User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 58
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    626
     Likes dati
    0
     Like avuti
    4
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Indipendente da ogni ingerenza statale-ideologica il lavoro deve tornare ad essere un rapporto fra due libertà : libertà di troncare il rapporto e libertà di CERCARE ALTRI RAPPORTI con individui più affini.

    Amicizia,alleanza,amore si basano tutti sul libero potere di interrompere o di riconfermare in ogni momento il rapporto, una libertà di accettazione o rifiuto o troncamento è riconosciuta a ciascun componente di ogni accordo stipulato.

    Se ciò vale per il matrimonio o per l’amicizia o per l’adesione ideologica e politica, perché non dovrebbe valere nei rapporti economici.

    Se si diventa liberi di licenziare (entro regole eque stabilite e riconosciute ) si diventa spontaneamente cercatori di talenti da assumere.

    Ed allora accadrà che infine l’economia sarà popolata da persone che si trovano in sintonia fra loro poiché dopo molte assunzioni (e relativi troncamenti) I SIMILI SI TROVERANNO FRA LORO ed il lavoro diventerà una moltitudine di scuole d’arte e di eccellenza i cui singoli componenti saranno anche militanti convinti che amano ciò che producono.

    Basterebbe trovare regole giuste che lasciano liberi ma tutelati contro ogni sfruttamento.

    Ma la miglior tutela deriverebbe dal fatto che una immensa offerta di lavoro dilagherebbe inarrestabile e permetterebbe a ciascuno di trovare il lavoro più affine fra le persone più affini.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Torino
    Messaggi
    12,792
     Likes dati
    368
     Like avuti
    796
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    calma... libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere... chi ci piace e quando lo decide il datore di lavoro... il che secondo l'associazione piccoli artigiani di mestre e riportato da adnkronos vorrebbe dire 800.000 persone a spasso in piu... e un tasso di disoccupazione che passa dall'8 all 11% ...il che vorrebbe dire il 25% di disoccupati in piu... la capisco la libertà di impresa... ma non è bello farla alle spalle dei poveri cristi


    ...in ogni caso niente mi toglie dalla mente che questa proposta sia la vittima sacrificale per fare passare la riforma della pensioni... in sintesi si lanciano due leggi... una mal digeribile e l'altra odiosissima e destinata a causare manifestazioni e scioperi... così si ritira la legge sui licenziamenti e si fa passare la riforma importante senza colpo ferire...
    Matsudaira Izu no Kami disse al Maestro Mizuno Kenmotsu: "Voi siete un uomo di grande valore, peccato siate così basso".

    Kenmotsu gli rispose: "E' vero. A volte in questo mondo non tutto va come si desidera. Ora, se io vi tagliassi la testa e l'attaccassi sotto i miei piedi, sarei più alto. Ma è qualcosa che non si potrebbe fare".

  3. #3
    Tutto fa brodo
    Data Registrazione
    06 Jun 2011
    Messaggi
    3,709
     Likes dati
    1,811
     Like avuti
    765
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    In realtà la riforma delle pensioni è già stata fatta e non ha bisogno di alcuna modifica. Con le leggi attuali nel 2026 si andrà in pensione a 67 anni.
    Forza Italia per la Libertà!


  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    626
     Likes dati
    0
     Like avuti
    4
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Il punto fondamentale è che il lavoro non deve essere accettato perché altrimenti non si campa,non deve essere bramato per il terrore della miseria, ma dovrebbe essere svolto perche è in sintonia con le proprie qualità, ossia perché piace svolgere quelle mansioni,e ciò può accadere solo se l’offerta è tanto vasta e varia da permettere di non temere miseria alcuna.

    Solo una grande offerta di lavoro,la più varia e la più libera,può offrire qualcosa di simile alla vittoria sulla miseria, e la condizione imprescindibile affinchè l’offerta vi sia è la non ingerenza economica delle stato e la conseguente libera contrattazione fra gli individui.

    Se un giudice (sia pure imparziale) si mette a garantire il rispetto dei patti economici fra gli individui,questo può pure essere necessario ma il giudice (lo stato) non può pretendere la metà o più dell’intera cifra che viene investita e scambiata fra le parti.

    Eppure è quanto fa lo stato.

    Ed inoltre (LO STATO) aggiunge : questi contratti sono eterni anche se i rapporti fra le parti si guastano,anche se la merce prodotta non è più richiesta,anche se non lavori perchè non vi è più nulla da fare.

    Ingessare i cadaveri economici uccide la vita vera dell’economia,vita che è continua scelta creativa rispetto a ciò che è richiesto dagli eventi e dai gusti e dalle necessità del mondo.

    Quanto ai lavori statali : dovrebbero essere su base volontaria e idealistica, decentemente ma modestamente remunerati tutti con la stessa cifra, qualunque carica si ricopra,dal mega manager statale al più umile manovale del genio militare, tutti con lo stesso stipendio,tranquilli e sicuri ma spartani,operando solo per amore dell’idea di equità e disinteresse che lo stato,la Nazione, dovrebbe incarnare. (si avrebbe un immediato cambio della classe politica poiché poco pagata).

  5. #5
    Moderato con i moderati
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    40,449
     Likes dati
    4,880
     Like avuti
    8,312
    Mentioned
    152 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Citazione Originariamente Scritto da FK AZIONE SOLARE Visualizza Messaggio
    ...........Quanto ai lavori statali : dovrebbero essere su base volontaria e idealistica, decentemente ma modestamente remunerati tutti con la stessa cifra, qualunque carica si ricopra,dal mega manager statale al più umile manovale del genio militare, tutti con lo stesso stipendio,tranquilli e sicuri ma spartani,operando solo per amore dell’idea di equità e disinteresse che lo stato,la Nazione, dovrebbe incarnare. (si avrebbe un immediato cambio della classe politica poiché poco pagata).
    Ma tu da che pianeta arrivi? hefico: :gluglu:

  6. #6
    4° class schedina 2015
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    60,541
     Likes dati
    42,347
     Like avuti
    15,483
    Mentioned
    457 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Citazione Originariamente Scritto da famedoro Visualizza Messaggio
    calma... libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere... chi ci piace e quando lo decide il datore di lavoro... il che secondo l'associazione piccoli artigiani di mestre e riportato da adnkronos vorrebbe dire 800.000 persone a spasso in piu... e un tasso di disoccupazione che passa dall'8 all 11% ...il che vorrebbe dire il 25% di disoccupati in piu... la capisco la libertà di impresa... ma non è bello farla alle spalle dei poveri cristi


    ...in ogni caso niente mi toglie dalla mente che questa proposta sia la vittima sacrificale per fare passare la riforma della pensioni... in sintesi si lanciano due leggi... una mal digeribile e l'altra odiosissima e destinata a causare manifestazioni e scioperi... così si ritira la legge sui licenziamenti e si fa passare la riforma importante senza colpo ferire...
    Non è così, libertà di licenziare non da e non può dare questi risultati per motivi che adesso non sto qua a spiegare, però è vero che così com'è adesso è mal impostata.
    Le dimensioni della fava sono come i soldi : Non contano solo quando ci sono

  7. #7
    4° class schedina 2015
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    60,541
     Likes dati
    42,347
     Like avuti
    15,483
    Mentioned
    457 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Riporto qui ciò che ho detto in un altro 3d :

    1) Creazione centri di formazione e riqualifica professionale.
    2) Introduzione sussidio di disoccupazione per chi frequenta i corsi di formazione/riqaulificazione professionale
    3) Abolizione CIGO e CIGS
    4) Soppressione centri per l' impiego
    5) introduzione di un assicurazione obbligatoria sulla malattia per i dipendenti
    6) Abolizione IRAP

    Allora innanzitutto bisogna creare un circuito per evitare che il dipendente licenziato finisca in mezzo ad una strada.
    Per fare questo bisogna costruire dei poli provinciali di formazione/riqualificazione per il reindirizzamento professionale ai quali il dipendente licenziato può accedere subito dopo licenziamento.
    Ovviamante il dipendente per avere il sussidio deve frequentare i corsi con assiduità e profitto.
    Ovviamente tutte le aziende della provincia interessata devono aderire al polo di formazione/riqualificazione professionale concorrendo alle spese di docenza e di struttura in forma associativa o consortile.
    I fondi per l' erogazione del sussidio di disoccupazione derivano dall' abolizione della CIGO e della CIGS per fareuna manovra a saldo zero o quasi.
    Le aziende aderenti alle strutture di formazione e riqualificazione professionale possono accedere direttamente alle assunzioni del personale in formazione rendendo così inutili i centri per l' impiego, i quali verranno soppressi per liberare altre risorse per questo progetto.
    Per dare un ulteriore spinta alla crescita delle imprese italiane va introdotta un' assicurazione obbligatoria sulla malattia, perchè le aziende che hanno un dipendente in malattia subiscono già un danno per la sua assenza è quindi assurdo che il dipendente venga pagato quando non lavora.
    La differenza tra i fondi versati e di quelli usufruiti nella suddetta assicurazione verrà versata al dipendente assieme alla liquidazione per pensionamento.
    I fondi d' incentivazione annui erogati dalla Stato all' Impresa a vario titolo sono di pari importo all' irap versata annualmente dalle imprese allo Stato.
    Si abolisca quindi l' Irap in contemporanea alla soppressione di erogazione fondi per l' impresa, manovra a saldo zero che conferisce maggior liquidità alle piccole aziende che in questo modo possono fare investimenti.
    Le dimensioni della fava sono come i soldi : Non contano solo quando ci sono

  8. #8
    Canaglia
    Data Registrazione
    06 Oct 2011
    Messaggi
    36,989
     Likes dati
    1,098
     Like avuti
    6,615
    Mentioned
    363 Post(s)
    Tagged
    23 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Citazione Originariamente Scritto da FK AZIONE SOLARE Visualizza Messaggio
    Indipendente da ogni ingerenza statale-ideologica il lavoro deve tornare ad essere un rapporto fra due libertà : libertà di troncare il rapporto e libertà di CERCARE ALTRI RAPPORTI con individui più affini.

    Amicizia,alleanza,amore si basano tutti sul libero potere di interrompere o di riconfermare in ogni momento il rapporto, una libertà di accettazione o rifiuto o troncamento è riconosciuta a ciascun componente di ogni accordo stipulato.

    Se ciò vale per il matrimonio o per l’amicizia o per l’adesione ideologica e politica, perché non dovrebbe valere nei rapporti economici.

    Se si diventa liberi di licenziare (entro regole eque stabilite e riconosciute ) si diventa spontaneamente cercatori di talenti da assumere.

    Ed allora accadrà che infine l’economia sarà popolata da persone che si trovano in sintonia fra loro poiché dopo molte assunzioni (e relativi troncamenti) I SIMILI SI TROVERANNO FRA LORO ed il lavoro diventerà una moltitudine di scuole d’arte e di eccellenza i cui singoli componenti saranno anche militanti convinti che amano ciò che producono.

    Basterebbe trovare regole giuste che lasciano liberi ma tutelati contro ogni sfruttamento.

    Ma la miglior tutela deriverebbe dal fatto che una immensa offerta di lavoro dilagherebbe inarrestabile e permetterebbe a ciascuno di trovare il lavoro più affine fra le persone più affini.
    Ma quente stupidaggini scrivi?Ma mamma sa che hai in testa tante stupidaggini?
    e come possiamo escludere l'ipotesi che i druidi fossero migliori medici dei medici odierni? (darksunshine)

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    626
     Likes dati
    0
     Like avuti
    4
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Spettacolare affermazione dotata di molti argomenti inconfutabili ed approfonditi.

    Dovrebbero rifletterci sopra molti studiosi.

  10. #10
    Moderato con i moderati
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    40,449
     Likes dati
    4,880
     Like avuti
    8,312
    Mentioned
    152 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.

    Citazione Originariamente Scritto da FK AZIONE SOLARE Visualizza Messaggio
    Spettacolare affermazione dotata di molti argomenti inconfutabili ed approfonditi.

    Dovrebbero rifletterci sopra molti studiosi.
    Sulle tue senz'altro. Soprattutto studiosi della psiche.... hefico: :gluglu:
    Ultima modifica di Scipione; 31-10-11 alle 15:34

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.
    Di FK AZIONE SOLARE nel forum Destra Radicale
    Risposte: 101
    Ultimo Messaggio: 03-11-11, 08:15
  2. Libertà di licenziare vuol dire libertà di assumere.
    Di FK AZIONE SOLARE nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 69
    Ultimo Messaggio: 29-10-11, 19:47
  3. Prodi: libertà di licenziare
    Di Amati75 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 193
    Ultimo Messaggio: 25-10-06, 12:24
  4. Crescita economica e libertà di licenziare
    Di Silvioleo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 15-09-05, 13:25
  5. Cossutta "Comunismo vuol dire liberta'"
    Di Michele S- nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 328
    Ultimo Messaggio: 28-12-04, 22:05

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •