User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    39,362
     Likes dati
    434
     Like avuti
    639
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Asteroide killer, chiesto l'intervento dell'Onu

    Asteroide killer, chiesto l'intervento dell'Onu

    Un trattore spaziale da 300 milioni di dollari dovrebbe portare Apophis lontano e scongiurare la possibile collisione del 2036

    SAN FRANCISCO - La minaccia di Apophis, l'asteroide che potrebbe colpire la Terra il 13 aprile 2036, sta diventando così concreta che le Nazioni Unite saranno invitate ad assumere il coordinamento di una missione spaziale internazionale basata sul progetto innovativo di un «trattore gravitazionale» per deviare il corpo ed evitare il possibile impatto con il nostro pianeta. L’annuncio del coinvolgimento della massima rappresentanza dei governi mondiali nel caso Apophis è stato dato dall’astrofisico Russel Schweickart, capo di un gruppo di ex astronauti della Nasa ora impegnati a tempo pieno nei programmi di monitoraggio degli oggetti cosmici e difesa dai rischi di collisione con la Terra.

    Ricostruzione grafica della missione del «trattore gravitazionale» su Apophis
    APOPHIS - «La settimana prossima ci sarà un incontro con il Comitato per gli usi pacifici dello Spazio delle Nazioni Unite, a cui presenteremo un rapporto aggiornato sugli asteroidi che costituiscono una minaccia potenziale per il nostro pianeta – ha riferito Schweickart ai membri dell’American Association for the Advancement of Science di San Francisco –. Parleremo di Apophis, ma non solo. Abbiamo bisogno di mettere a punto dei piani per difenderci nel migliore dei modi dalle centinaia, se non migliaia, di piccoli corpi celesti le cui orbite si avvicinano pericolosamente al nostro pianeta. Per quanto basse, le probabilità di impatto con uno di questi corpi non sono nulle. In caso di collisione, tutti i Paesi del mondo, nessuno escluso, sono a rischio».
    PATATA ORBITANTE - Scoperto nel 2004, Apophis è un piccolo asteroide a forma di patata, con un asse maggiore di circa 400 metri e un peso di 46 miliardi di chili. La sua caratteristica più preoccupante è che, mentre compie un giro completo attorno al Sole ogni 323 giorni, incrocia l’orbita della Terra due volte l’anno, esponendoci a una serie di «incontri ravvicinati» che, a causa della potente forza di attrazione terrestre, prima o poi potrebbero farlo precipitare su di noi. Per l’incontro del 13 aprile 2036 le probabilità di caduta sono attualmente molto basse, circa una su 45 mila, ma poiché l’orbita di Apophis è conosciuta con una certa approssimazione, gli scienziati non possono esprimere certezze.

    IMPATTO - Di sicuro si sa che, se l’impatto si verificasse, sarebbe catastrofico e solleverebbe polveri e gas fino alla stratosfera, oscurando per lungo tempo la luce del Sole e decimando la vita sulla Terra, come già è accaduto altre volte nella storia geologica. Oltre a un rafforzamento della rete internazionale di monitoraggio degli asteroidi, Schweickart e collaboratori chiederanno alle Nazioni Unite il supporto per progettare e realizzare una missione di salvataggio assolutamente innovativa rispetto a quelle finora prese in considerazione, come l’esplosione di un ordigno nucleare accanto all’asteroide, col proposito di allontanarlo per effetto dell’onda d’urto, oppure l’impianto di un motore a razzo sulla sua superficie per portarlo lontano dalla Terra. Entrambe le soluzioni si potrebbero rivelare catastrofiche, hanno spiegato a San Francisco Schweckart e il suo collega Ed Lu.

    TRATTORE GRAVITAZIONALE - Infatti, dalle ultime ricerche, è emerso che gli asteroidi possono essere formati da materiale incoerente, facile a disgregarsi in tanti piccoli frammenti. La bomba o il motore potrebbero trasformarli in uno sciame che, invece di un singolo colpo, esporrebbe la Terra a una micidiale grandinata di proiettili spaziali. Il progetto del «trattore gravitazionale», sviluppato principalmente da Ed Lu e descritto nei particolari in una articolo sulla rivista «Nature», consiste in una grande astronave teleguidata che si dovrebbe avvicinare ad Apophis senza toccarlo, in modo da legarsi ad esso con l’invisibile filo della forza gravitazionale. Quindi l’astronave azionerebbe esili ma efficaci getti propulsori che trascinerebbero gentilmente l’asteroide lontano dalla Terra, in una posizione definitivamente sicura. «La durata della missione di salvataggio sarebbe di circa 12 giorni – ha precisato Ed Lu –, il suo costo complessivo di circa 300 milioni di dollari».
    Franco Foresta Martin
    18 febbraio 2007

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
     Likes dati
    67
     Like avuti
    187
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito

    Mah. Prima di tutto è necessario CONOSCERE gli oggetti potenzialmente pericolosi, calcolarne la traiettoria, la massa, la composizione chimica.
    Altrimenti qualsiasi tentativo di deviarli sarebbe non solo inutile ma potezialmente addirittura dannoso.

    Il fatto è che in questo campo nessuno investe soldi, se non i soliti Stati Uniti (e in misura minore l'Europa). Ma tutti gli altri che fanno?

  3. #3
    Neutrino NO-TUNNEL
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    35,811
     Likes dati
    372
     Like avuti
    1,152
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    entro il 2036 il mondo rischia di essere devastato da desertificazione, caldo, siccità, mancanza di acqua etc etc....il problema principale per la sopravvivenza di questo pianeta del c... non è apophis(che tra l'altro nell'eventualità - perchè non è sicuro - che la traiettoria sia contro il nostro pianeta basterebbe inviare un missile nello spazio dotato di una bomba nucleare per ridurlo in mille pezzi), i veri problemi sono altri!

  4. #4
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
     Likes dati
    67
     Like avuti
    187
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito

    Sì, certo, come no. Ti nomineremo responsabile della sicurezza mondiale, Thematrix

    Decisamente non è così.
    http://astrolink.mclink.it/news/special/page1.html

  5. #5
    macht geht vor recht
    Data Registrazione
    24 Mar 2006
    Località
    Regno d'Italia > They challenge science to prove the existence of God. But must we really light a candle to see the sun?
    Messaggi
    7,000
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


    certo che bisogna superare una dura selezione per diventare comunisti

  6. #6
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
     Likes dati
    67
     Like avuti
    187
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito

    Che vuoi farci: i kompagni sono abituati a risolvere le questioni a rivoltellate, quindi se arriva un asteroide... gli si spara addosso

    Poco importa poi se:
    1) difficilmente qualsiasi esplosione termonucleare potrebbe fermare la massa di 4,6 x 10 alla decima kg, sparati a una velocità relativa pazzesca contro la Terra;
    2) una volta frantumato, molto semplicemente invece di avere UN asteroide di 4,6x 10 alla decima kg, avremmo qualche centinaio di asteroidi di una massa totale di 4,6 x 10 alla decima Kg che ci stanno per piombare addosso


  7. #7
    Free Tibet!
    Data Registrazione
    25 Aug 2005
    Località
    www.siciliaindipendente.org Agnes velhom age, bureita dadenami. Eka esti, metere Trinacie geped. Ais darna Trinacie uie, iti Talia tebei, ahita Talia praarei, viadis Talia aite esti. Zudai esti. Puri Trinacie ires.
    Messaggi
    3,504
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per non parlare della simpatica pioggerella radioattiva che si riverserebbe sul pianeta qualora la «bomba nucleare» dovesse scoppiare prima di uscire dall'atmosfera...

  8. #8
    Makeru ga, katta
    Data Registrazione
    07 Sep 2002
    Località
    Before you all die ghastly, horrible deaths, let me take the hour to describe my latest plan for world domination! Uhauhauha!
    Messaggi
    35,439
     Likes dati
    0
     Like avuti
    2
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da thematrix Visualizza Messaggio
    entro il 2036 il mondo rischia di essere devastato da desertificazione, caldo, siccità, mancanza di acqua etc etc....il problema principale per la sopravvivenza di questo pianeta del c... non è apophis(che tra l'altro nell'eventualità - perchè non è sicuro - che la traiettoria sia contro il nostro pianeta basterebbe inviare un missile nello spazio dotato di una bomba nucleare per ridurlo in mille pezzi), i veri problemi sono altri!

    Matrix, se un attrezzo del genere piomba sul pianeta, ammazza 2 miliardi di persone in un solo giorno. E gli altri seguono la sorte nel giro di un mese (anche se stanno dall'altra parte del globo).
    _______________________
    Gli zeri, per valere qualcosa,
    devono stare a destra.

  9. #9
    Makeru ga, katta
    Data Registrazione
    07 Sep 2002
    Località
    Before you all die ghastly, horrible deaths, let me take the hour to describe my latest plan for world domination! Uhauhauha!
    Messaggi
    35,439
     Likes dati
    0
     Like avuti
    2
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da UgoDePayens Visualizza Messaggio
    Mah. Prima di tutto è necessario CONOSCERE gli oggetti potenzialmente pericolosi, calcolarne la traiettoria, la massa, la composizione chimica.
    Altrimenti qualsiasi tentativo di deviarli sarebbe non solo inutile ma potezialmente addirittura dannoso.

    Il fatto è che in questo campo nessuno investe soldi, se non i soliti Stati Uniti (e in misura minore l'Europa). Ma tutti gli altri che fanno?

    In realtà neanche Europa o Stati Uniti investono soldi in ricerca di asteroidi. Od almeno, lo farebbero, ma non si trovano studenti che vogliano spendere la vita a scrutare il buio del sistema solare alla ricerca di palle di roccia, e calcolarne le loro complesse traiettorie. Vogliono studiare solo le galassie.

    In tutto il mondo ci saranno si e no un 5-6 persone che passano il tempo a cercare asteroidi.
    _______________________
    Gli zeri, per valere qualcosa,
    devono stare a destra.

  10. #10
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
     Likes dati
    67
     Like avuti
    187
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da marcejap Visualizza Messaggio
    In realtà neanche Europa o Stati Uniti investono soldi in ricerca di asteroidi. Od almeno, lo farebbero, ma non si trovano studenti che vogliano spendere la vita a scrutare il buio del sistema solare alla ricerca di palle di roccia, e calcolarne le loro complesse traiettorie. Vogliono studiare solo le galassie.

    In tutto il mondo ci saranno si e no un 5-6 persone che passano il tempo a cercare asteroidi.
    Che la ricerca sui NEO e sui pianetini possa essere meno gratificante dal punto di vista accademico è indubbio, ma non dimentichiamoci che ci sono fior di università che sfornano astronomi a getto continuo, e che spesso gli osservatori più piccoli (quelli che una volta facevano ricerca di primo piano, am che ora sono surclassati dai telescopi giganti del Sud) vengono validamente riciclati per questo tipo di ricerche.

    E più ancora è importante lo sforzo (al 90% sostenuto dagli USA) profuso per le cosiddette "survey automatiche", come la LINEAR, che utilizzando uno o più piccoli telescopi scannerizzano il fondo cielo notte dopo notte, in automatico, consentendo poi a elaboratori e software realizzati ad hoc di individuare fonti luminose molto evanescenti che si spostano con moto relativo compatibile con quello di un asteroide o di una cometa.
    E stiamo parlando di centinaia, migliaia di scoperte all'anno!
    Il problema è che queste survey sono ancora poche, e collocate geograficamente in modo non ottimale (non coprendo interamente la volta celeste).

    E poi, infine, c'è il contributo degli astronomi non professionisti, i famosi astrofili, che dotati di strumenti commerciali talvolta molto sofisticati sono veramente una risorsa. Il problema è sfruttarla!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-12-12, 14:46
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-10-12, 19:02
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-04-10, 13:19
  4. Analisi dell’intervento dell’onorevole BUONANNO GIANLUCA
    Di darpao nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 13-07-08, 19:43
  5. Scoperte le tracce dell'asteroide
    Di pensiero nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 06-06-06, 21:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •