominio americano grazie agli idrocarburi
    Insomma, per fare un breve riepilogo: affranca il mondo dalla dipendenza energetica da petrolio e gas e toglierai ai fondamentalisti islamici la stragrande maggioranza dei loro introiti economici, quindi toglierai loro le risorse economiche(sempre e cmq fondamentali) per combattere questa guerra, quindi perderanno: inoltre si indebolirebbero molto anche gli altri avversari dell'america: rimarrebbe solo la Cina, ma questa è impossibile da fermare, gli americani devono rassegnarsi per la Cina, ma gli altri, sarebbero fermati tutti.

    A sto punto viene spontaneeo un ragionamento: se la soluzione per vincere questa guerra è così semplice, com'è che gli americani non solo non la applicano, ma vanno nella direzione contraria?
    Della dipendenza , anzi dell'appecoramento totale dell'amministrazione Bush alle lobby petrolifere oramai sappiamo tutto: ma non pensate che i democratici Usa siano tanto diversi: anche loro dipendono da queste lobby e fanno i loro interessi, anche se in misura minore: e inoltre tutta la conduzione della cd "guerra al terrore" dall'11-9(anzi anche prima) in poi, non ha fatto altro che sottolineare e puntare sull'importanza degli idrocarburi, e risulta chiaro chee, come ho detto prima, più gli idrocarburi aumentano la loro importanza strategica, più i nemici degli Usa si rafforzano, e quindi gli Usa medesimi si indeboliscono. Nessuna politica ambientale per ridurre la dipendenza dal petrolio viene fatta(al posto della propaganda per accaparrarsi i voti a cui puntualmente non seguono i fatti, e i fatti sono che gli Usa rifiutano persino kyoto e che anche se Bush ha detto che vuole ridurre la dipendenza dal petrolio e dalle fonti fossili e inquinanti e quindi le conseeguenti emissioni di gas serra e inquinanti
    tramite l'utilizzo di bioetanolo(il famoso "il 20% delle auto andranno a boetanolo eentro 10 anni)
    nessun piano
    concreto e dettagliato per una
    riduzione anche minima delle emissioni di gas serra
    e inquinanti e la sua sostituzione con energia ricavata da rinnovabili è stato
    varato e nemmeno proposto
    segno che è solo propaganda per sperare di acchiappare qualche voto democratico e nulla più)
    è un analisi semplice e non difficile da fare, e a questo punto io mi chiedo una cosa: dato che non credo che chi decide la politica Usa sia uno stupido o uno sprovveduto, a sto punto rimane solo un ipotesi: la malafede, cioè dire chee in realtà questa guerra loro non la vogliono vincere,che a loro non interessa e che loro, o per fare gli interessi delle lobby petrolifere, o semplicemente perchè a loro fa comodo mantenere una condizione di incertezza e di pericolo per la loro nazione, o per qualsiasi altra ragione che io francamente non riesco a comprendere fino in fondo, loro non vogliano veramente vincere, almeno per ora, questa guerra. E allora vi chiedo, possibile che le cose stiano davvero così? e se stanno davvero così perchè lo fanno, qual'è il motivo? aspetto di sapere cosa ne pensate di questa mia analisi
    Thematrix

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Cyborg nazzysta teleguidato da Casaleggio
    Messaggi
    26,844
     Likes dati
    664
     Like avuti
    3,824
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Credo che tu stia sopravvalutando la cricca di Bush.

    Cioè continui a pensare che lavori "per il bene dell'America".

    Detto brutalmente a Bush&C degli americani non gliene frega un beneamato cazzo se non per questioni meramente elettorali, quello che gli interessa è ingrassare se stesso e lobby petrolifere e belliche che lo sostengono.
    Vuoi una soluzione VERA alla Crisi Finanziaria ed al Debito Pubblico?

    NUOVA VERSIONE COMPLETATA :
    http://lukell.altervista.org/Unasolu...risiEsiste.pdf




  3. #3
    La mancanza di memoria uccide
    Data Registrazione
    01 Aug 2005
    Località
    The Glorious Liberation Of The People's Technocratic Republic Of Vinnland By The Combined Forces Of The United Territories Of Europa
    Messaggi
    701
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In un futuro prossimo (l'anno 1984) la Terra è suddivisa in tre grandi potenze totalitarie perennemente in guerra tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. In Oceania, la cui capitale è Londra, la società è amministrata secondo i principi del Socing (il socialismo inglese) e governata da un onnipotente partito unico comunista con a capo il Grande Fratello, un personaggio che nessuno ha mai visto e che tiene costantemente sotto controllo la vita di tutti i cittadini (la sua figura somiglia molto a quella di Josif Stalin). I suoi occhi sono le telecamere che spiano la vita di qualunque cittadino e il suo braccio la psicopolizia che interviene in ogni situazione sospetta. Ovunque vi sono grandi manifesti che ritraggono il Grande Fratello e gli slogan del partito: «la guerra è pace», «la libertà è schiavitù», «l'ignoranza è forza».

    1984

    Aggiungici la manipolazione della memoria e completi il cerchio...per me l'amministrazione USA non ha assolutamente intenzione di vincere, cadrebbe tutto l'apparato ideologico pronunciato nei famosi rebuilding american defense ecc...per questo che non si sono concentrati in Afghanistan con bin Laden ed è per questo che temo scateneranno un'altra guerra prima di sistemare l'Iraq. Tanto loro se ne stanno sulla loro bella isola-continente, e una volta finito lo scudo stellare saranno al riparo da qualunque attacco balistico. Stanno incasinando tutte le zone vicine alle uniche due realtà nazionali capaci di essere concorrenziali in futuro (Russia e Cina). Mi sa che toccherà ad altri sistemare quello che stanno combinando.
    TUTTI GLI ANIMALI SONO EGUALI MA ALCUNI ANIMALI SONO PIÙ EGUALI DEGLI ALTRI

  4. #4
    La mancanza di memoria uccide
    Data Registrazione
    01 Aug 2005
    Località
    The Glorious Liberation Of The People's Technocratic Republic Of Vinnland By The Combined Forces Of The United Territories Of Europa
    Messaggi
    701
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fuori_schema Visualizza Messaggio
    Credo che tu stia sopravvalutando la cricca di Bush.

    Cioè continui a pensare che lavori "per il bene dell'America".

    Detto brutalmente a Bush&C degli americani non gliene frega un beneamato cazzo se non per questioni meramente elettorali, quello che gli interessa è ingrassare se stesso e lobby petrolifere e belliche che lo sostengono.
    In parte sono d'accordo, ma penso che il fine non siano tanto i soldi ma il "semplice" potere, cercando come dicevo sopra di creare un abisso nello sviluppo delle aree medio-orientali e asiatiche rispetto al NA.
    TUTTI GLI ANIMALI SONO EGUALI MA ALCUNI ANIMALI SONO PIÙ EGUALI DEGLI ALTRI

  5. #5
    Neutrino NO-TUNNEL
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    35,811
     Likes dati
    372
     Like avuti
    1,152
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Paranoid Visualizza Messaggio
    Aggiungici la manipolazione della memoria e completi il cerchio...per me l'amministrazione USA non ha assolutamente intenzione di vincere, cadrebbe tutto l'apparato ideologico pronunciato nei famosi rebuilding american defense ecc...per questo che non si sono concentrati in Afghanistan con bin Laden ed è per questo che temo scateneranno un'altra guerra prima di sistemare l'Iraq. Tanto loro se ne stanno sulla loro bella isola-continente, e una volta finito lo scudo stellare saranno al riparo da qualunque attacco balistico. Stanno incasinando tutte le zone vicine alle uniche due realtà nazionali capaci di essere concorrenziali in futuro (Russia e Cina). Mi sa che toccherà ad altri sistemare quello che stanno combinando.

    non so se sia veramente così, comunque il tuo è un ragionamento plausibile
    io continuo ad avere molta incertezza sulle reali intenzioni dell'america

  6. #6
    Liberaldemocraticocattoli co
    Data Registrazione
    22 Mar 2007
    Messaggi
    58
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Paranoid Visualizza Messaggio
    In un futuro prossimo (l'anno 1984) la Terra è suddivisa in tre grandi potenze totalitarie perennemente in guerra tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. In Oceania, la cui capitale è Londra, la società è amministrata secondo i principi del Socing (il socialismo inglese) e governata da un onnipotente partito unico comunista con a capo il Grande Fratello, un personaggio che nessuno ha mai visto e che tiene costantemente sotto controllo la vita di tutti i cittadini (la sua figura somiglia molto a quella di Josif Stalin). I suoi occhi sono le telecamere che spiano la vita di qualunque cittadino e il suo braccio la psicopolizia che interviene in ogni situazione sospetta. Ovunque vi sono grandi manifesti che ritraggono il Grande Fratello e gli slogan del partito: «la guerra è pace», «la libertà è schiavitù», «l'ignoranza è forza».

    1984

    Aggiungici la manipolazione della memoria e completi il cerchio...per me l'amministrazione USA non ha assolutamente intenzione di vincere, cadrebbe tutto l'apparato ideologico pronunciato nei famosi rebuilding american defense ecc...per questo che non si sono concentrati in Afghanistan con bin Laden ed è per questo che temo scateneranno un'altra guerra prima di sistemare l'Iraq. Tanto loro se ne stanno sulla loro bella isola-continente, e una volta finito lo scudo stellare saranno al riparo da qualunque attacco balistico. Stanno incasinando tutte le zone vicine alle uniche due realtà nazionali capaci di essere concorrenziali in futuro (Russia e Cina). Mi sa che toccherà ad altri sistemare quello che stanno combinando.
    ma io mi chiedo 2 cose?

    1 vivete sulla terra o a mirabilandia?

    2 invece di dire cazzate immani.... argomenta il tuo pensiero in modo reale........

  7. #7
    Liberaldemocraticocattoli co
    Data Registrazione
    22 Mar 2007
    Messaggi
    58
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da thematrix Visualizza Messaggio
    Premetto che quanto sto per scrivere non esprime la mia opinione politica, ma esprime semplicemente quello che direi e farei se stessi dalla perte e/o nei panni di chi decide la politica estera americana; faccio questo artifizio logico per evidenziare delle contraddizioni nell'attuale gestione della cosiddetta "guerra al terrorismo" americana, contraddizioni che forse sono sfuggite a molti

    allora, iniziamo dal principio: la maggior parte degli analisti politici concorda su un fatto: dagli inizi del 900 in poi sono esistite quattro grandi guerre: la prima guerra mondiale, la seconda guerra mondiale, la terza guerra mondiale(la lunga epoca della guerra fredda) e l'attuale guerra, che vede impegnata, secondo gli ideologi del modo americano di condurre questa guerra, l'america e i suoi alleati contro il terrorismo e contro il fondamentalismo islamico in generale.
    è anche altresì noto e acclarato, che è sbagliato combattere una guerra con i mezzi della guerra precedente, e direi anche, più in generale, delle precedenti: questo lo si sta notando sempre di più nella gestione di questa guerra, mi spiego meglio: sarebbe sbagliato applicare a questa guerra l'ottica della guerra fredda, perchè la contrapposizione ideologica fra "noi" e "loro" favorirebbe solo i fondamentalisti, anzi questo è proprio quello che vogliono: ed è sbagliato anche agire come si agì nella seconda guerra mondiale, cioè bombe + democratizzazione: si sta vedendo in Iraq e in Afghanistan che questa strategia sta fallendo.
    E allora come agire contro questo nemico? Intelligenza vorrebbe che anche per questa guerra gli americani inventassero una tecnica nuova e un approccio nuovo e diverso da quello usato dalle guerre precedenti, ma questo almeno finora non è stato fatto: ma qual'è la tecnica nuova, l'arma segreta che gli americani potrebbero usare per vincere questa guerra? In realtà quest'aarmaa è semplice, è l'uovo di colombo e mi stupisce che finora nessuno abbia finora nemmeno iniziato ad attuare questa soluzioneer vincere la guerra contro il terrorismo e il fondamentalismo islamico bisogna uscire dalla dipendenza dal petrolio e dal gas
    è molto semplice: quasi la metà del petrolio mondiale vine prodotto da paesi arabi o islamici, che sono fondamentalisti o sono a rischio di fondamentalismo islamico, è un fatto: prendiamo l'Iran ad esempio, i petrolio costituisce più della metà del PIL, senza il petrolio sarebbe alla miseria: stessa condizione, anzi peggio, per il Sudan: il petrolio e il gas costituiscono la quasi totalitàdell'export dei paesi arabi e islamici, senza di questi loro sarebbero allo stesso livello economico dell'africa: infine anche gruppi non-statali come quelli terroristici, senza petrolio avrebbero molti meno soldi e quindi molta meno possibilità di comprare i mezzi per combattere la loro guerra.
    Non solo, il discorso non si ferma ai paesi arabi e islamici: la Russia di Putin sta tornando ad essere una potenza grazie al petrolio e al gas, le nuove esperienze di governi progressisti latinoamericani(come Chavez o Morales) si stanno affrancando dal dominio americano grazie agli idrocarburi
    Insomma, per fare un breve riepilogo: affranca il mondo dalla dipendenza energetica da petrolio e gas e toglierai ai fondamentalisti islamici la stragrande maggioranza dei loro introiti economici, quindi toglierai loro le risorse economiche(sempre e cmq fondamentali) per combattere questa guerra, quindi perderanno: inoltre si indebolirebbero molto anche gli altri avversari dell'america: rimarrebbe solo la Cina, ma questa è impossibile da fermare, gli americani devono rassegnarsi per la Cina, ma gli altri, sarebbero fermati tutti.

    A sto punto viene spontaneeo un ragionamento: se la soluzione per vincere questa guerra è così semplice, com'è che gli americani non solo non la applicano, ma vanno nella direzione contraria?
    Della dipendenza , anzi dell'appecoramento totale dell'amministrazione Bush alle lobby petrolifere oramai sappiamo tutto: ma non pensate che i democratici Usa siano tanto diversi: anche loro dipendono da queste lobby e fanno i loro interessi, anche se in misura minore: e inoltre tutta la conduzione della cd "guerra al terrore" dall'11-9(anzi anche prima) in poi, non ha fatto altro che sottolineare e puntare sull'importanza degli idrocarburi, e risulta chiaro chee, come ho detto prima, più gli idrocarburi aumentano la loro importanza strategica, più i nemici degli Usa si rafforzano, e quindi gli Usa medesimi si indeboliscono. Nessuna politica ambientale per ridurre la dipendenza dal petrolio viene fatta(al posto della propaganda per accaparrarsi i voti a cui puntualmente non seguono i fatti, e i fatti sono che gli Usa rifiutano persino kyoto e che anche se Bush ha detto che vuole ridurre la dipendenza dal petrolio e dalle fonti fossili e inquinanti e quindi le conseeguenti emissioni di gas serra e inquinanti
    tramite l'utilizzo di bioetanolo(il famoso "il 20% delle auto andranno a boetanolo eentro 10 anni)
    nessun piano
    concreto e dettagliato per una
    riduzione anche minima delle emissioni di gas serra
    e inquinanti e la sua sostituzione con energia ricavata da rinnovabili è stato
    varato e nemmeno proposto
    segno che è solo propaganda per sperare di acchiappare qualche voto democratico e nulla più)
    è un analisi semplice e non difficile da fare, e a questo punto io mi chiedo una cosa: dato che non credo che chi decide la politica Usa sia uno stupido o uno sprovveduto, a sto punto rimane solo un ipotesi: la malafede, cioè dire chee in realtà questa guerra loro non la vogliono vincere,che a loro non interessa e che loro, o per fare gli interessi delle lobby petrolifere, o semplicemente perchè a loro fa comodo mantenere una condizione di incertezza e di pericolo per la loro nazione, o per qualsiasi altra ragione che io francamente non riesco a comprendere fino in fondo, loro non vogliano veramente vincere, almeno per ora, questa guerra. E allora vi chiedo, possibile che le cose stiano davvero così? e se stanno davvero così perchè lo fanno, qual'è il motivo? aspetto di sapere cosa ne pensate di questa mia analisi
    Thematrix

    qll che hai scritto temarix è molto buono ma la domanda è non ricadremmo,utilizzando l'uovo di colomba,in un altro appeasement(vedi seconda guerra mondiale)?

  8. #8
    La mancanza di memoria uccide
    Data Registrazione
    01 Aug 2005
    Località
    The Glorious Liberation Of The People's Technocratic Republic Of Vinnland By The Combined Forces Of The United Territories Of Europa
    Messaggi
    701
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da agoslife Visualizza Messaggio
    ma io mi chiedo 2 cose?

    1 vivete sulla terra o a mirabilandia?

    2 invece di dire cazzate immani.... argomenta il tuo pensiero in modo reale........
    Mondo reale?
    PNAC
    TUTTI GLI ANIMALI SONO EGUALI MA ALCUNI ANIMALI SONO PIÙ EGUALI DEGLI ALTRI

  9. #9
    Federalista Europeo
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    IN UNITATE ROBUR
    Messaggi
    2,448
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Paranoid Visualizza Messaggio
    del Socing (il socialismo inglese) e governata da un onnipotente partito unico comunista con a capo il Grande Fratello
    Orwell non ha mai parlarto di partito comunista, ma totalitario in genere.
    E' stato anche uno dei prima a confrontare e a trovare le similitudini tra Partito Comunista e Partito Nazionalsocialista.
    Fatto sta che aveva la vista lunga, e molte cose da lui profetizzate si sono concretizzate.

    [ps: bellissima la canzone e la bandiera dei Type 0 Negative!]

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    30 Mar 2007
    Località
    San Donà di Piave
    Messaggi
    2,234
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non penso sia una buona strategia perdere la propria credibilità in mondovisione. La politica estera americana negli ultimi anni non è stata molto convincente.

    Troppi dubbi e troppe guerre aperte. Quando non sai più in che direzione muoverti sei fregato. L'amministrazione Bush, a parer mio ha commesso molti errori.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. "Ecco perché la politica vuole mantenere il Porcellum"
    Di von Dekken nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 08-06-13, 19:29
  2. Ecco perché non faranno mai vincere Renzi alle primarie.
    Di Medsim nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 100
    Ultimo Messaggio: 12-09-12, 10:15
  3. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 16-04-07, 15:31
  4. Ecco perchè Silvio è sicuro di vincere
    Di Tatytaty nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-03-06, 22:26
  5. ecco perchè l'america è contro l'islam...
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-12-02, 16:46

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •