User Tag List

Pagina 1 di 26 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 253

Discussione: Atei non atei

  1. #1
    puttuio!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,991
     Likes dati
    50
     Like avuti
    121
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Atei non atei

    Il credente ritiene che possano esistere verità che vadano al di là della possibilità di essere dimostrate oggettivamente. L’ateo invece, nega la razionalità dell’atto di fede e afferma con decisione l’inesistenza di Dio. Questa è una delle più evidenti contraddizioni dell’ateismo, sottolineata da tantissimi pensatori nella storia. Thomas Huxley, il cosiddetto “mastino di Darwin”, coniò ad esempio il termine “agnosticismo” riconoscendo proprio che esso fosse molto meno contraddittorio.

    Si è parlato di tutto questo in un interessante articolo apparso recentemente sul “The Washington Post”, intitolato: “Ateismo: non c’è nulla di simile“.*L’articolista è partito dalla definizione di “ateo” che viene data dal dizionario: «chi nega l’esistenza di Dio». E su quali basi si può “negare l’esistenza di Dio”? Nessuna. Infatti, lo si ripete da secoli, la Sua esistenza o la Sua inesistenza non sono dimostrabili scientificamente. Si può “credere” che Egli esista o si può “credere” che Egli non esista. In entrambi i casi siamo davanti ad un atto di fede, più o meno razionale a seconda delle ragioni a sostegno (perché la fede parte sempre dalla realtà), ma l’ateo -al contrario del “credente”- nega la razionalità dell’atto di fede e dunque non può che trovarsi in una posizione contraddittoria.

    Messi alle strette tuttavia, gli atei si dimostrano “non particolarmente atei”. E’ accaduto durante il recente dibattito tra il filosofo cristiano William Lane Craig e il filosofo ateo Peter Slezak. Ad un certo punto, come si vede da questo video, il prof. Slezak afferma sotto pressione: “non possiamo sapere con certezza se Dio esiste o no”. Nonostante la sua ammissione, tuttavia, il filosofo australiano intende ancora definirsi “ateo”, cioè, qualcuno che sostiene che Dio non esiste. Richard Dawkins è ancora meno ateo di quanto in realtà voglia far credere: nell’“Illusione di Dio” (Mondadori 2007, pag. 60), afferma infatti che Dio è «improbabile» (perché è inevitabilmente complesso, dice lui)*e «che non si possa dimostrare l’inesistenza di Dio è un fatto riconosciuto». Eppure quante volte ha sostenuto che il suo ateismo si basa sulla ragione, sulla logica, sulle prove e sulla scienza? Margherita Hack nel suo ultimo libro, “Il mio infinito” (Dalai Editore 2011), parte dal presupposto che tanto il credente quanto il non credente non possono dimostrare scientificamente l’esistenza o la non esistenza di Dio e quindi: «scienza e fede possono benissimo convivere». Tuttavia anch’essa continua a definirsi “atea”.

    Tutto questo fa venire in mente i temibili paradossi di Blaise Pascal: «Preferirei sbagliarmi credendo in un Dio che non esiste, piuttosto che sbagliarmi non credendo a un Dio che esiste» perché «se non c’è nulla, dopo, ovviamente non lo saprò mai, sprofondando nell’annichilimento eterno; ma se c’è qualcosa, se c’è Qualcuno, dovrò rendere conto del mio rifiuto». E il card. Joseph Ratzinger, nel suo celeberrimo “Introduzione al cristianesimo”, sembrò completare la riflessione: «Chi pretende di sfuggire all’incertezza della fede dovrà fare i conti con l’incertezza dell’incredulità, la quale, dal canto suo, non potrà mai nemmeno dire con inoppugnabile certezza se la fede non sia realmente la verità. È proprio nel rifiuto che si rende visibile l’irrefutabilità della fede». * * *Per evitare contraddizioni, lasciate perdere l’ateismo, fatevi per lo meno agnostici!

    Si dicono “atei” ma è una contraddizione: l’inesistenza di Dio non è dimostrabile | UCCR

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    56,930
     Likes dati
    3,700
     Like avuti
    5,481
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Citazione Originariamente Scritto da :Esther: Visualizza Messaggio
    Il credente ritiene che possano esistere verità che vadano al di là della possibilità di essere dimostrate oggettivamente. L’ateo invece, nega la razionalità dell’atto di fede e afferma con decisione l’inesistenza di Dio. Questa è una delle più evidenti contraddizioni dell’ateismo, sottolineata da tantissimi pensatori nella storia. Thomas Huxley, il cosiddetto “mastino di Darwin”, coniò ad esempio il termine “agnosticismo” riconoscendo proprio che esso fosse molto meno contraddittorio.

    Si è parlato di tutto questo in un interessante articolo apparso recentemente sul “The Washington Post”, intitolato: “Ateismo: non c’è nulla di simile“.*L’articolista è partito dalla definizione di “ateo” che viene data dal dizionario: «chi nega l’esistenza di Dio». E su quali basi si può “negare l’esistenza di Dio”? Nessuna. Infatti, lo si ripete da secoli, la Sua esistenza o la Sua inesistenza non sono dimostrabili scientificamente. Si può “credere” che Egli esista o si può “credere” che Egli non esista. In entrambi i casi siamo davanti ad un atto di fede, più o meno razionale a seconda delle ragioni a sostegno (perché la fede parte sempre dalla realtà), ma l’ateo -al contrario del “credente”- nega la razionalità dell’atto di fede e dunque non può che trovarsi in una posizione contraddittoria.

    Messi alle strette tuttavia, gli atei si dimostrano “non particolarmente atei”. E’ accaduto durante il recente dibattito tra il filosofo cristiano William Lane Craig e il filosofo ateo Peter Slezak. Ad un certo punto, come si vede da questo video, il prof. Slezak afferma sotto pressione: “non possiamo sapere con certezza se Dio esiste o no”. Nonostante la sua ammissione, tuttavia, il filosofo australiano intende ancora definirsi “ateo”, cioè, qualcuno che sostiene che Dio non esiste. Richard Dawkins è ancora meno ateo di quanto in realtà voglia far credere: nell’“Illusione di Dio” (Mondadori 2007, pag. 60), afferma infatti che Dio è «improbabile» (perché è inevitabilmente complesso, dice lui)*e «che non si possa dimostrare l’inesistenza di Dio è un fatto riconosciuto». Eppure quante volte ha sostenuto che il suo ateismo si basa sulla ragione, sulla logica, sulle prove e sulla scienza? Margherita Hack nel suo ultimo libro, “Il mio infinito” (Dalai Editore 2011), parte dal presupposto che tanto il credente quanto il non credente non possono dimostrare scientificamente l’esistenza o la non esistenza di Dio e quindi: «scienza e fede possono benissimo convivere». Tuttavia anch’essa continua a definirsi “atea”.

    Tutto questo fa venire in mente i temibili paradossi di Blaise Pascal: «Preferirei sbagliarmi credendo in un Dio che non esiste, piuttosto che sbagliarmi non credendo a un Dio che esiste» perché «se non c’è nulla, dopo, ovviamente non lo saprò mai, sprofondando nell’annichilimento eterno; ma se c’è qualcosa, se c’è Qualcuno, dovrò rendere conto del mio rifiuto». E il card. Joseph Ratzinger, nel suo celeberrimo “Introduzione al cristianesimo”, sembrò completare la riflessione: «Chi pretende di sfuggire all’incertezza della fede dovrà fare i conti con l’incertezza dell’incredulità, la quale, dal canto suo, non potrà mai nemmeno dire con inoppugnabile certezza se la fede non sia realmente la verità. È proprio nel rifiuto che si rende visibile l’irrefutabilità della fede». * * *Per evitare contraddizioni, lasciate perdere l’ateismo, fatevi per lo meno agnostici!

    Si dicono “atei” ma è una contraddizione: l’inesistenza di Dio non è dimostrabile | UCCR
    siete vloi che dovete dimostrarne l'esistenza,..
    se non si vede e non si senre ne esistono tracce della sua potenza vuol dire che non c'è,,, non c'è non c'è,,, non c'è non c'è,,, non c'è non c'è,,, non c'è:sofico::sofico:
    per di più nessuno è mai risorto ne è maai nato da una vergine,iaociao:iaociao:
    e chi si impone uccidendo è solo un bandito non un dio
    Ultima modifica di anton; 12-11-11 alle 14:46

  3. #3
    puttuio!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,991
     Likes dati
    50
     Like avuti
    121
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Citazione Originariamente Scritto da anton Visualizza Messaggio
    siete vloi che dovete dimostrarne l'esistenza,..
    se non si vede e non si senre ne esistono tracce della sua potenza vuol dire che non c'è,,, non c'è non c'è,,, non c'è non c'è,,, non c'è non c'è,,, non c'è:sofico::sofico:
    per di più nessuno è mai risorto ne è maai nato da una vergine,iaociao:iaociao:
    e chi si impone uccidendo è solo un bandito non un dio

    Che non ci siano tracce, e' una cosa che credi tu. Per noi Dio e' in tutto cio' che vediamo. Inoltre non dobbiamo dimostrare proprio nulla perche' abbiamo fede. Sei tu che se affermi la sua inesistenza, in virtu' della logica, la devi dimostrare.
    Ultima modifica di :Esther:; 12-11-11 alle 15:28

  4. #4
    Laicista
    Data Registrazione
    08 May 2010
    Messaggi
    1,208
     Likes dati
    90
     Like avuti
    106
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Ok, prendo atto del fatto che ciò che un autorevole esponente di questa sezione scrive in un altro forum non va bene se scritto qui, pur se usato nello stesso modo e con le stesse "argomentazioni"
    Vi adoro sempre più! :sofico:

  5. #5
    puttuio!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,991
     Likes dati
    50
     Like avuti
    121
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Citazione Originariamente Scritto da Ludwig Feuerbach Visualizza Messaggio
    Ok, prendo atto del fatto che ciò che un autorevole esponente di questa sezione scrive in un altro forum non va bene se scritto qui, pur se usato nello stesso modo e con le stesse "argomentazioni"
    Vi adoro sempre più! :sofico:

    Prendi pure atto del fatto che se i moderatori della sezione a cui fai riferimento non fanno rispettare il regolamento e quello proprio, non e' affare che mi riguarda e non e' colpa mia e ti ricordo che sei OT. Un' altra provocazione come la precedente (che ti ho cancellato), un' altra parola OT o un'altra contestazione alla moderazione e ti segnalo all'amministrazione.
    Detto questo ti rammento che, comunque, sei il benvenuto e ti auguro buon proseguimento.
    Ultima modifica di :Esther:; 12-11-11 alle 15:31

  6. #6
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    56,930
     Likes dati
    3,700
     Like avuti
    5,481
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Citazione Originariamente Scritto da :Esther: Visualizza Messaggio
    Che non ci siano tracce, e' una cosa che credi tu. Per noi Dio e' in tutto cio' che vediamo. Inoltre non dobbiamo dimostrare proprioi nulla perche' abbiamo fede. Sei tu che se affermi la sua inesistenza, in virtu' della logica, la devi dimostrare.
    tu puoi credere in tutto ciò che vuoi,,.. ma non puoi obbligarmi a credere,,, se non mi mostri ciò in cui credi.,,,
    e seguendo ciò che dici visto che esistono anche i furti e gli assassini anche questi sarebbero fatti dal tuo dio:sofico:

  7. #7
    Laicista
    Data Registrazione
    08 May 2010
    Messaggi
    1,208
     Likes dati
    90
     Like avuti
    106
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Un thread dal titolo "Atei non atei" in un forum denominato "Cattolici romani" non è esso stesso OT?

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    17 Nov 2010
    Messaggi
    659
     Likes dati
    0
     Like avuti
    10
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Atei non atei

    "E' come il fatto che agli uomini cresce la barba: se uno non fa niente, la barba cresce da sola. Sono quelli che se la tagliano che devono dire perchè non ce l'hanno" (P.Odifreddi). Se io dicessi che credo negli extraterrestri o in Apollo, sono io che dovrei dimostrarne l'esistenza, e chi non ci crede? dovrebbe dimostrare che non esistono? ma è impossibile dare dimostrazioni di questo tipo.. questo non significa che Apollo esista veramente.

    Gli esseri umani non nascono già religiosi, nascono nudi, e poi la società li indottrina vestendoli con una religione. Se l'esistenza di un certo Dio fosse una verità già nota agli uomini, tutti crederebbero nello stesso Dio, invece tutti scelgono quasi sempre di vestirsi, guardacaso, coi vestiti che gli sono stati inculcati nella loro cultura: vestiti cristiani, induisti, islamici, buddhisti, ebraici, taoisti, ateisti, eccetera.

    Anche la scienza non conosce verità assolute: l'empirismo può solo portare a dire quale verità è più probabile, forse delle porzioni di verità, ma mai verità assolute. Non è possibile quindi dimostrare nè l'esistenza di Dio, ne la sua inesistenza, ma quando cerchiamo delle prove della sua esistenza, la conclusione è che essa è infinitamente improbabile.
    Ultima modifica di Eyes Only; 12-11-11 alle 16:12

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    17 Nov 2010
    Messaggi
    659
     Likes dati
    0
     Like avuti
    10
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Citazione Originariamente Scritto da :Esther: Visualizza Messaggio
    Che non ci siano tracce, e' una cosa che credi tu. Per noi Dio e' in tutto cio' che vediamo. Inoltre non dobbiamo dimostrare proprio nulla perche' abbiamo fede. Sei tu che se affermi la sua inesistenza, in virtu' della logica, la devi dimostrare.
    Il concetto di "Fede" è appunto esso stesso l'ammissione della illogicità e insostenibilità razionale delle convinzioni cristiane. Se esse fossero credibili come è credibile l'esistenza della tastiera sulla quale sto scrivendo, non servirebbe alcuna Fede. La scienza invece non vive di fede, ma di dimostrazioni su ciò che esiste: tutto ciò che è verificabile, esiste. Tutto ciò che non è verificabile, non esiste, almeno fino a prova contraria.

  10. #10
    Forumista
    Data Registrazione
    17 Nov 2010
    Messaggi
    659
     Likes dati
    0
     Like avuti
    10
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Atei non atei

    Citazione Originariamente Scritto da :Esther: Visualizza Messaggio
    Che non ci siano tracce, e' una cosa che credi tu. Per noi Dio e' in tutto cio' che vediamo.
    A proposito, ad esempio, dove sarebbe Dio in tutto ciò che vedete? qualche esempio?

 

 
Pagina 1 di 26 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Atei dal 33 d.C.
    Di Cattivo nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-06-12, 13:14
  2. Atei & Agnostici
    Di waglione nel forum Cattolici
    Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 24-06-10, 11:15
  3. Come convincere gli atei
    Di lupin nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 03-06-06, 15:32
  4. Atei o credenti?
    Di Wyatt Earp nel forum Padania!
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 08-08-03, 22:16

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •