User Tag List

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 18 di 18
  1. #11
    Nazionalpopolare
    Data Registrazione
    08 Jul 2002
    Località
    Roma
    Messaggi
    892
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Paul Atreides
    Un problema, netdepa88, è che io trovo già sospetto che piaccia tanto non il fascismo vincente ma quello perdente

    Un altro problema è che al di là delle belle parole sarei davvero curioso di conoscere l'applicabilità di tali idee

    Esempio: come realizzare OGGI il corporativismo? E la socializzazione?

    Comunque, su questi temi c'è già una discussione in atto, nel thread sul poster di Che Guevara

    PS. scusami ma la ''crisi del liberalcapitalismo'' lo trovo un concetto esilarante
    E da quando a noi piacciono per forza le cose "vincenti"? Se volevamo vincere a tutti i costi non saremmo stati di certo qui. Noi perdiamo da 50 anni e più... Il Fascismo sociale e rivoluzionario è l'anima originaria del Fascismo, vi piaccia o no. Indubbiamente, nel passaggio dal Fascismo Movimento al Fascismo Regime si è dovuti scendere a patti, con conseguente perdita di una parte di quell'essenza rivoluzionaria. Essenza che è stata ripresa durante la RSI. Fascismo vincente? Dipende dai punti di vista. Il regime è stato vincente perchè è andato al potere, ma è crollato per una serie di motivazioni (che non starò qui ad elencare) contingenti a quel periodo storico. Non si può parlare della RSI come di un "Fascismo Perdente". E' stato perdente dal punto di vista militare. Questo è un dato di fatto. Ma dire che il Fascismo Sociale è stato "perdente", si sostiene la stessa tesi degli antifascisti, che vorrebbero ridurre la RSI a mero epilogo del Fascismo.

    Certo, oggi la crisi del liberalcapitalismo c'è eccome. Altrimenti non ci sarebbe bisogno delle delocalizzazioni, della immigrazione, della guerra, ecc... Quando le risorse da sfruttare saranno esaurite, ci sarà la fine del liberalcapitalismo. Oggi più che mai le "nostre" tesi sono attuabili. Indubbiamente ciò è difficile... ma altrimenti noi che esistiamo a fare?

    P.S. Una discussione di questo tipo esiste già dai tempi del Ventennio e forse anche prima, senza mettere in ballo il post del Che-Guevara

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    Paul Atreides
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by netdepa88
    E da quando a noi piacciono per forza le cose "vincenti"? Se volevamo vincere a tutti i costi non saremmo stati di certo qui. Noi perdiamo da 50 anni e più... Il Fascismo sociale e rivoluzionario è l'anima originaria del Fascismo, vi piaccia o no. Indubbiamente, nel passaggio dal Fascismo Movimento al Fascismo Regime si è dovuti scendere a patti, con conseguente perdita di una parte di quell'essenza rivoluzionaria. Essenza che è stata ripresa durante la RSI. Fascismo vincente? Dipende dai punti di vista. Il regime è stato vincente perchè è andato al potere, ma è crollato per una serie di motivazioni (che non starò qui ad elencare) contingenti a quel periodo storico. Non si può parlare della RSI come di un "Fascismo Perdente". E' stato perdente dal punto di vista militare. Questo è un dato di fatto. Ma dire che il Fascismo Sociale è stato "perdente", si sostiene la stessa tesi degli antifascisti, che vorrebbero ridurre la RSI a mero epilogo del Fascismo.

    Certo, oggi la crisi del liberalcapitalismo c'è eccome. Altrimenti non ci sarebbe bisogno delle delocalizzazioni, della immigrazione, della guerra, ecc... Quando le risorse da sfruttare saranno esaurite, ci sarà la fine del liberalcapitalismo. Oggi più che mai le "nostre" tesi sono attuabili. Indubbiamente ciò è difficile... ma altrimenti noi che esistiamo a fare?

    P.S. Una discussione di questo tipo esiste già dai tempi del Ventennio e forse anche prima, senza mettere in ballo il post del Che-Guevara
    Il fascismo ''perdente'' era, ovviamente, quello sansepolcrista, che era il tema del thread e dei miei precedenti messaggi. La RSI in questo contesto non l'ho neanche nominata

    In politica si sta per vincere, comunque. O perlomeno per tentare di vincere. Se si è disinteressati a ciò non c'è problema. Ma di sicuro non ha senso dire che si fa politica

    Il riferimento all'altro thread era solo per non ripetere cose già dette lì. Pensavo fosse chiaro

    Prendo atto, per l'ENNESIMA volta, che, al di là delle belle parole e delle ''testimonianze di fede'', non emerge alcuna concreta proposta su come realizzare certe idee

    PS. a me NON interessa una polemica sulle ''origini'' del fascismo, che trovo oziosa e inutile. A me interessa sapere, OGGI, come certe concezioni siano applicabili in un contesto storico totalmente mutato, per farmi un'idea della serietà politica delle varie posizioni attuali dell'ambiente

  3. #13
    Nazionalpopolare
    Data Registrazione
    08 Jul 2002
    Località
    Roma
    Messaggi
    892
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Beh, io mi occupo di poltica... quindi non so, senza voler suscitare polemiche, quanto hai da insegnarmi in merito... ma spero tu ne abbia tanto!

    E' ovvio che in politica si sta per tentare di vincere. Ma la nostra è una idea talmente controcorrente che è diffcile riuscirci. Se "vincere" significa rinunciare alla propria identità, allora è una vittoria di Pirro, e del resto c'è già AN che si occupa di questo. Allora si deve parlare di tattiche per cercare di vincere. Il substrato di cui ti parlavo, quello del Fascismo rivoluzionario e della RSI, è secondo me quello più attuale. Belle parole? Io ti hio risposto parlando di Corporativismo, Socializzazione, Stato Sociale... non mi sembrano siano parole. Lo Stato Sociale Fascista è stato una realtà, il Corporativismo meno, la Socializzazione limitata solo al periodo della Guerra, ma come vedi questi erano momenti storici particolari che non possono rappresentare un modello sul quale esprimere giudizi definitivi. Oltre a questi temi (più attuali oggi di ieri) ovviamente ce ne sono altri, magari "tatticamente" o "politicamente" più forti, ma sicuramente di meno ampio respiro. Ovviamente oggi ci sono drammi come la immigrazione, la crisi della famiglia e della demografia, la droga, l'aborto, e tanti altri. Poi ci sono i temi di politica locale, l'attività presso gli enti locali... ecc... Come vedi la nostra attività deve essere una piramide, con alla base le idee, la storia, le tesi e alla punta la politica spicciola. Se mancano uno o più livelli alla piramide, l'attività di un movimento è paralizzata.

    Io milito nella Fiamma Tricolore che, nel bene e nel male, rappresenta secondo me l'unica realtà nazional-popolare, erede del Fascismo, o come la vuoi chiamare, che ha un seguito politico significativo. Altre formazioni, per quanto rispettabili, non sono riuscite in questo intento. Io spero sia possibile riunificare quanto esiste nel panorama italiano, anche se dopo vari anni mi rendo sempre più conto che sarà un'operazione difficilissima.

    Ora, se non sono indiscreto, mi farebbe piacere cosa fai tu, di politico, per la nostra Idea.

    Saluti camerateschi

  4. #14
    Paul Atreides
    Ospite

    Predefinito

    Qui non si tratta d'insegnare niente a nessuno. Quando dico che si fa politica per far vincere la propria ''idea del mondo'' credo di dire una verità talmente ovvia da rasentare la banalità.

    Rimane il fatto che continui ad eludere il punto centrale: come realizzare oggi, concretamente, idee quali la socializzazione e il corporativismo. Perché se non esistono margini di realizzabilità per tali idee, si tratta di idee assolutamente inutili per la lotta politica. In altri termini, rimangono belle parole e nulla più. E tu mi hai ''risposto'' semplicemente ripetendo queste parole

    Ciao

    PS. Io faccio parte del Gruppo di Ar

  5. #15
    Registered User
    Data Registrazione
    15 May 2002
    Località
    Nettuno (Roma)
    Messaggi
    651
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Chiarezza!

    Ridurre la ricorrenza della fondazione dei Fasci ad una semplice polemica destra-sinistra mi sembra del tutto fuori luogo.

    La data del 23 marzo, festa nazionale per tutto il Ventennio, è di un alto valore simbolico.
    Il sansepolcrismo rappresentò quel germoglio da cui nacque e si sviluppò lo Stato fascista... senza parlare dei legami, dei richiami che ci furono durante la RSI, espressione più pura dell'ideale fascista.

    Dire che il fascismo nel '21 divenne un movimento di destra e fuorviante, è più gusto dire che le componenti di destra presero in mano il movimento con l'avallo di Mussolini che vedeva in queste solamente il cavallo di troia per prendere il potere...

    Insistere sulla destra fascista è pericoloso, perchè la destra portò al 25 luglio ieri e ad Alleanza Nazionale oggi...



    23 MARZO 2003 - CAMPO DELLA MEMORIA - NETTUNO

    Alle ore 11 le Sezioni della Fiamma Tricolore di Anzio e Nettuno deporranno una corona di fiori in ricordo di tutti i caduti per l'Ideale.

    Alle ore 20 a Nettuno cena commemorativa dell'83 anniversario della fondazione dei Fasci Italiani di Combattimento.

  6. #16
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Sep 2002
    Messaggi
    145
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Chiarezza!

    Originally posted by Fiamma Nettuno
    Ridurre la ricorrenza della fondazione dei Fasci ad una semplice polemica destra-sinistra mi sembra del tutto fuori luogo.

    La data del 23 marzo, festa nazionale per tutto il Ventennio, è di un alto valore simbolico.
    Il sansepolcrismo rappresentò quel germoglio da cui nacque e si sviluppò lo Stato fascista... senza parlare dei legami, dei richiami che ci furono durante la RSI, espressione più pura dell'ideale fascista.

    Dire che il fascismo nel '21 divenne un movimento di destra e fuorviante, è più gusto dire che le componenti di destra presero in mano il movimento con l'avallo di Mussolini che vedeva in queste solamente il cavallo di troia per prendere il potere...

    Insistere sulla destra fascista è pericoloso, perchè la destra portò al 25 luglio ieri e ad Alleanza Nazionale oggi...



    23 MARZO 2003 - CAMPO DELLA MEMORIA - NETTUNO

    Alle ore 11 le Sezioni della Fiamma Tricolore di Anzio e Nettuno deporranno una corona di fiori in ricordo di tutti i caduti per l'Ideale.

    Alle ore 20 a Nettuno cena commemorativa dell'83 anniversario della fondazione dei Fasci Italiani di Combattimento.


    scusa tanto ma è 84° era il lontano 1919....

  7. #17
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 May 2002
    Località
    roma
    Messaggi
    9,788
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Paul Atreides
    Qui non si tratta d'insegnare niente a nessuno. Quando dico che si fa politica per far vincere la propria ''idea del mondo'' credo di dire una verità talmente ovvia da rasentare la banalità.

    Rimane il fatto che continui ad eludere il punto centrale: come realizzare oggi, concretamente, idee quali la socializzazione e il corporativismo. Perché se non esistono margini di realizzabilità per tali idee, si tratta di idee assolutamente inutili per la lotta politica. In altri termini, rimangono belle parole e nulla più. E tu mi hai ''risposto'' semplicemente ripetendo queste parole

    Ciao

    PS. Io faccio parte del Gruppo di Ar
    E' ovvio che l'attuabilità della socializzazione va a pari passo con lo smantellamento dello stato liberaldemocratico e con una rivoluzione che prima di essere economica sia spirituale ed investa la Weltanschauung del popolo italiano.
    Secondo il tuo concetto la socializzazione essendo irrealizzabile (secondo quali motivi ancora non l'ho capito sinceramente) ci dovremmo adeguare soltanto a qualche aggiustamento del modello capitalista occidentale ed abbandonare ogni sogno di rivoluzione.
    Una domanda per concludere: il gruppo di Ar che modello di Stato auspica?

  8. #18
    Paul Atreides
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by cornelio
    E' ovvio che l'attuabilità della socializzazione va a pari passo con lo smantellamento dello stato liberaldemocratico e con una rivoluzione che prima di essere economica sia spirituale ed investa la Weltanschauung del popolo italiano.
    Secondo il tuo concetto la socializzazione essendo irrealizzabile (secondo quali motivi ancora non l'ho capito sinceramente) ci dovremmo adeguare soltanto a qualche aggiustamento del modello capitalista occidentale ed abbandonare ogni sogno di rivoluzione.
    Una domanda per concludere: il gruppo di Ar che modello di Stato auspica?
    Se non hai capito i motivi, pazienza. A me sembrava di averli spiegati

    Aggiustamenti? Preferisco questi, che ti danno visibilità politica e che ti possono portare consensi, piuttosto che i sogni rivoluzionari che non conducono da nessuna parte. Questo, se si vuol far politica. Se poi ci si vuole autocompiacere con discorsi ''duri e puri'' no problem. Ma la politica è un'altra cosa

    Esseri ''rivoluzionari'' e contare lo 0,1% lo trovo francamente inutile. Presentarsi, poi, all'esterno con idee di ottant'anni fa è addirittura patetico.

    Le Ar? Leggiti ''L'Antibancor'' per conoscere le nostre ricette economiche. Per il modello di Stato, basta leggere qualche testo delle Ar. Consiglio, in primis, quelli di Freda e poi Gruppo di Ar, ''Totalità sociale e comunità organica''.

 

 
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni Simili

  1. Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 17-02-21, 10:37
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-03-20, 10:17
  3. Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 24-03-20, 01:35
  4. Milano: 23 Marzo 1919 Fondazione dei Fasci Italiani di Combattimento
    Di impresentabile nel forum Destra Radicale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 24-03-20, 01:16
  5. Programma dei Fasci di Combattimento (I9I9)
    Di ennerre nel forum Destra Radicale
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 23-02-03, 17:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •