La POLITICA , nella persona del Presidente Napolitano , si è rivolta ad un uomo , non del del mercato ma dell’accademia (Mario Monti è un professore della uny Bocconi di Milano) , per tentare di limitare i danni incalcolabili derivanti dalla compravendita del consenso clientelare – tipica del regime berluscista (il caso Scilipoti ne rappresenta un eclatante esempio – ma non è certo l’ultimo …)

Il PDL è imploso su se stesso a seguito del discredito accumulato presso i gestori dei più grossi Fondi di Investimento e Fondi Pensione internazionali che non si fidano più a investire nel debito sovrano ITA – e della conseguente pressione POLITICA comunitaria , in ispecie Franco-Tedesca (Mer-Kozy)

Monti ha rischiato di bruciarsi con una prima improvvida dichiarazione POLITICA : “diminuiremo i privilegi” . Sottinteso : della casta

Mario Monti è chiamato a fare una legge tipicamente POLITICA : la contro-riforma elettorale (via dal Porcellum !) per ristabilire il primato democratico nella scelta dei parlamentari da parte dei cittadini-elettori

Mario Monti è chiamato anche a fare una più equa distribuzione del carico fiscale fra capitale e lavoro , fra redditi alti e redditi di sussistenza – anche a costo di fare una patrimoniale e/o aumentare l’aliquota sui redditi più grossi (e grassi) . Anche qui , si tratta di prendere una decisione gravida di implicazioni POLITICHE (la politica è anche l’arte della distribuzione dei carichi fiscali)

E’ un dato statistico che , dalla ormai celeberrima “discesa in campo” del 1994 , l’Italia è retrocessa agli ultimi posti quanto ai salari e al PRIMO ASSOLUTO quanto ai costi della politica

Per i dubbiosi , ecco un primo materiale di riflessione (Corriere della Sera – autore G.A. Stella , data 2010/mag-21)

La casta e le sforbiciatine - Corriere della Sera

Ebbene , a fronte di questo programma riformatore , i berluscisti (intendo quelli che non hanno ancora alzato bandiera bianca) cosa fanno ?

Agitano uno spettro : i Poteri Forti . E chiedono elezioni subito ! Con questa legge (!) , che permette la COOPTAZIONE e consente al Capo di imbarcare in Parlamento tanti ignoranti ma apparentemente fedeli servitori (che poi tanto tradiscono lo stesso o alzano il prezzo …)