User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: tassazione regressiva

  1. #1
    Vittima del kali yuga
    Data Registrazione
    25 Feb 2006
    Località
    Il desiderio, è come un fuoco insaziabile. Grazie alla barca della conoscenza certamente varcherai tutto l'oceano del male (b. gità)
    Messaggi
    13,956
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down tassazione regressiva

    Un nuovo orrore prodotto dal governo


    La tassa regressiva
    Maurizio Blondet
    02/11/2006
    Romano Prodi

    Prova e riprova, tenta e ritenta, correggi la Finanziaria qua, cambiala di nuovo là, Prodi, Visco e Padoa-Schioppa sono riusciti a inventare la tassazione regressiva.
    Tale è infatti l’aggravio del bollo auto, aggravato in base all’età delle macchine: chi ha l’auto nuovissima E-4 ed E-5 paga come prima; chi ha la E-3 paga di più, e ancor più chi ha una E-2, moltissimo chi ha la E-1.
    Insomma sono colpiti gli italiani che hanno auto vecchie più di quelli che si possono permettere l’ultimo modello; puniti quelli che si tengono l’auto da dieci anni, e non certo per piacere ma per necessità; premiati quelli che hanno i mezzi per cambiarla spesso.
    Tassazione regressiva: che torchia più crudelmente chi ha i redditi più bassi.
    E pensare che un tempo il cavallo di battaglia della sinistra era la «progressività» dell’imposizione fiscale.
    Per questo si sono sempre opposti alla tassazione puramente proporzionale, ad aliquota unica, detta «flat tax»: con la motivazione che un prelievo del 30 % per chi denuncia 200 mila euro l’anno come per chi ne denuncia 10 mila, è ingiusto.
    Chi guadagna di più deve contribuire più che in proporzione: «giusto» è che chi ha 200 mila euro annui paghi il 30 %, e chi ne ha solo 10 mila paghi, magari, il 12 %.
    Per questo la sinistra si è opposta, anzi ha deriso, la proposta di «flat tax» (proporzionale e non progressiva) promessa da Berlusconi (altra promessa non mantenuta, del resto).
    La cosiddetta sinistra non si è mai lasciata convincere dalla teoria, comprovata nei fatti dalla fiscalità americana, che una tassazione modesta e uguale per tutti accresce anziché diminuire il gettito fiscale, perché disincentiva l’evasione e l’elusione.

    Ha sempre schernito la «curva di Laffer», la quale dimostra come il gettito diminuisca con l’aggravarsi progressivo delle aliquote, per diventare zero quando le aliquote sono altissime e predatorie.
    Per loro, questo era un mito: anche se ne hanno sotto gli occhi la prova in Italia, dove - sono loro a dirlo, strepitando - solo l’1% dichiara più di 150 mila euro l’anno, cifra colpita dall’aliquota del 43 %.
    I veri ricchi che guadagnano dieci o cento volte tanto, sono numerosissimi: ma guarda caso, chi ha mezzi ragguardevoli ha anche i mezzi - legali e di elusione - per sottrarsi alle aliquote predatorie. Alla sinistra basta gridare che c’è «l’evasione fiscale».
    E lanciare slogan come «anche i ricchi piangano».
    Poi, con le finanziarie alla Visco, provvedono a far piangere non i ricchi veri, ma i dipendenti agiati.
    Però quest’aggravio del bollo auto in base alla vecchiaia del veicolo supera tutte le precedenti trovate della sinistra cosiddetta.
    Sono diventati i Robin Hood al rovescio di cui si credeva impossibile l’esistenza, quelli che rubano ai poveri per dare ai ricchi.
    Nemmeno una dittatura di plutocrati reazionari ha mai osato imporre tasse regressive come questa. Loro sì.
    E così è dimostrata in modo definitivo che cos’è la «sinistra» oggi: una dittatura di plutocrati burocratici ed idioti. I miliardari di stato.

    Del resto, l’ho sentito dire a Rai3, a tutte lettere, da un giornalista del Manifesto, che mi pare si chiami Loris Campetti.
    Ad un ascoltatore che si lagnava del governo Prodi, questo Campetti ha detto (cito a memoria): caro signore, lei deve sapere che gli operai e in genere la classe lavoratrice, specie del Nord, non hanno votato per le sinistre ma per il Polo.
    «Chi ha salvato questo governo» (ha detto proprio così) sono stati gli insegnanti, i magistrati, gli statali, e l’appoggio di Confindustria e delle grandi banche; ed ora, questi passano a riscuotere il credito…
    Un’ammissione lucida di cui va dato atto ad una bocca di sinistra: «sinistra» è il nome santificante che si sono date le oligarchie parassitarie e i poteri forti uniti in blocco di potere.
    Magari, una maggiore lucidità doveva prendere atto del tradimento profondo della democrazia che si configura con questo governo.
    E’ accaduto che i partiti di sinistra, abbandonati dal «loro» popolo e dal loro elettorato storico, anziché mettersi in liquidazione, si sono trovati un altro «elettorato», le oligarchie, le corporazioni e le lobby parassitarie.
    Come nella battuta di spirito di Brecht: il governo insoddisfatto del popolo, ha sciolto il popolo.
    La tassazione regressiva è appunto il corollario del rovesciamento brechtiano.
    Il governo «di sinistra», saldo al potere grazie a Confindustria, banche e grand commis, punisce l’elettorato lavoratore che non ha votato per lui, lo punisce super-tassandolo.
    La cosa ha aspetti grotteschi, se non fossero tragici.

    Con uno sforzo supremo, quasi si togliesse il pane di bocca, il regime delle oligarchie parassitarie ha alzato il reddito esente da prelievo tributario, ridicolmente chiamato «no tax area».
    Prima, erano esenti da tassazione coloro che denunciavano meno di 7.500 euro l’anno.
    Oggi, è esente chi ha fino a 7.750 euro l’anno.
    Siamo il solo Paese d’Europa che sottopone alla torchia fiscale già chi guadagna meno di 700 euro mensili.
    In Spagna, nel quadro della riforma fiscale «di destra» che ridusse la progressività, Aznar alzò l’area di esenzione a 24 mila euro annui.
    Forse non a caso, l’economia spagnola va abbastanza bene, quella nostra abbastanza male.
    Ma è ovvio: chi percepisce 700 euro mensili non può sottrarsi al dovere di contribuire ai lussi dai Sardanapali di Stato e alle loro auto blù.
    Decine di presidenti emeriti della Suprema Corte, migliaia di magistrati, dozzine di governatori di regioni, presidenti di provincia e loro consulenti ed amici e parenti aspettano da voi, ricchi coi 700 euro, il loro mantenimento.
    Voi con la vecchia utilitaria E-1, pagate di più senza lagnarvi: mica pretenderete che Mastella o Padoa Schioppa si paghino la E-5 di tasca loro.

    Maurizio Blondet


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Massimiliano71
    Ospite

    Predefinito

    Piccolo appunto: la curva di Laffer, come direbbe Fantozzi, è una cagata pazzesca. Tale si è rivelata nella famosa "reaganomics", cioè la politica di diminuzione delle tasse portata avanti negli 8 anni di presidenza Reagan che avrebbe dovuto portare ad un aumento più che proporzionale delle entrate tributarie. Reagan ha lasciato la Casa Bianca con un buco di bilancio pari al doppio di quello che aveva trovato (confrontato allo stesso valore attuale) pur avendo tagliato oltre il 30% delle spese dello Stato rispetto alla gestione Carter.

  3. #3
    Vittima del kali yuga
    Data Registrazione
    25 Feb 2006
    Località
    Il desiderio, è come un fuoco insaziabile. Grazie alla barca della conoscenza certamente varcherai tutto l'oceano del male (b. gità)
    Messaggi
    13,956
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    grazie per l'appunto

 

 

Discussioni Simili

  1. Ipnosi regressiva e vite anteriori
    Di Tomás de Torquemada nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 22-06-13, 21:22
  2. La tassazione all' incontrario
    Di Avanguardia nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-04-12, 00:01
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-01-11, 14:52
  4. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 11-04-08, 01:00
  5. tassazione rendite
    Di legio_taurinensis nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 11-09-05, 23:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •