User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    11,315
     Likes dati
    344
     Like avuti
    1,296
    Mentioned
    65 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito La costituzione "più bella del mondo"?

    LA COSTITUZIONE ?PIU? BELLA DEL MONDO??.!? | UNIONE PER IL SOCIALISMO NAZIONALE

    Quella che un “comico” della Val di Chiana ha definito “la più bella costituzione del mondo”, manca viceversa, di coordinamento soprattutto ( ma non solo ! ), nella parte in cui dà le indicazioni sull’ordinamento della repubblica e, in particolare, per quanto riguarda i rapporti politici di cui al Titolo quarto. Tale situazione ha permesso la progressiva degenerazione di una repubblica demo-parlamentare in un regime partitocratico e il parlamento in un “mercato delle vacche”. Prendo a paradigma due articoli: il tanto decantato articolo 67, e l’articolo 49. Entro nello specifico: articolo 49: “Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.

    Articolo 67: “Ogni membro del parlamento rappresenta la nazione ed esercita la sua funzione senza vincolo di mandato.” Quest’ultima affermazione non è vera, perché il parlamentare viene eletto sulla base di un mandato che gli danno gli elettori che hanno scelto il suo nome ( quando la legge elettorale glielo consente ! ) sulla base di una lista e di un programma politico presentato da quel determinato partito al quale l’eletto appartiene e al quale fa specifico riferimento.

    I laudatores di questo astratto principio sostengono che è lecito cambiare parere e collocazione politica e ciò rappresenta la massima rappresentazione della libertà personale. E chi lo nega ? Resta il fatto che in tal caso per correttezza e rispetto per i suoi elettori, debba dimettersi e lasciare il posto al primo dei non eletti della stessa lista. A maggior ragione proprio perché l’articolo 49 ha lasciato i partiti nel limbo di una indeterminatezza che non è stata mai sanata con una legge quadro che ne fissasse le regole, i comportamenti, la democrazia interna, la gestione dei bilanci, in sostanza, l’etica che deve essere richiesta ad organi di rilevanza costituzionale.

    Viceversa, attualmente i partiti sono regolati dal codice civile come semplici “associazioni private”. Se fosse stata prevista e attuata la “legge quadro” di cui sopra, ritengo che si sarebbero potute evitare, almeno in parte, le contrattazioni mercantilistiche che caratterizzano l’attuale “partitocrazia”. Anche perché, il principio contenuto nell’articolo 67, è astratto e si rifà alla filosofia del ginevrino Jean Jacques Rousseau che sostiene la “bontà originaria della natura umana e la prima preoccupazione dell’educazione è quella di non alterare, di non deformare con imposizione sociali e con i formalismi eccessivi l’innocenza di ciò che nel fanciullo, cioè nell’uomo naturale preso dalla nascita, è spontaneo, immediato intuitivo“.

    Ma l’uomo non è questo, l’uomo ha dentro di sé anche “caino”, l’uomo ha dentro di sé le famose “debolezze umane”, e mi fermo qui non volendo arrivare all’affermazione cinica per cui “ogni uomo ha un prezzo”. Stando così le cose è inutile continuare a lamentarsi del “mercato delle vacche”, della degenerazione partitocratica, della corruzione politica, della impossibilità di governare un paese come l’Italia che sta andando alla deriva, alla dissolvenza dello stato, alla scomparsa della Nazione e dei suoi elementi costitutivi di popolo, territorio, tradizione, cultura, in sostanza, di “civiltà”.

    Ho messo in rilievo solo un piccolo aspetto dell’incongruenza della costituzione italiana, che è ormai invecchiata, non più aderente ai cambiamenti sostanziali nel frattempo avvenuti, incompleta nella sua attuazione e che ha un vizio d’origine: l’esito infausto della 2° Guerra mondiale ha provocato una vera, antistorica restaurazione, avvenuta in condizioni di non completa autonomia in quanto gli organi statuali dell’epoca non agirono nell’esercizio della propria sovranità che non avevano più, essendo “veri e propri organi delegati dalla autorità alleate e con i soli poteri giurisdizionali da queste assegnate loro“, come sancito dall’articolo 22 dell’armistizio lungo: “Il governo e il popolo italiano eseguiranno prontamente ed efficacemente tutti gli ordini delle Nazioni Unite.“

    Inoltre veniva affermato: “……che l’Italia sarebbe stata priva di qualsiasi libertà e potere in materia di politica estera. Essendo un paese sconfitto (resa incondizionata N.d.R.) ogni suo atto internazionale sarebbe stato soggetto al beneplacito dei vincitori.“ Diciamo la verità: l’Italia e gli italiani devono fare i conti con la Storia e dopo, solo dopo, riconvocare un’assemblea costituente e riscrivere una Costituzione aderente al nuovo Stato Nazionale del Lavoro di cui, noi socialisti nazionali, auspichiamo la nascita. E’ un sogno ? Ma, in questo desolante e avvilente contesto, cos’altro c’è rimasto se non di sognare ?

    Stelvio Dal Piaz
    Ultima modifica di Avanguardia; 12-03-13 alle 22:31

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Alleanza Ribelle
    Data Registrazione
    19 Oct 2012
    Località
    Shanghai, RPC
    Messaggi
    7,078
     Likes dati
    781
     Like avuti
    5,200
    Mentioned
    80 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito Re: La costituzione "più bella del mondo"?

    La più fasulla del mondo.
    TIOCFAIDH ÁR LÁ
    ╾━╤デ╦︻

    革命无罪,造反有理

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 11-06-13, 12:28
  2. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 12-03-13, 13:47
  3. Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 27-08-08, 13:08
  4. "BELLA CIAO" usata dalla "Coca Cola" in Sud America
    Di Barbera nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-06-08, 19:39
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-03-02, 19:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •