User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
  1. #1
    Cavaliere d'oro
    Data Registrazione
    12 Dec 2003
    Località
    L'ultima ridotta d'Italia
    Messaggi
    13,879
     Likes dati
    3,668
     Like avuti
    1,628
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sento che ce la facciamo...

    Gli ultimi giorni hanno scosso le coscienze di tanti che pensavano di non votare ed astenersi, lasciando il loro destino nelle mani di chi per 60 anni ha rovinato quella che era una grande nazione, sempre considerata grande all'estero.
    60 anni in cui tutta la cultura, i mass media, la stessa scuola hanno fatte proprie le rivendicazioni radical-chic di antiitalianità, instillato l'odio di se stessi, facendo credere che il meglio fosse sempre fuori, e più povero appariva, meglio era quel fuori, soprattutto se si poteva dipingerlo con sfumature di rivalza ideologica e storica.

    D'altronde come stupirsene se questa Repubblica è nadata da e si mantiene su forze politiche e principi ideologici che ignorano o avversano il concetto stesso di Nazione, nè conoscono quello di Stato che della Nazione è il braccio secolare, contrarie od indifferenti ed estranee al movimento risorgimentale e sul concetto di Nazione che creò l'Unità d'Italia? Forze di ispirazione internazionalista o mondialista come quelle cattolico-clericali e marxiste, forze ideologizzate e perciò stesso dimentiche che l'ideologia è transuente mentre la Nazione è millenaria.
    Come può occuparsi della Nazione una classe dirigente composta per buona parte di apatridi???
    Di gente che preferirebe essere nata in Africa, o in America, o in qualche altra nazione europea? Affetta da esterofilia aprioristica.
    Risultati ultimi dell'educazione impartita in scuole sempre più degradate e burlesche, o dai guru del regime.

    Questo regime marcio, ormai sessantennale, è stato per la primva volta appena scalfito nel 2001, dandoci il sapore di un cambiamento, doloroso ma necessario se vogliamo continuare ad essere nazione.
    Un regime - non quello di governo, ma quello che con i suoi gangli tentacolari è arrivato in ogni strato della società - marcio, che intende perpetuare indefinitamente se stesso con la demonizzazione dell'avversario, specie se quest'ultimo ha qualche possibilità di destabilizzarlo. I casi dell' Uomo Qualunque di Giannini, del movimento monarchico e laurino, della Maggioranza Silenziosa, della Grande Destra, fino ad arrivare al "Berlusca", come lo chiamano loro. Effettuano questo con il controllo pressochè totale dei mezzi d'informazione, dei cosidetti "poteri forti", della nomenclatura asservita, dell'intellettualità d'accatto, di una intellighenzia venduta.

    Il popolo italiano, che era un popolo probo, con questa azione costante di perversione ed infezione, è stato defraudato della sua stessa identità, avendo questa Repubblica istituzionalizzto gli aspetti più deleteri degli italiani, dei loro difetti, delle loro bassezze, eliminando qualsiasi virtù, essendo queste non compatibili con la grande opera di annichilazione ideologica verso l'unico popolo per ora disponibili dai veteromarxisti nostrani.

    E' giunto il momento per mettere definitivamente all'angolo questo modo di concepire l'Italia, e far diventare irreversibile il cambiamento verso un paese "normale", che non odi se stesso e demonizzi costantemente gli avversari che non si conformano ai principi ideologici imperanti nella (bassa) cultura dell'intellettualità attuale.






    ITALIA, FORZA!
    Quando le armi saranno fuorilegge, solo i fuorilegge avranno le armi

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    16 Mar 2006
    Messaggi
    141
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rick Hunter
    E' giunto il momento per mettere definitivamente all'angolo questo modo di concepire l'Italia, e far diventare irreversibile il cambiamento verso un paese "normale", che non odi se stesso e demonizzi costantemente gli avversari che non si conformano ai principi ideologici imperanti nella (bassa) cultura dell'intellettualità attuale.
    Guarda che se la pensi così probabilmente stai dalla parte sbagliata!

  3. #3
    Nun c'è problema.
    Data Registrazione
    05 Apr 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    1,749
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FireFox
    Guarda che se la pensi così probabilmente stai dalla parte sbagliata!

    Si riferisce all'ideologia dell'opposizione!
    ........<>-Max-<>.......

  4. #4
    live long and prosper
    Data Registrazione
    29 Mar 2002
    Località
    Perugia
    Messaggi
    8,356
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rick Hunter
    Gli ultimi giorni hanno scosso le coscienze di tanti che pensavano di non votare ed astenersi, lasciando il loro destino nelle mani di chi per 60 anni ha rovinato quella che era una grande nazione, sempre considerata grande all'estero.
    60 anni in cui tutta la cultura, i mass media, la stessa scuola hanno fatte proprie le rivendicazioni radical-chic di antiitalianità, instillato l'odio di se stessi, facendo credere che il meglio fosse sempre fuori, e più povero appariva, meglio era quel fuori, soprattutto se si poteva dipingerlo con sfumature di rivalza ideologica e storica.

    D'altronde come stupirsene se questa Repubblica è nadata da e si mantiene su forze politiche e principi ideologici che ignorano o avversano il concetto stesso di Nazione, nè conoscono quello di Stato che della Nazione è il braccio secolare, contrarie od indifferenti ed estranee al movimento risorgimentale e sul concetto di Nazione che creò l'Unità d'Italia? Forze di ispirazione internazionalista o mondialista come quelle cattolico-clericali e marxiste, forze ideologizzate e perciò stesso dimentiche che l'ideologia è transuente mentre la Nazione è millenaria.
    Come può occuparsi della Nazione una classe dirigente composta per buona parte di apatridi???
    Di gente che preferirebe essere nata in Africa, o in America, o in qualche altra nazione europea? Affetta da esterofilia aprioristica.
    Risultati ultimi dell'educazione impartita in scuole sempre più degradate e burlesche, o dai guru del regime.

    Questo regime marcio, ormai sessantennale, è stato per la primva volta appena scalfito nel 2001, dandoci il sapore di un cambiamento, doloroso ma necessario se vogliamo continuare ad essere nazione.
    Un regime - non quello di governo, ma quello che con i suoi gangli tentacolari è arrivato in ogni strato della società - marcio, che intende perpetuare indefinitamente se stesso con la demonizzazione dell'avversario, specie se quest'ultimo ha qualche possibilità di destabilizzarlo. I casi dell' Uomo Qualunque di Giannini, del movimento monarchico e laurino, della Maggioranza Silenziosa, della Grande Destra, fino ad arrivare al "Berlusca", come lo chiamano loro. Effettuano questo con il controllo pressochè totale dei mezzi d'informazione, dei cosidetti "poteri forti", della nomenclatura asservita, dell'intellettualità d'accatto, di una intellighenzia venduta.

    Il popolo italiano, che era un popolo probo, con questa azione costante di perversione ed infezione, è stato defraudato della sua stessa identità, avendo questa Repubblica istituzionalizzto gli aspetti più deleteri degli italiani, dei loro difetti, delle loro bassezze, eliminando qualsiasi virtù, essendo queste non compatibili con la grande opera di annichilazione ideologica verso l'unico popolo per ora disponibili dai veteromarxisti nostrani.

    E' giunto il momento per mettere definitivamente all'angolo questo modo di concepire l'Italia, e far diventare irreversibile il cambiamento verso un paese "normale", che non odi se stesso e demonizzi costantemente gli avversari che non si conformano ai principi ideologici imperanti nella (bassa) cultura dell'intellettualità attuale.






    ITALIA, FORZA!
    ho la tua stessa sensazione
    l'affluenza sarà altissima
    berlusconi è riuscito a mobilitare e motivare tutti i suoi elettori

    anche molte persone che conosco che pensavo non andassero a votare andranno, e altre che ero convinto votassero rosa nel pugno andranno a votare ... tutti per forza italia

    i sondaggi sono positivi al di fuori di ogni più rosea previsione
    ormai è appurato

    non c'è certezza di vincere ma c'è ottimismo e speranza


  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
     Likes dati
    0
     Like avuti
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bisogna che votino tutti. Impegnamoci a spingere amici, conoscenti e parenti a votare per il centrodestra.
    La sinistra NON DEVE VINCERE. Costi quel che costi....

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    12,965
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dipendera' dall'Affluenza alle Urne...io ci spero!

    100%Silvio

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    21 Mar 2006
    Messaggi
    838
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    è chiarisimmo

    ci sono possibilita di vincere se votano molti elettori

    speriamo

  8. #8
    brescianofobo
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Bergamo, Italy
    Messaggi
    122,863
     Likes dati
    2,476
     Like avuti
    9,964
    Mentioned
    669 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    una affluenza sopra l'80% darà la vittoria alle Libertà.

  9. #9
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
     Likes dati
    67
     Like avuti
    187
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito

    L’APPELLO AL VOTO DI SILVIO BERLUSCONI


    Ti proponiamo il testo integrale dell'appello al voto di Silvio Berlusconi a Rtl 102,5...

    "Grazie di questa possibilita' che mi date per rivolgermi agli elettori e per rivolgere a loro un appello finale circa il loro voto. Intanto, un primo appello e': andate a votare, anche chi non si interessa di politica deve sapere che poi la politica si interessera' di lui e che se per caso troppi elettori resteranno a casa, potrebbe anche esserci la possibilita', non lo credo, ma potrebbe anche esserci, la possibilita' di una vittoria della sinistra, una sinistra che e' ormai dominata dai partiti estremi, dai partiti che ancora si fregiano orgogliosamente del termine "comunista" e che hanno dentro di se' la vocazione a piu' Stato, piu' burocrazia e naturalmente a piu' tasse, perche' pensano che lo strumento della tassazione sia il modo per ridistribuire il reddito tra il ceto medio e la classe operaia. E' un'idea antica che pero' e' ancora molto presente nella testa dei capi di questi partiti, quindi io penso che una persona che abbia realizzato qualcosa nella vita e che possa considerarsi un borghese, un appartenente al ceto medio, una di quelle famiglie, 87 su 100, che con molti sacrifici hanno raggiunto la proprieta' della casa, hanno tante ragioni ideali, di principio, di valori, per scegliere Forza Italia, ma anche tante ragioni concrete. Io in questi ultimi giorni ho voluto aggiungere alle tante ragioni ideali, all'apprezzamento che penso tutti debbano avere per il gran lavoro che ho fatto io come Presidente del Consiglio con la mia squadra di governo che ha messo insieme una grande esperienza, ma voglio dare tre ragioni in piu', tre ragioni concretissime per determinare la scelta di chi avesse ancora dei dubbi.

    La prima ragione: la sinistra vuole ripristinare l'imposta sulle donazioni e sulle successioni anche per i piccoli patrimoni, come per esempio un appartamento di 80 mq in periferia. Ecco, con noi queste imposte restano definitivamente cancellate .

    Seconda ragione per votare Forza Italia: la sinistra vuole aumentare al 22% le tasse sui BOT, sui CCT, sui dividendi azionari, cioe' sui vostri risparmi. Noi, non solo vogliamo mantenere l'aliquota attuale del 12,5 %, ma vogliamo anche abbassare l'aliquota del 27%, abbassarla al 12,50% l'aliquota che voi pagate sui vostri conti correnti bancari, sui depositi in banca.

    La terza ragione in piu' per votare Forza Italia e' che la sinistra vuole aumentare i valori catastali degli immobili per triplicare le tasse sulla casa, che e' stata la sinistra ad inventare, per noi invece la prima casa e' sacra, come e' sacra la famiglia, per questo abbiamo deciso di abolire l'imposta sugli immobili. Avete capito bene , aboliremo l'imposta sugli immobili, l'ICI su tutte, tutte le prime case e quindi anche sulla casa che voi abitate, sulla vostra casa . E' una decisione coraggiosa, ma ne abbiamo parlato a lungo e ne siamo perfettamente convinti. E abbiamo trovato assolutamente il modo per poterla eliminare. Infine io credo sappiate che in questi cinque anni abbiamo lavorato molto, abbiamo prodotto tanto, e' stato davvero un periodo di duro lavoro. Forse potevamo fare di piu', forse potevamo fare meglio, nessuno e' perfetto pero' ce l'abbiamo messa tutta e dovete sapere che l'Italia e' un'azienda molto, molto complicata. Ora dobbiamo continuare, per portare a termine il grande lavoro che abbiamo iniziato, per costruire uno Stato piu' moderno, piu' efficiente, che costi di meno ai cittadini, che dia ai cittadini i migliori servizi che sappia soprattutto garantire e difendere al meglio i nostri diritti, la nostra sicurezza, la nostra liberta'. Avevamo detto: la forza di un sogno, cambiare l'Italia. Beh, io credo che la stiamo davvero cambiando, quindi scegliamo di non tornare indietro , andiamo a votare, andiamo a votare per la parte giusta, non per il partito delle tasse, scegliamo di non tornare indietro, scegliamo di andare avanti."

    7/4/2006
    http://www.forzaitalia.it/notizie/arc_8192.htm

  10. #10
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    20 Mar 2010
    Località
    Catania
    Messaggi
    6,027
     Likes dati
    374
     Like avuti
    584
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da brunik
    una affluenza sopra l'80% darà la vittoria alle Libertà.
    Falso...

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. me lo sento saldato A ME, me lo sento più vicino A ME
    Di WindOfChange nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-06-08, 13:38
  2. Sento che ce la facciamo...
    Di Rick Hunter nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 09-04-06, 17:17
  3. Sento che ce la facciamo...
    Di Rick Hunter nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 08-04-06, 02:05
  4. sento che.... forse ce la facciamo
    Di roberto m nel forum Conservatorismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-04-06, 10:11
  5. sento che.... forse ce la facciamo
    Di roberto m nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 05-04-06, 12:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •